Chissà se nell’uovo di Pasqua regalato dal Torrino di Santa Rosa alla Fiorentina Women’s c’era lo scudetto. Non lo sappiamo, ma lo scopriremo presto. Mancano appena 4 giornate alla fine del campionato di Serie A femminile e la Fiorentina sta conducendo la testa della classifica con 6 punti di vantaggio sulla seconda, battuta nell’ultima giornata. Ma guai ad accusare cali di concentrazione. Certo, la vittoria contro il Brescia ha fatto venire l’acquolina in bocca anche ai tifosi più scettici, ma finché la matematica non fischia la fine della corsa, ogni partita può essere un pericolo, anche quella sulla carta più abbordabile.

Le ragazze allenate da mister Sauro Fattori tornano in campo dopo le due settimane di stop causa impegno in nazionale, che purtroppo ha visto l’infortunio della centrocampista Alice Parisi, titolarissima e perno della manovra viola. Rischi che si corrono avendo 7 ragazze convocate in azzurro. Ma questo identifica anche la qualità assoluta di questa squadra rispetto alle concorrenti. Sabato 22 aprile alle ore 15 riprende il campionato allo stadio Bozzi delle Due Strade, dove le viola affronteranno il San Zaccaria nella prima delle 4 finali scudetto. Poi ci sarà la trasferta di Cuneo il 29 aprile, il Tavagnacco il 6 maggio ed infine l’ultima di campionato, il 13 maggio contro la Res Roma.

La Fiorentina, come anticipato anche dallo stesso presidente Sandro Mencucci qualche giorno fa, starebbe pensando proprio di far giocare l’ultima partita in casa (quella contro il Tavagnacco) sul campo dello stadio Franchi, ma tutto dipenderà dai risultati. Se il campionato fosse già deciso e la Fiorentina avesse la matematica vittoria dello scudetto, le ragazze potrebbero essere protagoniste di un vero e proprio defilee tra i tifosi viola. Se invece il risultato fosse ancora in bilico, conterebbe molto il contraccolpo psicologico e la possibilità che, con dei punti pesanti in palio, la partita venga giocata in un campo dove le ragazze sono più a loro agio.

Ecco perché sarà importante sostenere la capitana Orlandi e le compagne già da sabato: se da una parte la Fiorentina maschile lesina gioie e successi, perché non avere soddisfazione almeno dalle donne, premiandole con un bagno di folla al Franchi?

Credit Photo: http://www.violanews.com/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here