Partnership Master Sole 24 Ore

Ufficializzata la lista delle 19 Azzurrine per l’Europeo. Da lunedì in ritiro a Roma

Terminata la prima fase di preparazione a Formia, la Nazionale Femminile Under 19 si avvicina alla Fase Finale del Campionato Europeo di categoria. Sciolti gli ultimi dubbi, il tecnico federale Enrico Sbardella ha ufficializzato la lista delle 19 Azzurrine che da lunedì 31 luglio prenderanno parte alla seconda fase del raduno a Roma, per poi partire venerdì 4 agosto per l’Irlanda del Nord.

L’Italia farà il suo esordio nell’Europeo martedì 8 agosto a Lurgan con l’Inghilterra, venerdì 11 affronterà le campionesse in carica della Francia a Belfast e lunedì 14 chiuderà il girone contro l’Olanda a Portadown. Il calcio d’inizio delle tre gare è fissato per le 15 ora locale, le 16 in Italia. Le prime due classificate di ciascun girone accederanno alla semifinale e le prime quattro classificate all’Europeo si qualificheranno anche per il Mondiale di categoria in programma l’anno prossimo in Francia.

L’elenco delle convocate per la Fase Finale dell’Europeo

Portieri: Alessia Capelletti (Mozzanica), Nicole Lauria (Bologna), Alessia Piazza (Lugano);
Difensori: Martina Lenzini, Sara Mella, Beatrice Merlo (Inter Milano), Vanessa Panzeri (Como), Erika Santoro, Alice Tortelli (Fiorentina);
Centrocampisti: Arianna Caruso, Federica Cavicchia (Zurich), Giada Greggi, Marta Mascarello, Alice Regazzoli (Inter Milano);
Attaccanti: Sofia Cantore (Fiammamonza), Sofia Del Stabile (Tavagnacco), Benedetta Glionna (Fiammamonza), Gloria Marinelli (Perugia), Annamaria Serturini (Pink Sport Time).

Staff – Capo delegazione: Fiona May; Tecnico: Enrico Maria Sbardella; Assistente tecnico: Elena Proserpio Marchetti; Segretario: Sabrina Filacchione; Coordinatore preparatori atletici: Stefano D’Ottavio; Preparatore atletico: Simone Mangieri; Preparatore dei portieri: Davide Quironi; Match Analyst: Antonio Gagliardi e Marco Mannucci; Medico: Pierpaolo Rota; Fisioterapista: Emanuele Provini.

I Gironi dell’Europeo
Girone A: Irlanda del Nord, Germania, Scozia, Spagna
Girone B: Italia, Olanda, Francia, Inghilterra

Le gare delle Azzurrine
 8 agosto: Italia-Inghilterra (Lurgan – ore 15 locali, le 16 italiane)
11 agosto: Italia-Francia (Belfast – ore 15 locali, le 16 italiane)
14 agosto: Italia-Olanda (Portadown – ore 15 locali, le 16 italiane)
17 agosto: semifinali
20 agosto: finale

PROGRAMMA UNDER 19 FEMMINILE dal 31 luglio al 14 agosto
Lunedì 31 luglio
12:30  Raduno
17:30  Allenamento

Martedì 01 agosto

10:00  Foto Ufficiale
11:00 Allenamento (aperto alla stampa accreditata*)
A seguire l’allenatore Enrico Sbardella sarà a disposizione per un incontro con la stampa
17:30 Allenamento

Mercoledì 02 agosto
10:00 Palestra – Fisioterapia
17:30 Allenamento

Giovedì 03 agosto

10:00 Allenamento
17:30 Allenamento

Venerdì 04 agosto  
11:15 Volo Roma – Dublino
13:35  Arrivo a Dublino
18:00  Allenamento (campo indoor)

Sabato 05 agosto
15:00 Allenamento
Domenica 06 agosto
15:00 Allenamento

Lunedì 07 agosto 
12:00 Conferenza Stampa (Allenatore + Capitano)
15:00 Allenamento

Martedì 08 agosto
15:00 Gara Italia – Inghilterra
Mourneview Park, Lurgan

Mercoledì 09 agosto  
10:30 Allenamento
Giovedì 10 agosto  
15:00 Allenamento
Venerdì 11 agosto
15:00 Gara Italia – Francia
Windsor Park, Belfast

Sabato 12 agosto  
10:30 Allenamento

Domenica 13 agosto  

15:00 Allenamento

Lunedì 14 agosto
15:00 Gara Olanda – Italia

Shamrock Park, Portadown

Credit Photo: http://www.figc.it/

A.S. Lucchese Libertas 1905 e Asd Libertas femminile insieme per lo sviluppo del calcio in rosa a Lucca

La A.S. Lucchese Libertas e l’Asd Libertas femminile comunicano di aver definito un accordo che consentirà alle due squadre di vivere in sinergia la stagione calcistica 2017/18. Le due società lavoreranno a stretto contatto per sviluppare e valorizzare la pratica del calcio femminile a Lucca. Le ragazze del presidente Gianni Nannini, che parteciperanno al campionato di Serie C dopo la cavalcata trionfale dello scorso anno in Serie D, potranno così usufruire di tutte le strutture ed attrezzature, sportive e sanitarie, già in uso dal team maschile. Saranno previsti inoltre numerosi eventi, sportivi e non, a cui le due società parteciperanno insieme. Grande soddisfazione per entrambe le società, che si dimostrano entusiaste del nuovo accoro raggiunto.

Le dichiarazioni di Elena Bruno, mister della Libertas Femminile: “Da lucchese sono davvero molto orgogliosa di questa possibilità che stiamo avendo. Il nostro movimento è in crescita e sono certa che anche a Lucca il calcio potrà diventare lo sport di riferimento per tutte le bambine. Ci tengo a ringraziare l’amministratore unico Bini e tutti i soci della A.S. Lucchese Libertas”.

Sulla stessa lunghezza d’onda le parole di Carlo Bini, amministratore unico della A.S. Lucchese Libertas: “La Libertas femminile in un solo anno di vita ha già raggiunto diversi prestigiosi traguardi in ambito sportivo e per noi sarà un grande onore lavorare insieme. La crescita del calcio femminile è sotto gli occhi di tutti, e noi vogliamo creare a Lucca un polo importante per lo sviluppo del movimento, cercando di avvicinare a questo sport il maggior numero possibile di ragazze.”

Credit Photo: http://www.asluccheselibertas.com/

La campagna acquisti delle Azalee

Dopo l’arrivo del nuovo mister Enzo Vizza, presentati anche i nuovi acquisti in casa Azalee.
Ritornano a vestire i colori Rossoblù Di Lascio Erika e Ferrario Chiara dopo l’esperienza con il Como 2000, approda tra le file Gallaratesi anche la giovane Cecilia Gino dalla San Martinese e completare la rosa dal Milan Ladies Serena Labanca e Greta Masciaga.

Tutte confermate le ragazze della passata stagione, da Moro tra i pali a bomber De Luca. Salutano la squadra solo Graziotto, Sartore e Barbini a cui la Società fa un grande in bocca al lupo.
Tutto pronto dunque per la prossima stagione.

Credit Photo: Azalee Calcio Femminile – Facebook

Primo colpo di mercato della Roma XIV

Valentina Simeone approda nella squadra allenata da mister Alessandro Gagliardi. In casa Roma XIV – Roma Decimo Quarto – Serie B Femminile, arriva con la formula del prestito, la talentuosa e giovane (21 anni) Valentina Simeone, centrocampista centrale.

“Non vedo l’ora che inizi la preparazione per conoscere le compagne e il campionato… Darò tutta me stessa per aiutare la squadra a fare bene!”. Queste le prime parole della calciatrice che vuole farsi trovare subito pronta per questa nuova avventura.

La scorsa stagione ha indossato in Serie A la maglia della RES ROMA dove ha militato per due anni. Cresciuta nella scuola calcio del DIVINO AMORE, ha militato poi nella ASD ROMA disputando il Campionato Nazionale di Serie B. Vanta un palmares di tutto rispetto in cui spiccano due scudetti Primavera (nel 2015 e nel 2016) ed uno scudetto Juniores nel 2013.

Credit Photo: http://www.romafemminile.it/

New entry e ritorni per il Molassana Boero

E’ tempo di nuovi acquisti per il Molassana Boero che si accende ad affrontare il Campionato di Serie B:

Nuovo rinforzo è Olivia Stevanin che sceglie il Molassana per proseguire il suo percorso calcistico. “Olly” per gli addetti ai lavori, proviente dall’Amicizia Lagaccio ha militato in passato in diverse società, tra le quali il Pietra Ligure e il Vado, indosserà la maglia del Molassana Boero condividendo per il prossimo campionato il progetto di dirigenti, tecnici e giocatrici di lottare per raggiungere obiettivi importanti.

A scegliere di indossare la maglia della società ligure sono inoltre le new entry Margherita Fontana, Silvia Frisoni e Giorgia Tolomeo. 

Infine percorso sportivo di Aurora Buzi torna ad avere i colori del Boero, la calciatrice sceglie di tornare con il Molassana per proseguire il suo percorso calcistico.

Credit Photo: http://www.molassanaboerofemminile.it/

Lucia Mallardi dall’Italia a Berlino, col sogno di tornare in patria

Come molte ragazze anche Lucia Mallardi inizia a giocare a calcio per strada, con gli amici, facendo le tipiche partitelle di calcetto sotto casa, per poi approdare nel calcio a 5 all’età di quattordici anni e passare a quello a 11 ai diciotto con il Giulianova in Serie C abruzzese e poi con l’Atletico Ortona 2004 conquistando l’ambita promozione in B. L’anno dopo gioca, sempre con l’Atletico Ortona 2004, il campionato nazionale di serie B e quello dopo ancora  arriva la chiamata da parte della Lazio Calcio Femminile, nella massima serie, ovvero in A e Lucia coglie l’occasione di trasferirsi e giocare ai massimi livelli italiani. Ma lei non si lascia sfuggire nemmeno l’opportunità di volare all’estero in Germania: gioca così il primo anno in Regionaliga con la maglia TeBe Berlin, società storica tedesca famosa per aver cresciuto i fratelli Boateng. Successivamente, un breve periodo in 2 Bundesliga  con l’Hertha Berlin, poi un ritorno in Regionaliga con FC Internationale Berlin e nuovamente la 2 Bundesliga con FC Viktoria 1889. Tra le sue esperienze ci sono state una parentesi artistica da calciatrice free styler, appunto con il pallone da calcio e nell’estate 2016 nel beach soccer con la società Beach Kick Ladies Berlin, finalista proprio nella stessa estate, della prima Champions League di Beach Soccer Femminile a Catania. Nella stagione 2016/2017, torna in 2 Bundesliga con la societá Blau Weiß Höhen Nouendorf. A inizio stagione peró, un brutto infortunio la costringe a saltare l’intero campionato. Nel contempo è diventata allenatrice con licenza C – Uefa.

Da dove è nata la passione per il calcio?
Bella domanda! Non ricordo esattamente…Credo di aver cominciato a calciare un pallone appena messi i piedi per terra! In realtà ho ereditato il talento di mio padre. Fin da piccola facevo giochi con il pallone che gli altri bambini non riuscivano a fare, in modo completamente naturale. Un talento puro. Nessuno me lo aveva insegnato. Ricordo che mio fratello maggiore chiedeva a mio padre come facessi e perché lui invece non ci riuscisse. Io e mio padre ci guardavamo ed entrambi non avevamo una risposta…Eravamo uguali! La natura mi ha donato questa passione ecco!

Come sei passata a giocare dall’Italia alla Germania?
Durante il campionato 2010/2011 militai in Serie A tra le fila della Lazio Calcio Femminile, storica squadra di calcio femminile italiana, della carismatica presidentessa Elisabetta Cortani. Lei mi diede una grande opportunità quell’anno. Finita la stagione, avevo voglia di una nuova esperienza. L’idea di giocare all’estero, è sempre stata nella mia testa. Ero in contatto con diverse squadre straniere. L’offerta migliore arrivò dalla Germania, in cui si stava svolgendo il mondiale femminile 2011, vinto poi dal Giappone, trionfante in finale contro la blasonata Nazionale Statunitense. Senza pensarci troppo, feci la valigia e partii alla volta di questa nuova esperienza in Deutschland, precisamente a Berlino. 

Com’è  il calcio femminile tedesco?
Il calcio tedesco è un calcio più duro. Molto più fisico di quello italiano, che è invece più tecnico e tattico. In realtà, in Italia, con un progetto fatto bene che punti alla crescita ed allo sviluppo del calcio femminile ed investimenti adeguati, potremmo avere enormi margini di miglioramento ed essere più competitive anche a livello internazionale. C’è da ammettere certo che il livello atletico in Bundesliga è più alto rispetto a quello della Serie A italiana. Questo è dovuto, appunto, al fatto che da diversi anni in Germania, si è dato vita ad un progetto di calcio femminile e sono stati fatti ingenti investimenti da parte della federazione. Qui, infatti, già da svariato tempo, si è raggiunto il livello professionistico anche nel settore femminile con tutti i diritti del caso, anche se l’ammontare degli stipendi è molto più basso rispetto a quello maschile.

Progetti per il futuro?
Quest’anno avevo cominciato la stagione in una squadra di 2 Bundesliga. A inizio campionato, un infortunio mi ha costretta a saltare praticamente tutto il campionato. Durante questo periodo di stop, ho avuto tempo di prendermi il patentino C-Uefa da allenatrice e di cominciare ad allenare due squadre di ragazzine alle prime armi, con le quali, proprio un mese fa, abbiamo vinto i rispettivi campionati di categoria. È stata un’esperienza bellissima! Quest’anno, vorrei ricominciare a giocare a dire la verità. Potrei pensare anche ad un rientro in patria, dipenderà da cosa bollirà in pentola durante l’estate. In futuro però non abbandonerei l’ipotesi di tornare ad allenare…

Credit Photo: Lucia Mallardi

Il Luserna cala il tris: Ludovica Russo, Alice Greppi e Valery Olivetti alle firme

Giorni frenetici in casa Luserna San Bernardo, dove il Presidente Ippolito e il suo staff, lavorano incessantemente per la programmazione della prossima stagione. Dopo le numerose ufficialità degli scorsi giorni, è di ieri la firma di tre nuovi elementi che faranno parte della rosa della Prima Squadra. Si tratta di Alice Greppi, una conferma dopo la passata stagione, e di Ludovica Russo e Valery Olivetti, che approdano da Novi dopo avere sfiorato la promozione nella massima serie.

“Sono felice di rinnovare per questi colori, -esordisce Greppi – credo fortemente nel progetto della Società, che è ambiziosa e pulita. Ho piena fiducia in tutte le mie compagne e la Società sta creando una rosa di tutto rispetto. Ora non resta altro che impegnarsi e lavorare”.

Non vede l’ora di iniziare il neo acquisto Russo: “Sono contenta di prendere parte a questo ambizioso progetto. E’ sempre motivante iniziare una nuova stagione con staff e compagne nuove, la Società è ambiziosa e ha voglia di fare bene. Abbiamo l’obbligo di lavorare duramente e cercare di migliorare sempre di più. Le premesse per fare bene ci sono tutte”.

Ultima, ma non per importanza, è Olivetti: “Dopo la deludente scorsa stagione, l’obiettivo non può essere altro che quello di centrare la promozione. La Società ci supporta in tutto e per tutto, quindi ora sta a noi mettere sul campo tutto quello che abbiamo. Ci aspetta una stagione lunga e piena di insidie, anche le altre squadre si stanno quasi tutte rinforzando e tutto si deciderà nel finale di campionato”.

Credit Photo: http://www.lusernacalciofemminile.it/

Dopo “Amici”, Marta Mason riparte dal Valpolicella!

Il Fimauto Valpolicella cala l’asso e ingaggia, un po’ a sorpresa, una giocatrice di grande talento con un grande voglia di riscatto. Stiamo parlando di Marta Mason, attaccante classe 1993, che ha vestito i colori di Venezia, Reggiana, Chiasiellis,Verona e Mozzanica. Ha fatto inoltre parte della Nazionale Under 17 e Under 19 fino ad arrivare alla convocazione con la Nazionale maggiore di Antonio Cabrini.
Marta, alla fine dello scorso anno, aveva deciso di abbandonare il calcio giocato a causa dei vari infortuni e acciacchi che le avevano impedito di esprimersi al meglio. La voglia e la certezza di poter ritornare una calciatrice al 100% e di ritornare a calcare i campi della serie A, hanno però convinto l’attaccante padovana a riprovarci con la maglia del Fimauto Valpolicella .
“Ho dovuto fermarmi per forza lo scorso anno – spiega Mason – perché non ce la facevo più: i problemi fisici erano davvero troppi. Le cose sono però cambiate e sono felice di riprendere da Verona, che considero a tutti gli effetti casa mia. Non sarà una cosa facile perché dovrò seguire un percorso riabilitativo ad hoc presso il centro Atlante, ma ho fatto una scelta cosiddetta ‘di pancia’, condizionata dalla mia grande passione per questo sport. Mi sono posta dei grandi obiettivi nel calcio ma non li ho ancora raggiunti. Ho l’età, la passione e la voglia per poterci riprovarci”.
Prosegue Marta: “Qualche mese fa ho espresso alla presidentessa Flora Bonafini la mia voglia di tornare a giocare e a segnare (58 le sue reti in serie A in 137 presenze, con la maglia del Verona ben 22 in 23 partite n.d.r.) ed eccomi qui. Sono convinta che insieme potremo percorrere un cammino importante, ricco di soddisfazioni perché fondato su un progetto e su una società, il Valpolicella, seria e strutturata. Ringrazio la famiglia del Valpo per avermi dato questa immensa possibilità e per aver creduto ancora in Marta Mason calciatrice”.

Conclude Mason: “Riparto praticamente da zero; dovrò fare una preparazione mirata per ritrovare la giusta tonicità muscolare e recuperare dagli ultimi strascichi degli infortuni. Ci vorrà un po’ ma abbiamo pianificato tutto al meglio. Non so come reagirà il mio corpo ad un anno di stop forzato perciò non so dire quando potrò ritornare in campo. Ma ho una grande carica e ce la metterò tutta per accelerare i tempi, senza però rischiare nulla. Valuterò insieme allo staff medico l’evolversi della situazione giorno dopo giorno. Ad oggi la mia priorità è rientrare a far parte di una società, di una squadra, di un gruppo: sono convinta che tutto il resto verrà da se!”.

Credit Photo: Comunicato Stampa (Fimauto Valpolicella)

Beppino Barbierato è il mister del Torino Calcio Femminile

Beppino Barbierato, classe ’57, alle spalle un curriculum di assoluto prestigio nel calcio femminile italiano, sarà affidato a lui il compito di traghettare quest’anno il Torino Calcio Femminile nel calcio che “conta”.
La Serie A con l’Oristano e tanti anni come selezionatore delle Rappresentative femminili regionali fanno di Barbierato l’elemento più indicato e migliore che il “mercato” poteva offrire per realizzare quel vero salto di qualità a cui, da tempo, il TCF sta lavorando.

In questi giorni, si stanno concludendo le operazioni di completamento dello Staff ed anche il gruppo della Serie B si sta ancora aggiornando, di ora in ora, con nuovi arrivi. La stretta di mano è arrivata giovedì alle 15,00 nello studio del Presidente e subito dopo il nuovo Mister ha fissato una riunione Sabato al San Bernardo con tutto lo staff, per stabilire l’organizzazione del raduno fissato al San Bernardo, per Domenica 27 agosto ore 16,00.
Entusiasmo, tanta umiltà ma altrettanta ambizione di arrivare in alto, queste sono le “prediche” del Presidente che ha auspicato i migliori successi per la stagione 2017/18.

“Sono galvanizzato da questo incarico – ha dichiarato Mister Barbierato – in quanto considero il TCF una delle società più prestigiose e gloriose del calcio femminile italiano ed anche se tutto si sta trasformando velocemente, faremo di tutto per affermare questo prestigio e questi valori”.

Credit Photo: Torino Calcio Femminile – Facebook

Qualificazioni mondiali: la Femminile il 15 settembre a La Spezia con la Moldavia

Chiuso il capitolo Europeo con qualche rimpianto dopo le due sconfitte con Russia e Germania e la splendida vittoria contro la Svezia, la Nazionale Femminile aprirà la nuova stagione con una gara di qualificazione al Campionato Mondiale 2019.

E sarà lo stadio “Alberto Picco” di La Spezia ad ospitare la prima sfida contro la Moldavia in programma venerdì 15 settembre. Le Azzurre torneranno nella città ligure a due anni di distanza dall’ultima gara, valida per le qualificazioni europee, giocata a settembre 2015 contro la Georgia e vinta 6-1.

La squadra azzurra avrà come avversarie del girone, oltre alla Moldavia, la Romania (che incontrerà il 19 settembre), il Portogallo e il Belgio.

Credit Photo: Nazionale Italiana di Calcio – Facebook

DA NON PERDERE...

tuttocampo.it