Partnership Master Sole 24 Ore

Fiorentina Women’s, lunedì alcune giocatrici all’Olimpico per “Open Goal”

Sarà il premier canadese Justin Trudeau l’ospite d’onore dell’evento Open Goal promosso dal Coni e dall’As Roma. Domani mattina all’Olimpico partita amichevole tra una squadra con alcune giocatrici della Fiorentina femminile, vincitrice dello scudetto, e la Liberi Nantes, composta da giovani migranti. Trudeau, di ritorno dal G7 di Taormina, darà il calcio d’inizio, presenti il numero uno del Coni Malagò e il presidente della Roma Pallotta. L’obiettivo dell’evento è quello di affrontare la sfida globale dell’integrazione dei migranti attraverso il calcio. I protagonisti della giornata saranno i ragazzi di ogni nazionalità, religione, colore e razza accomunati solo dalla gioia di giocare e rincorrere un pallone. Open Goal promuove e organizza tornei, partite e manifestazioni alla presenza di autorità e personalità del calcio e dello sport per permettere ai calciatori e ai club di aiutare a perfezionare l’integrazione e l’amicizia tra i rifugiati e le comunità che li accolgono Lo riporta l’Ansa.

Credit Photo: http://www.violanews.com/

Dove guardare la finale di UEFA Women’s Champions League

La finale di UEFA Women’s Champions League si svolgerà giovedì 1 giugno a Cardiff – calcio d’inizio alle 20:45CET – con i tifosi di tutto il mondo che potranno assistere alla sfida tra Lyon e Paris Saint-Germain.

La copertura paneuropea sarà garantita da Eurosport, mentre anche France 2 avrà la copetura in diretta nella nazione delle due squadre finaliste. Gli spettatori del Medio Oriente e del Nord Africa potranno assistere alla gara su beIN Sports, mentre, negli altri territori dove non è prevista la copertura da parte di alcuna emittente, i tifosi potranno guardare la partita su UEFA.com e UEFA.tv.

Inoltre saranno disponibili gli highlights su UEFA.com e UEFA.tv dalla mezzanotte CET.

Dove guardare: emittenti partner ufficiali
EUROPA:
Albania: Eurosport
Andorra: Eurosport
Armenia: Eurosport
Austria: Eurosport
Azerbaigian: Eurosport
Bielorussia: Eurosport
Belgio: Eurosport
Bosnia ed Erzegovina: Eurosport
Bulgaria: Eurosport
Croazia: Eurosport
Cipro: Eurosport
Repubblica Ceca: Eurosport
Danimarca: Eurosport
Estonia: Eurosport
Finlandia: Eurosport
Francia: Eurosport, France 2
ERJ Macedonia: Eurosport
Georgia: Eurosport
Germania: Eurosport
Grecia: Eurosport
Ungheria: Eurosport
Islanda: Eurosport
Israele: Eurosport
Italia: Eurosport, Nuvola61
Kazakistan: Eurosport
Kosovo: Eurosport
Lettonia: Eurosport
Lituania: Eurosport
Lussemburgo: Eurosport
Liechtenstein: Eurosport
Malta: Eurosport
Moldavia: Eurosport
Monaco: Eurosport
Montenegro: Eurosport
Olanda: Eurosport
Norvegia: Eurosport, NRK
Polonia: Eurosport
Portogallo: Eurosport
Repubblica d’Irlanda: Eurosport
Romania: Eurosport
Russia: Eurosport
San Marino: Eurosport
Serbia: Eurosport
Slovacchia: Eurosport
Slovenia: Eurosport
Spagna: Eurosport
Svezia: Eurosport
Svizzera: Eurosport, SRF/RTS/RSI (online only)
Turchia: Eurosport
Ucraina: Eurosport
Regno Unito: Eurosport
Stato Vaticano: Eurosport

STATI NON EUROPEI
Algeria: Eurosport
Bahrain: beIN Sports
Chad: beIN Sports
Costa Rica: Teletica
Djibouti: beIN Sports
Egitto: Eurosport, beIN Sports
Iran: beIN Sports
Iraq: beIN Sports
Giordania: Eurosport, beIN Sports
Kyrgyzstan: Eurosport
Kuwait: beIN Sports
Libano: Eurosport, beIN Sports
Libia: Eurosport, beIN Sports
Mauritania: beIN Sports
Marocco: Eurosport, beIN Sports
Oman: beIN Sports
Palestina: beIN Sports
Qatar: beIN Sports
Arabia Saudita: beIN Sports
Somalia: beIN Sports
Sudan del Sud: beIN Sports
Sudan: beIN Sports
Siria: Eurosport, beIN Sports
Tajikistan: Eurosport
Tunisia: Eurosport, beIN Sports
Turkmenistan: Eurosport
Emirati Arabi Uniti: beIN Sports
Uzbekistan: Eurosport
Yemen: beIN Sports

Credit Photo: http://it.uefa.com/womenschampionsleague/index.html

Women’s, Patrizia Caccamo: “Emozione indescrivibile segnare al Franchi. Puntiamo al doblete“

Patrizia Caccamo, attaccante della Fiorentina Women’s, ha parlato a Violaweek, inserto de La Nazione: “Segnare al Franchi, davanti a tutta quella gente, è stato indescrivibile. Quando mi ha chiamato la Fiorentina avevo appena cominciato a lavorare, ed ero un po’ scettica, tanto che inizialmente avevo detto di no nonostante il progetto. Ma poi mi sono detta, ho 31 anni, è il momento giusto per provare a vincere qualcosa’, e quindi sono arrivata a Firenze. Noi al doblete ci puntiamo. Champions? Sarebbe una bella soddisfazione giocarla, ma dipende da cosa deciderà la società o da cosa deciderò io”.

Credit Photo: Mara Ramella Fazzari Fotografa -https://www.calciofemminileitaliano.it/gallery/mara-ramella-fazzari-fotografa/

Un anno con voi: i numeri dei media

La stagione 2016/2017 si è chiusa da pochi giorni con una salvezza emozionante e meritata da parte delle biancorosse. Un cammino lungo un anno che è stato scandito da tanti momenti che hanno fatto parlare di San Zaccaria e del San Zaccaria calcio femminile. Dati del campionato a parte, quelli mediatici sono stati altrettanto importanti per il club ravennate.

Il racconto delle biancorosse va fatto prima di tutto partendo dai numeri social della squadra. La pagina Facebook dell’U.S.D. San Zaccaria è passata dai 1.746 “mi piace” ai 2.112 del 26 maggio con un incremento di 366. In questa pagina la foto con più reazioni (512) è stata quella celebrativa della salvezza ottenuta il 20 maggio. Tra gli articoli – e di questo la società ne va fiera – l’intervista fatta a Linda Giovagnoli in occasione del suo debutto in Serie A a soli quattordici anni: 368 click sul post e 172 reazioni per lei. Tra i video con più reazioni invece (167) c’è quello di presentazione della sfida di play-out. Anche Twitter ha brillato per un incremento dei “follower”, passati da 517 a 649 con un incremento di oltre 130 unità.

Ottimi i risultati anche del sito web ufficiale della società con 169 articoli pubblicati dal 1 luglio scorso (170 con questo) con un totale di 47.886 letture totali, che portano il saldo medio a 283 letture per ogni articolo. Qui però la speciale classifica degli articoli più letti premia Amanda Tampieri, con la comunicazione della sua assoluzione dal Tribunale Nazionale Antidoping capace di realizzare quasi duemila visualizzazioni. In quadrupla cifra sono andati anche il comunicato del cambio tecnico alla guida della prima squadra e – come in precedenza – l’intervista di Linda Giovagnoli e del suo debutto nella massima serie a soli quattordici anni.

comunicati stampa ufficiali inviati agli organi di informazione (giornali, stampa, televisioni e media in genere)  invece sono stati 70 con un totale di 1.365 letture, il che significa che ogni comunicato viene letto e visualizzato mediamente da più di 19 persone.

Il 2017 è stato anche l’anno del debutto del periodico della società “Forza Biancorosse“, che ha accompagnato ogni partita casalinga del San Zaccaria nel corso di questa prima parte dell’anno. I sette numeri pubblicati da gennaio hanno riscosso un buon successo tra gli appassionati e hanno avuto una “tiratura” media di 100 copie ciascuno per un totale di circa 700 giornalini pubblicati nel corso dell’anno.

Credit Photo: Usd San Zaccaria Femminile – Facebook

Serie B e nuovo presidente per il Catania CF: Giuseppe Rapisarda

Il Catania Calcio Femminile accoglie fra i propri dirigenti Giuseppe Rapisarda. A lui, nuovo Presidente, il compito di coinvolgere e convogliare le forze più sensibili sane ed attente della nostra città ed hinterland sul progetto di crescita del Catania femminile aiutandoci a mettere radici nel tempo attraverso una estensione più larga possibile della base societaria, soprattutto dopo l’ambita promozione in Serie B. All’avvocato Rapisarda, noto appassionato sportivo catanese, il nostro in bocca in lupo, il benvenuto in famiglia con l’auspicio che l’entusiasmo e la sua competenza professionale possano dare nel breve e lungo periodo i frutti sperati da Tutti.

Credit Photo: Catania Calcio Femminile – YouTube

Fortitudo Mozzecane: i numeri del campionato

Il campionato di Serie B in cifre, da 0 a 2.456. Un cammino lungo 26 tappe, 225 giorni, 51 gol fatti e, appunto, 2.456 minuti, dal pareggio inaugurale con l’Azalee alla sconfitta contro il Fimauto Valpolicella dell’ultima giornata. Ad ogni numero è abbinata una curiosità, per spaziare a 360° nel mondo Fortitudo Mozzecane tra presenze, minuti, gol, assist e record. A cominciare dalla classifica: già, perché le ragazze allenate da Fabiana Comin hanno terminato la stagione 2016/17 in settima posizione (girone C), a pari merito con Unterland Damen e Azalee, avendo totalizzato trentasette punti, frutto di nove vittorie, dieci pareggi e sette sconfitte. Le cifre più ricorrenti? Il 2 e il 3 con 14 statistiche, poi il 5 con 8, l’1 e il 7 con 7 dati. Ma ci sono pure 2 curiosità per il 99 e il 100.

0 – La Fortitudo Mozzecane non ha segnato alcun gol nelle doppie sfide contro Milan Ladies (entrambe 0-0) e Fimauto Valpolicella (2-0 e 0-5);
0 – Le reti incassate nelle doppie sfide contro Milan Ladies (0-0, 0-0), Riozzese (0-2, 3-0) e Südtirol Damen (5-0, 0-8);

1 – Il gol siglato di testa da Martani, contro il Clarentia Trento al ritorno. Alice è l’unica gialloblù ad aver segnato almeno una rete con il piede destro, con il piede sinistro e, appunto, di testa;
1 – L’espulsione di Valentina Sossella contro il Clarentia Trento nella gara di ritorno. Questo «rosso» rappresenta la prima espulsione in carriera per Valentina e l’unica espulsione ricevuta dalle gialloblù in campionato. Per la precisione, però, specifichiamo che hanno preso un «rosso» anche il tecnico Fabiana Comin (contro la Riozzese al ritorno) e il viceallenatore Marco Borgese (contro il Fimauto Valpolicella all’andata);
1 – Venturini e Olivieri hanno parato un rigore a testa, rispettivamente contro Orobica all’andata e Fimauto Valpolicella al ritorno: Vanessa ha respinto il tiro di Luana Merli, Francesca la conclusione di Sara Capovilla. Per entrambe, si tratta del primo penalty neutralizzato in carriera con la Fortitudo Mozzecane e con una prima squadra.
1 – Caneo non aveva mai segnato nella giornata numero uno di un campionato. Zoe ci è riuscita in questa stagione, contro l’Azalee;
1 – Il rigore sbagliato da Beatrice Piovani, contro l’Azzurra San Bartolomeo al ritorno. È l’unico errore dal dischetto commesso dalle gialloblù;
1 – Un solo autogol, di Valentina Sossella contro il Real Meda all’andata;
1 – Francesca Rasetti, entrata dalla panchina, è stata in campo 1 minuto contro la Pro San Bonifacio nella gara di andata;

1,9 – Prendendo in esame il rapporto tra match disputati e gol segnati, Peretti ha la miglior media realizzativa della squadra: Rachele ha siglato una rete ogni 1,9 partite;

2 – I campionati di serie B consecutivi disputati per intero da Piovani. Nei suoi due primi tornei di B, Beatrice è scesa in campo in tutte le partite;
2 – Le gare da titolare (e consecutive) di Zorzi, all’andata contro Riozzese e Südtirol Damen a cavallo della sosta natalizia. Mia ha quindi terminato il 2016 da titolare e ha cominciato alla stessa maniera il 2017;
2 – I ruoli ricoperti da Zoe Caneo: attaccante e, da febbraio, mezz’ala;
2 – Gli assist forniti da Dal Molin e Peretti in un solo match: Valeria contro il Clarentia Trento all’andata, Rachele contro il Südtirol Damen all’andata. Nessun’altra gialloblù è riuscita a dare più di un passaggio vincente in un unico incontro;
2 – Le doppiette realizzate a testa da Peretti (Vicenza all’andata, Riozzese al ritorno) e Martani (Vicenza e Pro San Bonifacio al ritorno): per Rachele sono valse la 12ª e la 13ª doppietta in carriera con la Fortitudo Mozzecane, per Alice rappresentano le prime doppiette in serie B;
2 – I gol di Zoe Caneo (Azalee e Südtirol Damen all’andata), entrambi in casa;
2 – Il numero massimo di k.o. consecutivi: 2, sempre contro Inter Milano e Fimauto Valpolicella (Inter Milano 0-4 e Fimauto Valpolicella 2-0 tra la 12ª e la 13ª giornata, e Inter Milano 4-2 e Fimauto Valpolicella 0-5 tra la 25ª e la 26ª giornata);
2 – Le reti di Francesca Salaorni che, con i gol all’Unterland Damen all’andata e con l’Azalee al ritorno, ha superato il numero massimo di centri segnati in un unico campionato;
2 – I rigori causati da Giulia Caliari, al ritorno contro Azalee e Fimauto Valpolicella;
2 – I gol di testa realizzati da Welbeck e Zangari: Nana contro il Clarentia Trento all’andata e il Vicenza al ritorno, Alessandra contro il Real Meda all’andata e il Südtirol Damen al ritorno;
2 – Le presenze di Pecchini, contro Clarentia Trento e Orobica al ritorno. È il numero minimo di gare giocate da Alessia in un unico campionato. Il difensore gialloblù, lo ricordiamo, ha trascorso la maggior parte della stagione in Olanda per motivi di studio;
2 – Piovani ha dato un assist vincente in 2 incontri di fila, per il gol di Alice Martani in Fortitudo-Riozzese e per quello di Valeria Dal Molin in Südtirol Damen-Fortitudo. Beatrice è l’unica gialloblù ad esserci riuscita;
2 – La rete più veloce del campionato gialloblù l’ha siglata Rachele Peretti al 2’ del primo tempo, al ritorno, contro il Vicenza;
2 – I rigori procurati a testa da Chiara De Vincenzi (Azalee all’andata, Riozzese al ritorno) e da Alice Martani (Real Meda e Pro San Bonifacio al ritorno);

3 – Le giornate di squalifica prese da Fabiana Comin dopo l’espulsione nella gara di ritorno contro la Riozzese;
3 – La striscia massima di successi di fila: 3 (Pro San Bonifacio 0-3, Riozzese 3-0 e Südtirol Damen 0-8);
3 – Le apparizioni da titolare di fila di Francesca Rasetti (Fimauto Valpolicella-Fortitudo 2-0, Azalee-Fortitudo 2-2 e Fortitudo-Clarentia Trento 1-1);
3 – Le sfide giocate per intero da De Vincenzi, tra la 13ª e la 15ª giornata (Fimauto Valpolicella 2-0, Azalee 2-2 e Clarentia Trento 1-1). Per Chiara è un record in un singolo campionato;
3 – Le marcature di Welbeck. Grazie ai gol contro Clarentia Trento e Südtirol Damen all’andata, e Vicenza al ritorno, Nana ha stabilito il nuovo record personale di reti realizzate in un solo campionato;
3 – I rigori subiti: uno segnato (Azalee al ritorno), due parati (Orobica all’andata e Fimauto Valpolicella al ritorno);
3 – Martani e Peretti sono le uniche gialloblù ad essere andate a segno per tre gare di fila. Alice contro Pro San Bonifacio, Riozzese e Südtirol Damen all’andata, Rachele contro le stesse avversarie ma nel girone di ritorno;
3 – I minuti impiegati da Mia Zorzi, entrata in campo dalla panchina, per realizzare il suo primo gol in B (contro l’Unterland Damen all’andata);
3 – I ruoli ricoperti da Beatrice Piovani: mezz’ala, vertice basso del centrocampo e attaccante;
3 – Sommando le sfide di andata e ritorno, Lisa Faccioli (Fimauto Valpolicella) e Valentina Velati (Inter Milano) sono le avversarie ad aver segnato di più alla Fortitudo: 3 reti a testa;
3 – I mesi trascorsi dall’ultima vittoria in casa del girone di andata (Südtirol Damen 5-0, 8 gennaio) al primo successo interno del girone di ritorno (Riozzese 3-0, 23 aprile). Per l’esattezza, 3 mesi e 15 giorni;
3 – I centri di Alessandra Zangari (1 contro il Real Meda all’andata, due contro il Südtirol Damen al ritorno), tutti nei secondi tempi;
3 – Il numero massimo di partite senza subire gol, stabilito tra la 22ª e la 24ª giornata: Pro San Bonifacio (0-3), Riozzese (3-0) e Südtirol Damen (0-8);
3 – Le panchine da capo allenatore di Marco Borgese, le prime in serie B e alla guida di una prima squadra. Bilancio: 1 vittoria e 2 sconfitte;

4 – I calci di rigore trasformati da Rachele Peretti. Quattro gol su quattro tentativi;
4 – Le gialloblù che hanno segnato più di un gol in una singola partita: Alice Martani (2 doppiette), Rachele Peretti (2 doppiette), Valeria Dal Molin (1 doppietta) e Alessandra Zangari (1 doppietta);
4 – Le reti di De Vincenzi. Grazie ai centri contro Vicenza e Azzurra San Bartolomeo all’andata, e contro Azalee ed Orobica al ritorno, Chiara ha stabilito un nuovo record personale di gol segnati in un solo campionato: il precedente (2015/16) era di 2 gol. Curiosità: nel 2016/17, l’attaccante gialloblù ha realizzato tutte le marcature nei primi tempi;
4 – I match di Vanessa Venturini terminati senza subire gol (su 7 presenze). In un solo campionato, questo è un record per il portiere gialloblù;
4 – Il pareggio con più gol è stato Fortitudo-Azalee 4-4 (1ª giornata);
4 – La Fortitudo ha ricevuto rigori per quattro sfide di fila, tra la 21ª e la 24ª giornata (Azzurra San Bartolomeo, Pro San Bonifacio, Riozzese e Südtirol Damen);
4 – I gironi della serie B. Nel 2016/17, la Fortitudo era inserita nel girone C;

5 – Il k.o. più «pesante» è stato Fortitudo Mozzecane-Fimauto Valpolicella 0-5;
5 – Le sfide consecutive disputate da Valentina Sossella, dalla 17ª (Fortitudo-Orobica 1-1) alla 21ª giornata (Fortitudo-Azzurra San Bartolomeo 0-1);
5 – Le reti siglate di testa dalle gialloblù;
5 – Le gare in trasferta consecutive terminate senza subire reti: Real Meda-FM 0-1, Milan Ladies-FM 0-0, Vicenza-FM 0-4, Pro San Bonifacio-FM 0-3 e -Südtirol Damen-FM 0-8.
5 – Le ammonizioni prese da Salaorni (record per il difensore gialloblù in un solo campionato). Francesca è la più «cattiva» della rosa, essendosi vista sventolare davanti il maggior numero di cartellini;
5 – I gol presi da Vanessa Venturini;
5 – Gli assist serviti da Valeria Dal Molin e Rachele Peretti, entrambe in cima alla speciale classifica gialloblù dei passaggi vincenti. A seguire, troviamo Beatrice Piovani a quota 4 assist, Alice Martani, Chiara De Vincenzi e Alessandra Zangari (3), Elisa Fasoli e Francesca Rasetti (2), Valentina Sossella, Francesca Signori e Lucia Bonfante (1);
5 – Il numero massimo di gol subiti in un solo incontro: Fortitudo-Fimauto Valpolicella 0-5;

6 – I match in cui Olivieri è rimasta imbattuta: Milan Ladies (0-0), Unterland Damen (0-3) e Riozzese (0-2) all’andata, Real Meda (0-1), Pro San Bonifacio (0-3) e Riozzese (3-0) al ritorno. Francesca non aveva mai terminato un campionato non subendo gol per sei sfide;
6 – I rigori ricevuti: cinque realizzati (Azalee all’andata, Real Meda, Pro San Bonifacio, Riozzese e Südtirol Damen al ritorno), uno sbagliato (Azzurra San Bartolomeo al ritorno);
6 – Il numero massimo di gare consecutive a segno. È successo dalla 6ª all’11ª giornata contro Unterland Damen, Vicenza, Azzurra San Bartolomeo, Pro San Bonifacio, Riozzese e Südtirol Damen;
6 – Le espulsioni ricevute dalle avversarie contro la Fortitudo: 1 da Ilaria Dubini (Real Meda, gara di andata), 1 da Linda Tonelli (Azzurra San Bartolomeo, gara di andata), 1 da Elena Perobello (Pro San Bonifacio, gara di andata), 1 da Irene Tombola (Fimauto Valpolicella, gara di andata), 1 da Martina Tugnoli (Riozzese, gara di ritorno) e 1 da Ilaria Pasquino dalla panchina (Riozzese, gara di ritorno);
6 – Dei 12 gol realizzati, Alice Martani ne ha fatti 6 nei primi tempi e 6 nei secondi tempi;
6 – Il numero massimo di partite consecutive giocate da Olivieri. In carriera, Francesca non aveva mai disputato tante gare di fila;

7 – Le sconfitte: Orobica (3-0), Pro San Bonifacio (1-2), Inter Milano (0-4) e Fimauto Valpolicella (2-0) all’andata, Azzurra San Bartolomeo (0-1), Inter Milano (4-2) e Fimauto Valpolicella (0-5) al ritorno;
7 – Le ragazze della Fortitudo che nel 2016/17 hanno esordito in serie B: Alice Martani, Valeria Dal Molin, Elisa Fasoli, Alessandra Zangari, Mia Zorzi, Letizia Malvezzi e Lucia Bonfante;
7 – La posizione finale in graduatoria conquistata dalla Fortitudo, a pari merito con Unterland Damen e Azalee;
7 – I mesi distanza dall’ultima gara da titolare in campionato di Elisa Fasoli: l’ex difensore dell’Agsm Verona ha debuttato dall’inizio in serie B contro il Milan Ladies lo scorso 13 novembre, ma non scendeva in campo dal primo minuto da Vicenza-Agsm Verona del 20 aprile (giornata conclusiva del campionato Primavera);
7 – I match in cui la Fortitudo Mozzecane non è riuscita a far gol;
7 – La striscia massima di risultati utili di fila, stabilita tra la 14ª e la 20ª giornata (2 vittorie e cinque pareggi);
7 – Il maggior numero di angoli battuti dalle avversarie in un unico match, contro l’Inter Milano al ritorno;

8 – La vittoria più larga è stata Südtirol Damen-Fortitudo Mozzecane 0-8;
8 – Il numero massimo di reti realizzate in un’unica sfida: Südtirol Damen-Fortitudo Mozzecane 0-8;
8 – I match disputati per intero da Martani, quattro consecutivi (record personale) nelle ultime quattro giornate;
8 – Il maggior numero di volte in cui le gialloblù sono terminate in fuorigioco in una sola partita, contro la Riozzese al ritorno;
8 – La Fortitudo ha chiuso il girone di andata in ottava posizione;

9 – I successi: Unterland Damen (0-3), Vicenza (4-1), Riozzese (0-2) e Südtirol Damen (5-0) nel girone di andata, Real Meda (0-1), Vicenza (0-4), Pro San Bonifacio (0-3), Riozzese (3-0) e Südtirol Damen (0-8) nel girone di ritorno;
9 – Le gialloblù doc. Giulia Caliari, Zoe Caneo, Rachele Peretti, Francesca Salaorni, Vanessa Venturini e Alessia Pecchini hanno iniziato la carriera, da bambine, nel settore giovanile della Fortitudo e oggi giocano in prima squadra. Inoltre, se teniamo in considerazione Letizia Malvezzi, Chiara De Vincenzi e Lucia Bonfante (provenienti dalla Primavera di casa), le calciatrici del Mozzecane cresciute nel vivaio sono 9;
9 – Il maggior numero di volte in cui le avversarie sono finite in fuorigioco in una sola partita, contro la Pro San Bonifacio al ritorno;

10 – Le sfide terminate senza incassare reti: Milan Ladies, Unterland Damen, Riozzese e Südtirol Damen all’andata, Real Meda, Milan Ladies, Vicenza, Pro San Bonifacio, Riozzese e Südtirol Damen al ritorno;
10 – I pareggi: Azalee (4-4), Clarentia Trento (2-2), Real Meda (3-3), Milan Ladies (0-0), Azzurra San Bartolomeo (1-1) nella prima parte di campionato, Azalee (2-2), Clarentia Trento (1-1), Orobica (1-1), Milan Ladies (0-0) e Unterland Damen (1-1) nella seconda parte. Nel 2016/17, nessuno tra serie A e i quattro gironi della serie B ha totalizzato così tanti pari. Una curiosità: la Fortitudo ha eguagliato il numero di pareggi stabilito dal Tradate Abbiate nel 2013/14. Dieci segni «x» rappresentano il record di pareggi in unico campionato da quando la serie B ha preso il posto della serie A2 (appunto nel 2013/14), diventando il secondo livello del calcio femminile italiano;
10 – Le partite di Olivieri, in serie B e con la Fortitudo, terminate senza subire gol. Per sette volte Francesca non ha incassato reti in trasferta;
10 – Le reti messe complessivamente a segno da Beatrice Piovani con la maglia della Fortitudo Mozzecane (tutte in serie B): 7 nel 2015/16, 3 nel 2016/17;

11 – Le volte in cui il Mozzecane è passato in vantaggio dallo 0-0. In queste undici occasioni, la Fortitudo ha raccolto 9 successi, 1 pareggio e 1 sconfitta;

12 – Le calciatrici di Fabiana Comin in gol: Rachele Peretti (13 reti), Alice Martani, Chiara De Vincenzi (4), Beatrice Piovani, Nana Welbeck, Valeria Dal Molin e Alessandra Zangari (3), Zoe Caneo, Francesca Salaorni e Francesca Rasetti (2), Mia Zorzi e Francesca Signori (1). Al conto andrebbe aggiunta Veronica Brutti, in rosa fino al 29 novembre: in questo caso, le marcatrici sarebbero 13;
12 – Le giornate trascorse tra le due reti di Rasetti, ossia un girone intero. Francesca ha infatti segnato contro il Südtirol Damen sia all’andata che al ritorno;

13 – Le partite dove la Fortitudo è andata in svantaggio dallo 0-0. In nessuna di tali occasioni, la formazione di Fabiana Comin è riuscita a vincere (7 pareggi e 6 k.o.);
13 – Le reti di Peretti, capocannoniere 2016/17 gialloblù. Rachele aveva già toccato quota 13 gol nella serie B 2014/15 e nella serie A2 2011/12, mentre il record personale è di 14 (serie B 2013/14);
13 – I match disputati nel girone di andata;

14 – Chiara De Vincenzi è la gialloblù più sostituita: 14 volte;
14 – I gol subiti fuori casa. La Fortitudo è la terza miglior difesa esterna del girone C;
14 – Malvezzi ha esordito in serie B (contro l’Unterland Damen all’andata) a 14 anni e 337 giorni. Letizia, classe 2001, è la gialloblù più giovane della rosa;
14 – Le formazioni militanti nel girone C;

15 – I gol subiti in totale tra i 15 minuti iniziali dei primi e dei secondi tempi;
15 – I minuti giocati da Bonfante al suo esordio in serie B. Lucia ha debuttato nella gara di ritorno contro il Südtirol Damen ed è la gialloblù meno impiegata;
15 – Le presenze da titolare di Elisa Fasoli, su 18 apparizioni, alla prima stagione in serie B;

16 – Valeria Dal Molin ha debuttato da titolare in serie B, all’andata contro il Clarentia Trento, a 16 anni e 293 giorni. Esordio con 2 assist;
16 – Il maggior numero di angoli battuti dalle gialloblù in una sola partita, contro il Südtirol Damen al ritorno;
16 – Valeria Dal Molin ha segnato il suo primo gol in serie B, contro il Vicenza all’andata, a 16 anni e 342 giorni;
16 – Le reti arrivate dagli sviluppi di calci piazzati: 7 su punizione, 5 su rigore 4 da angolo;
16 – I gol segnati dalla lunga distanza (11 nel girone di andata, 5 in quello di ritorno);

17 – Francesca Rasetti è la gialloblù più subentrata a gara in corso: 17 volte (record personale in quattro stagioni alla Fortitudo);
17 – Su 26 partite di campionato, sono 17 i secondi tempi in cui la Fortitudo non ha preso gol. Il numero massimo di seconde frazioni consecutive terminate senza incassare è 10, tra la 15ª e la 24ª giornata.
17 – I punti in classifica alla fine del girone di andata;

18 – Le reti incassate nelle seconde frazioni;
18 – Alessandra Zangari ha debuttato da titolare in serie B contro l’Orobica, all’andata, a 18 anni e 71 giorni;
18 – Il maggior numeri di tiri subiti in un’unica sfida, ad opera dell’Inter Milano al ritorno;

19 – Real Meda-Fortitudo 0-1 (match di ritorno) ha rappresentato la gara più breve disputata da Zoe Caneo nel campionato 2016/17: 19 minuti;
19 – Le gare di Olivieri. Un record, per Francesca, in un unico campionato: nel 2014/15 le presenze erano state 8, nel 2015/16 erano state 10;
19 – I risultati utili: 9 vittorie e 10 pareggi;
19 – Le gare in cui la Fortitudo Mozzecane è andata a segno;
19 – I gol presi nei primi tempi;

19,8 – L’età media della squadra. Il Mozzecane, con 19,8 anni media, è una delle formazioni più giovani della serie B;

20 – Le calciatrici utilizzate dal tecnico Fabiana Comin. Al conto, per la precisione, andrebbe aggiunta Veronica Brutti, in rosa fino al 29 novembre; in questo caso le giocatrici impiegate sarebbero 21;
20 – I gol arrivati sommando i 15 minuti centrali tra primi e secondi tempi, ossia dal 15’ al 30’ e dal 60’ al 75’;
20 – Alice Martani ha esordito in serie B in Fortitudo Mozzecane-Azalee 4-4 (1ª giornata) a 20 anni e 99 giorni. Debutto con 1 gol e 1 assist;
20 – Alessandra Zangari ha concluso il suo primo campionato di B, e con la Fortitudo, a quota 20 presenze;

21 – Il maggior numero di falli commessi in una sola partita, contro l’Orobica al ritorno;
21 – Alla sua prima stagione in serie B, Alice Martani è partita 21 volte dall’inizio;

22 – I punti conquistati in trasferta, contro i 15 totalizzati in casa;
22 – Le apparizioni da titolare di Valeria Dal Molin, di cui 12 consecutive (tra la 2ª e la 13ª giornata), alla sua prima stagione in serie B;
22 – Martani gioca da 22 partite consecutive in serie B. L’ultima gara saltata da Alice è stata quella contro l’Orobica alla 4ª giornata;
22 – Gli anni con Francesca Salaorni la cominciato la prima stagione da capitano della prima squadra. Ora ne ha 23;
22 – Le partite di De Vincenzi. Chiara ha stabilito un nuovo record personale di gare giocate in un solo campionato: il precedente (2015/16) era di 20 incontri;
22 – Il minuto in cui la Fortitudo ha segnato di più (3 reti): Alice Martani contro l’Azalee e la Riozzese all’andata, Rachele Peretti contro la Riozzese al ritorno;

23 – Le panchine di Fabiana Comin, alla prima esperienza da capo allenatore in serie B. Bilancio: 8 successi, 10 pareggi, 5 sconfitte;
23 – Le reti realizzate e prese in casa;

24 – Gli incontri di Salaorni. Francesca non aveva mai giocato così tante partite in un solo campionato: al massimo, era arrivata a 22 nel 2015/16;
24 – Le ammonizioni ricevute in totale dalle ragazze di Comin: Francesca Salaorni 5 «gialli», Zoe Caneo 4, Rachele Peretti 3, Alice Martani e Beatrice Piovani 2, Valentina Sossella, Francesca Rasetti, Nana Welbeck, Letizia Malvezzi, Alessandra Zangari, Giulia Caliari, Elisa Fasoli e Veronica Brutti 1;

25 – I centri totali messi a segno nelle prime frazioni;

26 – Le partite di campionato;
26 – Le presenze di Giulia Caliari, Nana Welbeck e Beatrice Piovani: le tre gialloblù hanno pertanto giocato tutte le gare. A seguire, troviamo Alice Martani e Rachele Peretti (25 presenze), Francesca Salaorni, Zoe Caneo e Valeria Dal Molin (24), Chiara De Vincenzi e Francesca Rasetti (22), Alessandra Zangari (20), Francesca Olivieri (19), Elisa Fasoli (18), Valentina Sossella (16), Mia Zorzi (14), Francesca Signori (11), Vanessa Venturini (7), Veronica Brutti (5), Letizia Malvezzi (4), Alessia Pecchini (2) e Lucia Bonfante (1);
26 – I gol realizzati nei secondi tempi;
26 – I match disputati da Caliari e Welbeck. In carriera, Giulia e Nana non avevano mai giocato tutti gli incontri di un singolo campionato;

28 – Le reti fatte in trasferta;

30 – La sfida di ritorno tra Fortitudo e Azzurra San Bartolomeo ha rappresentato per Signori la 30ª presenza con la Fortitudo (tutte in serie B) e la 50ª presenza in carriera tra ex serie A2 e odierna B. Ora Francesca è rispettivamente a quota 34 e 54;

31 – Il maggior numero di falli subiti in un unico incontro, ad opera dell’Orobica all’andata;

32 – Le reti incassate da Francesca Olivieri;

33 – Il maggior numero di tiri effettuati in una sola gara, contro il Südtirol Damen all’andata;

37 – I punti in classifica alla fine del campionato;
37 – Le reti incassate in totale (22 all’andata, 15 al ritorno). La Fortitudo è la quarta miglior difesa del girone C.

40 – Il match di ritorno tra Pro San Bonifacio e Fortitudo ha rappresentato per Chiara De Vincenzi la 40ª presenza in maglia gialloblù (tutte in serie B). Ora è a quota 42;

43 – Caliari gioca da 43 partite consecutive in serie B. L’ultima gara saltata da Giulia è stata Fimauto Valpolicella-Fortitudo 1-0 del campionato 2015/16 (5ª giornata);

44 – Welbeck gioca da 44 partite consecutive in serie B. L’ultima gara saltata da Nana è stata Fortitudo-Inter Milano 0-6 del campionato 2015/16 (4ª giornata).

48 – Le partite disputate di fila da Piovani tra il campionato 2015/16 e il 2016/17. Da quando ha debuttato in serie B, Beatrice è scesa in campo in ogni match;

50 – I giorni di attesi dalla Fortitudo, all’inizio del torneo, per centrare la prima vittoria;

51 – Le reti segnate in totale (25 nel girone di andata, 26 nel girone di ritorno);

63 – Sossella è tornata in campo 63 giorni dopo l’infortunio al ginocchio sinistro subito in Orobica-Fortitudo del 6 novembre 2016. Valentina è rientrata l’8 gennaio 2017 contro il Südtirol Damen;

66 – La partita più lunga di Mia Zorzi (Riozzese-Fortitudo 0-2) è durata 66 minuti;

68 – Il match più corto di Elisa Fasoli, partendo da titolare, è durato 68 minuti (Fortitudo-Fimauto Valpolicella, 26ª giornata);

70 – Le presenze di Sossella con la Fortitudo Mozzecane (tutte nell’odierna serie B). Valentina ha raggiunto tale traguardo nell’ultima giornata contro il Fimauto Valpolicella. Le apparizioni totali tra ex serie A2/odierna B, invece, sono 71 (1 presenza con il Fimauto Valpolicella nel 2012/13);

75 – I gol complessivi di Peretti con la Fortitudo Mozzecane, sommando i vari campionati. Rachele è la calciatrice della rosa ad aver segnato più reti in maglia gialloblù;

80 – Contro l’Orobica al ritorno, Francesca Rasetti ha tagliato le 80 presenze con la Fortitudo Mozzecane (tutte in serie B). Ora le apparizioni sono 86;

90 – Le gare di Giulia Caliari fra ex serie A2 e la B di oggi raggiunte, al ritorno, contro la Pro San Bonifacio. Ora è a quota 94;
90 – Le presenze di Francesca Salaorni con la maglia della Fortitudo Mozzecane (tra serie A, ex A2 e B odierna) tagliate nell’ultima giornata contro il Fimauto Valpolicella;

93 – Zangari ha giocato una sola partita intera, contro il Südtirol Damen al ritorno. Alessandra è rimasta in campo appunto per tutti i 93 minuti;

96 – Il gol realizzato più vicino al fischio finale è stato quello di Veronica Brutti, siglato al 96’ contro il Real Meda all’andata;

99 – L’incontro più lungo del campionato gialloblù è stato Fortitudo-Real Meda: 99 minuti (recuperi compresi);
99 – Le presenze di Giulia Caliari con la maglia della Fortitudo Mozzecane (tra serie A, ex A2 e B odierna) tagliate nell’ultima giornata contro il Fimauto Valpolicella;

100 – Le apparizioni di Alessia Pecchini tra serie A, ex A2 e odierna B (tutte le con la Fortitudo Mozzecane) tagliate al ritorno contro l’Orobica;
100 – Le presenze di Caneo con la Fortitudo Mozzecane (tra serie A, ex A2 e odierna B) raggiunte al ritorno contro l’Unterland Damen. Ora, Zoe, è a quota 106;

154,8 – Prendendo in esame il rapporto tra minuti disputati e gol segnati, Martani ha la miglior media realizzativa della squadra: Alice ha siglato una rete ogni 154,8 minuti;

182 – Le partite complessive, nei vari campionati, disputate da Peretti con la Fortitudo Mozzecane. Rachele è la gialloblù con più presenze della rosa;

200 – Le presenze di Peretti in carriera (180 con la Fortitudo, 20 con il Fimauto Valpolicella) tra serie A, ex serie A2, odierna serie B e vecchia B, quando quest’ultima rappresentava il terzo livello del calcio femminile italiano. Rachele ha tagliato questo traguardo, al ritorno, contro il Südtirol Damen. Ora è a quota 202;

203 – I giorni di digiuno dal primo al secondo gol in campionato di Piovani. Beatrice aveva segnato contro il Clarentia Trento all’andata (9 ottobre 2016) e ha dovuto attendere il 30 aprile 2017 (Südtirol Damen-Fortitudo) per ritrovare la rete;

225 – I giorni trascorsi dalla prima all’ultima giornata di campionato;

230 – La formazione di Fabiana Comin è rimasta a digiuno di gol al massimo per 230 minuti (recuperi compresi), tra la rete di Veronica Brutti contro il Real Meda (3ª giornata) e la punizione di Francesca Salaorni contro l’Unterland Damen (6ª giornata);

291 – I minuti disputati da Malvezzi (3 presenze da titolare, 1 partendo dalla panchina). Quando Letizia è scesa in campo la Fortitudo ha sempre vinto e non ha mai subito gol;

331 – Il numero massimo di minuti in cui Olivieri è rimasta imbattuta (recuperi compresi): la striscia è stata stabilita tra Fortitudo-Orobica 1-1 (17ª giornata) e Inter Milano-Fortitudo 4-2 (25ª giornata). Un altro record in carriera per il portiere gialloblù. Una precisazione: il conto tiene in considerazione solo le gare giocate da Francesca;

364 – Francesca Signori è rientrata in campo il 29 gennaio 2017, dopo 364 giorni dall’infortunio al ginocchio destro subito il 31 gennaio 2016, in trasferta, contro il Real Meda. La centrocampista gialloblù è tornata a giocare contro l’Azalee nella prima giornata di ritorno;

406 – La Fortitudo è riuscita a non prendere reti, al massimo, per 406 minuti (recuperi compresi): dal gol di Elisa Battaglioli al 33’ del primo tempo (Azzurra San Bartolomeo, 21ª giornata) a quello di Valentina Velati al 12’ della ripresa (Inter Milano, 25ª giornata);

535 – La striscia massima di minuti consecutivi in cui il Mozzecane non ha incassato marcature nei secondi tempi (recuperi compresi): dal centro di Simona Cassataro al 55’ (Azalee, 14ª giornata) a quello di Valentina Velati al 57’ (Inter Milano, 25ª giornata);

563 – Il massimo di minuti consecutivi in cui la Fortitudo non ha incassato gol in trasferta (recuperi compresi), stabilito tra la 14ª e la 25ª giornata, ossia dalla rete di Simona Cassataro al 55’ (Azalee, 14ª giornata) a quella di Valentina Velati al 57’ (Inter Milano, 25ª giornata);

1.227 – I minuti disputati dalla Fortitudo nel girone di andata (recuperi compresi). Solo due atlete hanno totalizzato tutti i 1.227 minuti: Francesca Salaorni e Giulia Caliari;

1992 – Alessia Pecchini, nata il 30 maggio 1992, è la gialloblù più esperta. Subito dopo c’è Rachele Peretti, nata il 5 settembre 1992;

1995 e 1998 – Gli anni di nascita più presenti in rosa. Nel 1995 sono nate Giulia Caliari, Valentina Sossella, Zoe Caneo e Francesca Rasetti, mentre nel 1998 sono nate Francesca Olivieri, Elisa Fasoli, Mia Zorzi e Alessandra Zangari;

2001 – L’anno di nascita delle due gialloblù più giovani: Letizia Malvezzi (nata il 19 dicembre) e Lucia Bonfante (12 ottobre)

2.016 – Tra le più giovani della rosa, Valeria Dal Molin (classe 1999) è la gialloblù ad aver disputato il maggior numero di minuti: 2.016;

2017 – L’anno del ventennale della Fortitudo Mozzecane, fondata appunto vent’anni fa.

2.447 – I minuti in cui Caliari è rimasta in campo (recuperi compresi). Giulia è la gialloblù ad aver disputato più minuti;

2.456 – I minuti totali disputati dalla Fortitudo nel campionato 2016/17 (recuperi compresi). La speciale classifica delle gialloblù vede in testa Giulia Caliari (2.447 minuti), poi Beatrice Piovani (2.317), Nana Welbeck (2.310), Francesca Salaorni (2.253), Rachele Peretti (2.228), Valeria Dal Molin (2.016), Zoe Caneo (1.988), Alice Martani (1.858), Francesca Olivieri (1.800), Chiara De Vincenzi (1.738), Elisa Fasoli (1.507), Valentina Sossella (986), Francesca Rasetti (688), Vanessa Venturini (656), Francesca Signori (636), Alessandra Zangari (597), Veronica Brutti (337), Mia Zorzi (310), Letizia Malvezzi (291), Alessia Pecchini (37) e Lucia Bonfante (15).

Credit Photo: Graziano Zanetti Photography

Coppa Italia: posticipate le Semifinali

Le semifinali di Coppa Italia calcio femminile in programma il 31 maggio sono state posticipate. Brescia-Tavagnacco si giocherà venerdì 2 giugno alle 17.30. Il derby toscano Empoli Ladies-Fiorentina Women’s andrà in scena sabato 3 giugno alle 17.30 allo stadio “Carlo Castellani” di Montelupo Fiorentino (PI).

Primavera e Juniores: la fase nazionale entra nel vivo

Inizia la corsa al titolo dei quattordici sodalizi Primavera dei club nazionali di A e B. La 1^ giornata della Fase Nazionale, riservata alle calciatrici nate dal 1 gennaio 1998 in poi con la possibilità di schierare due fuoriquota del 1997, è in programma domenica 28 maggio alle ore 15.30. Lo stesso giorno alla stessa ora si giocano le gare d’andata degli abbinamenti e la 2^ giornata dei Triangolari delle squadre Juniores regionali.
Riguardo la Primavera c’è un solo anticipo al sabato alle 18.00, si tratta di Pro San Bonifacio-Padova (Q2). Sassuolo-Grifo Perugia si disputa all’ex Sporting della frazione Cavazzoli di Reggio Emilia.
Un anticipo anche nella Juniores. Sabato 27 alle 17.30 si gioca Firenze-Libertas al comunale San Marcellino di Firenze. Il calcio d’inizio di Lavagnese-Bologna è posticipato alle ore 18.00 al campo Riboli di Lavagna.

Le designazioni arbitrali:
PRIMAVERA
T1) Res Roma – Pink Bari (Stefania Menicucci di Lanciano) Riposa vincente Campania
T2) Inter Milano-Molassana Boero (Anna Scapolo di Padova) Riposa Juventus Torino
Q1) Fiorentina Women’s-Jesina (Ruben Celani di Viterbo), Sassuolo-Grifo Perugia (Deborah Bianchi di Prato)
Q2) Pro S. Bonifacio-Padova (Fabio Cattaneo di Monza), AGSM Verona-Marcon (Daniele Cannata di Faenza)
Riposerà nella seconda giornata il club che ha vinto il primo incontro.

JUNIORES
A1) Pinerolo-Fiammamonza (Giuseppe Mansueto di Verona)
A2) Firenze-Libertas (Andrea Beldomenico di Jesi)
T1) Lavagnese-Bologna (Edoardo Papale di Torino)
Riposa Riccione

Credit Photo: http://calciofemminile.lnd.it/

Vincenti Coppa Italia Regionale – Fase Regionale

Domenica 28 maggio alle 15.30 scendono in campo anche le vincenti delle Coppe Italia Regionali impegnate nella 2^ giornata dei Triangolari, e l’andata e un ritorno degli abbinamenti della Fase Nazionale. Lavagnese-Riccione è l’unico posticipo con calcio d’inizio fissato per le ore 16.00. Florentia-Vivialtoteveresansepolcro si gioca al “Pazzagli” di Località Ponte a Niccheri

A1) Azzurra-Real Colombo (Niccolò Fucci di Salerno)
A2) Lavagnese-Riccione (and. 0-0; Daniel Caldirola di Milano)
A3) Brixen-Graphistudio Pordenone (Andrè Scialla di Vicenza)
T1) Florentia-Vivialtoteveresansepolcro (Andrea Zanotti di Rimini)
Riposa: Real Bellante

La “svedese” in casa Jesina: Alba Guidobaldi

In vista dei prossimi impegni della Primavera, la quale disputerà i quarti della Fase Finale Nazionale (28 Maggio FIORENTINA WOMEN’S-JESINA; 31 Maggio JESINA-SASSUOLO e il 4 Giugno JESINA-GRIFO PERUGIA), abbiamo fatto due chiacchiere con Alba Guidobaldi “la svedese”.

La leoncella dai tratti somatici nordici ecco cosa ci rivela:
“Sono molto emozionata al pensiero della partita di domenica a Firenze perché, sebbene per me non sia la prima volta disputare i quarti della fase nazionale Primavera, iniziare con una squadra come la Fiorentina fa certamente un certo effetto! Non siamo spaventate dalle viola, ma conosciamo il loro ottimo valore calcistico. Come conosciamo d’altronde anche quello del Sassuolo, avendolo già affrontato in campionato, l’incognita potrebbe essere qualche rinforzo che le emiliane recupereranno tra le ragazze che hanno vinto la serie B, ma anche con loro scenderemo in campo consapevoli di voler vincere.”

Alba classe 2000, difensore centrale, in maglia biancorossa da quando aveva 7 anni, già l’anno scorso aveva raggiunto questa fase e proprio ricordando tali momenti ci dice:
“L’anno scorso vincevamo 4 a 0 contro l’Empoli Ladies e siamo andate a perdere 6 a 5, per non parlare della sconfitta a Roma. Quest’anno sono certa che faremo meglio. Siamo una squadra molto coesa e compatta, siamo arrivate fin qui per andare a vincere lo scudetto! Mi piacerebbe fare un goal in queste prossime partite, ma è ovvio che sarei ugualmente soddisfatta di chiunque della mia squadra segni, l’importante è vincere tutte insieme!”

Alba una ragazza dalle idee molto chiare e concrete aggiunge:
“Penso che il caldo ci potrà dare qualche punto di svantaggio nell’esprimere ciò che siamo realmente, ma diciamo che in questi giorni di allenamento ci stiamo già mettendo alla prova per essere preparate al meglio anche sotto questo aspetto, quindi sono tranquilla. Un’altra difficoltà, o meglio dispiacere, saranno le assenze di due mie care compagne di reparto, Durante e Gallina, alla partita di domenica. Mi mancheranno perché con loro ho instaurato un grande feeling ma vorrà dire che faremo risultato anche per loro!” “Vorrei ringraziare mister Iencinella per avermi insegnato tanto, e spero che possa insegnarmi altrettanto! Sono stata molto contenta del suo ritorno perché con lui si è creato un bellissimo rapporto: è sempre disponibile per qualsiasi problema che è normale si venga a creare in una squadra e questa comprensione a noi donne serve particolarmente.”

Chiamato in causa,  abbiamo interrogato anche il mister, di cui tutte sembrano innamorarsi :
“Che dire di Alba?! Tatticamente è cresciuta tantissimo. Apparentemente non accetta i miei suggerimenti, ma in realtà li segue alla perfezione. Pensa che io ce l abbia con lei, invece, la presso molto perché vedo che apprende con grande facilità. Sono contento che lei mi stimi, inutile dire che ho un’altissima considerazione di lei come di tutte le mie bimbe. In vista della partita con la Fiorentina Women’s invece, devo ammettere che non sono soddisfatto degli allenamenti della squadra: le ragazze si sono applicate al 30%. Domenica andiamo ad affrontare una squadra con un eccellente organico e con una allenatrice come la Colzi decisamente valida perciò servirà un impegno maggiore rispetto alle ultime sedute. Ce la giochiamo alla pari con tutte, starà a Noi scrivere una nuova pagina della storia della Jesina.”

Volete sapere oltre allo scudetto qual è il sogno di Alba Guidobaldi?
“Bhè, come credo tutti i giocatori mi piacerebbe riuscire ad indossare la maglia azzurra!”

Credit Photo: http://www.jesinacalciofemminile.it/

DA NON PERDERE...

tuttocampo.it