Alessia Capelletti, portiere del Tavagnacco, è intervenuta nella diretta Instagram dello storico tifoso interista Biagio Privitera sulla sua pagina (biapri.58) ed ha parlato del suo futuro e della memorabile stagione dell’Inter delle invincibili.

“Sono nata come giocatrice con capitano Angela Locatelli al Mozzanica quindi provo una profonda stima per lei. Secondo me un portiere non dovrebbe fare il capitano, non perché io non ritenga di avere le qualità ma perché ci sarebbero dei problemi nella comunicazione con l’arbitro data la grande distanza. Preferirei essere un capitano silenzioso, senza la fascia ma avendo il rispetto della squadra.”

“Indossando la maglia dell’Inter e del Tavagnacco provi un grande onore e per onorarla devi dare il massimo ad ogni allenamento e ad ogni partita.”

“Ora sicuramente voglio continuare a fare la calciatrice però sto cominciando a mettere qualche base per il futuro, per ora ho 2 strade: una è quella della comunicazione, magari in televisione, l’altra è quella dell’allenatrice dei portieri con cui ho anche già avuto qualche esperienza.”

“Ad inizio stagione non ci saremmo aspettate di arrivare in fondo al campionato con zero sconfitte, giocavamo ogni partita come una finale. Volevamo rimediare alla superficialità della stagione precedente nonostante fossimo consapevoli dei nostri mezzi. C’era una grande voglia di dimostrare a tutti di che pasta eravamo fatte.”

Credit Photo: Vanni Caputo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here