Il 2021 che sta per chiudersi in casa del Brescia Calcio Femminile è stato un turbine di emozioni a non finire.

Cominciamo dai primi mesi dell’anno, dove le Leonesse hanno faticato molto per ottenere la salvezza in Serie B, raggiunta nella gara vinta in casa del Pomigliano, dato che la dirigenza ha dovuto provvedere anche al cambio di allenatore, da Simone Bragantini a Maria Macrì con il supporto di Fabio Treccani. Una salvezza che è stata dedicata a Giampaolo Valnegri, preparatore delle portieri delle biancoblù scomparso pochi giorni dopo aver centrato l’obiettivo stagionale.

Ma è a fine aprile che sancisce la grande rivoluzione biancoblù. Giuseppe Cesari decide di cedere la società a Clara Gorno, e la neo proprietaria del BCF ha le idee chiare per il suo club, ovvero quello di riportarlo in tempi brevi nei grandi palcoscenici del calcio. Prima però bisogna provare a fare bene nella Serie B 2021/22, perciò la rosa cambia molto: lasciano calciatrici come Chiara Massussi, Federica Parsani, Camilla Ronca, Denise Brevi, Karin Previtali, ed entrano Benedetta Maroni, Roberta Ballabio, Jenny Hjohlman, Lia Lonni, Giulia Asta e Laura Perin, a cui si aggiunge l’innesto di poche ore fa di Maddalena Porcarelli. A guidare le ragazze è stato scelto Elio Garavaglia. Anche a livello dirigenziale c’è aria di rinnovo: Diego Rossi subentra a Cristian Peri come Direttore Sportivo, mentre Pietro Sbaraini assume il ruolo di Direttore Generale. Come se non bastasse la Prima Squadra torna ad allenarsi, dopo tanti anni, nella città di Brescia, precisamente al Centro Sportivo Mario Rigamonti.

Nelle prime battute di campionato si capisce che qualcosa potrebbe nascere: dopo undici giornate il Brescia occupa la seconda posizione, ad un punto dalla capolista Como che, tra l’altro, è stato sconfitto proprio dalle biancoblù. Inoltre, il Brescia sta rivedendo la Luana Merli dei migliori anni, visto che in cadetteria ha segnato ben otto reti, risultando, al momento, la miglior marcatrice del torneo.

Nel galà di Natale organizzato dal club biancazzurro la Presidentessa Clara Gorno ha voluto tenere un profilo molto basso, dicendo: «La palla è tonda, non mi piace fare previsioni, quindi non dico niente, ma sono molto sorpresa di vedere questa squadra al secondo posto, ognuno di noi ha il proprio sogno, vedremo quale sarà invece il nostro». Chissà, magari il sogno potrebbe essere la massima serie. Avverrà nel 2022? Lo scopriremo molto presto…

Photo Credit: Brescia Calcio Femminile

Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha tre esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio, ManerbioWeek e BresciaOggi, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.