La Serie B, dopo la spettacolare terza giornata, si appresta a vivere il suo quarto turno di campionato.

Il Brescia e il Chievo Verona vogliono continuare a restare al vertice della cadetteria, anche se dovranno fare attenzione a Cittadella e Palermo.
Le Leonesse lo scorso anno hanno sofferto molto il gioco delle padovane, non a caso entrambe le gare si sono concluse con un pari, e il campionato delle granata, con la vittoria di domenica sul Ravenna, potrebbe avere avuto la svolta giusta.
Le clivensi non devono sottovalutare invece la rabbia che le rosanero hanno nel cuore, perché hanno tutta l’intenzione di cercare nella loro casa un risultato utile di livello.

Pink BariSan Marino Academy è il match più atteso di questo turno, con le sanmarinesi che, forte del 3-0 sulla Roma Calcio Femminile, vuole cominciare a mettere fuori gioco le baresi che sono una delle concorrenti alla promozione, invece le biancorosse vorrebbero continuare la striscia positiva, e cercare di centrare la terza vittoria consecutiva.

Il Cortefranca intende assimilare la sconfitta subita nella tana della Pink, provando a fare il colpo grosso col Ravenna che, invece, intende risollevarsi dalla cocente beffa ricevuta in casa del Cittadella cinque giorni fa.

La Pro Sesto e la Torres hanno l’intenzione di togliersi lo zero dalla loro classifica, ma non avranno sfide facili, perché le sestesi giocheranno col Tavagnacco, formazione di grande livello e che nel turno precedente ha rifilato cinque gol all’altro neopromosso Palermo, invece le sassaresi avranno davanti il Como che vuole cancellare la brutta botta ricevuta domenica scorsa contro il Brescia, e poi perché le lariane vorrebbero dedicare un’eventuale successo a Federica Cavicchia e a Chiara Cecotti, rimaste infortunate durante le prima gare di campionato.

Chiudiamo con Roma Calcio FemminileCesena, con la gara che vede le cavallucce favorite sulle giallorosse, ma, come ben sappiamo, una gara ha una sua storia, perciò, se le bianconere non manterranno la concentrazione per tutti i novanta minuti, la sorpresa può essere dietro l’angolo.

Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha due esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio e ManerbioWeek, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.