In avvicinamento del prossimo mondiale femminile, il cammino delle azzurre passa per un amichevole di grande prestigio, che si svolgerà Lunedì 10 Ottobre alle ore 18:30 alla stadio di Genova, ovviamente in diretta sui canali della Rai, dove andrà in scena Italia vs Brasile.

Un test importante, con una nazionale di altissimo livello e di primissima fascia, inizia cosi come era stata preventivamente idealizzato da queste pagine virtuali una serie di amichevoli con squadre sicuramente più di fascia più forte per non farsi trovare impreparate al mondiale ed abituarci fin da subito a giocare anche perdendo con squadre nettamente più forti e dal grande blasone internazionale, per evitare la mattanza subita dalla Francia nella gara di apertura dello sventurato europeo che ci ha visto uscire male dopo appena 3 partite, e soprattutto ci ha visto travolgere dalla potenza della Francia nella partita inaugurale.

Si va dunque verso il mondiale passando per la strada più difficile, ovvero iniziando ad affrontare squadre di altissimo blasone che ci possono anche, nel caso di una sonora sconfitta, abituare a giocare ad alti livelli e non farci trovare impreparate al prossimo mondiale.

Questa ipotesi era stata fatta proprio dalle croniste Morace e Serra dopo l’eliminazione post europeo, per ricostruire il gruppo italiano ci volevano sicuramente forze fresche e queste sono sicuramente arrivate dalla convocazioni del ct Milena Bartolini che ha chiamato giocatrici più giovani che stanno facendo tanto bene in campionato come ad esempio Cantore, Greggi, Glionna, giusto per fare alcuni nomi, ma allo stesso tempo vuole fare fare le ossa alla sua Nazionale passando anche da eventuali sconfitte contro dei team di assoluto valore quali in Brasile.

Le nostre ragazze, infatti, dopo essersi rotte le ossa contro una Francia con noi davvero straripante, fanno assolutamente bene ad affrontare grandi club in preparazione di questo lungo anno che ci porterà dritto al mondiale. Abbiamo visto ad esempio lo scorso anno come la Champions a giorni abbia fatto alzare ancora di più l’asticella al gioco della Juventus che è diventato più cinico e soprattutto più europeo, cosa che si ripeterà anche quest’anno visto che sia la Juventus e anche la AS Roma hanno passato i turni preliminari e ora sono entrambe nella fase a gironi.

Il calcio femminile italiano ha sempre più bisogno di certezze in Italia ma ha anche inevitabilmente bisogno di contaminarsi con il calcio europeo e mondiale che da tempo è una spanna sopra il nostro.

Questo di fare amichevoli di lusso, infatti, è l’unico sentiero da percorre per alzare l’asticella e allo stesso tempo per recuperare anche il pubblico perso con l’Europeo.

Danilo Billi è un giornalista pubblicista da circa 20 anni. Nativo di Bologna, ha mosso i primi passi lavorativi nella città natale nell’ambito sportivo, seguendo dapprima la Fortitudo Baseball e poi la Pallavolo femminile di San Lazzaro di Savena in serie A1. Per gli anni a seguire ha collaborato con la Lega Volley Femminile, prima di approdare a Pesaro, dove è stato capo fotografo per oltre 10 anni dell’ex Scavolini Volley di A1 e redattore a Pesaro, dove attualmente vive, per il Messaggero, il Corriere Adriatico e Pesaro Notizie (web). Si è occupato del Bologna Football Club per diverse stazioni radio emiliane, come Radio Logica e Radio Digitale, dopo di che ha iniziato a scrivere per la fanzine Cronache Bolognesi e ha collaborato con altri siti e app che si occupano, tra l’altro, di calcio femminile, che negli ultimi anni ha rappresentato la maggior parte della suo impegno giornalistico. Ha scritto due libri di narrativa attinenti al calcio Bolognese e al suo tifo e uno lo scorso anno relativo alla stagione del Bologna calcio femminile edito dalla collezione Luca e Lamberto Bertozzi.