Le giocatrici del Fleury, dopo una sconfitta striminzita contro il Paris Saint-Germain (1-2), speravano di riconquistare la vittoria contro Le Havre. Nella prima mezz’ora di gioco Il Fleury riesce ad imporre il proprio gioco e creare diverse occasioni. Ewelina Kamczyk apre lo score all’8’ minuto mentre Dominika Grabowska raddoppia il punteggio al 25’. La formazione di Fabrice Abriel si guadagna così un vantaggio importante. Tuttavia, le giocatrici di Le Havre continuano a combattere. Ines Benyahia, l’internazionale francese Under 23, prestata da Lyon al HAC, realizza una doppietta decisiva. Si rivelano determinanti i gol realizzati dalla giovane al 30’ e al 58’ (rigore).

In questo modo Le Havre rimane imbattuto da 6 partite (2 vittorie, 4 pareggi) e le Havraises sembrano saldamente agganciate nel mezzo della classifica mentre il Fleury mantiene il suo quarto posto.

In questa 9 giornata di campionato, il Bordeaux si è imposto sul Lille, rompendo una serie di 8 partite senza vittoria. Un incontro nel quale Abigail Kim ha dimostrato una prestazione a dir poco eccellente. Quest’ultima apre il punteggio al 21’ minuto della partita. Nel secondo tempo la rete di Hawa Sangaré al 62’ viene seguita 4 minuti dopo dal gol della doppietta di Abigail Kim. Il 3-0 della squadra di casa chiude definitivamente il punteggio.

In aggiunta alla vittoria, il Bordeaux ha battuto il suo record di calci di rigore in una stagione, con 7 tiri. Dopo questo risultato Lille occupa il nono posto in classifica, con 6 punti, mentre la squadra di Patrice Lair si trova nella decima posizione, con 5 punti. Nella prossima giornata alle due squadre  aspettano delle partite non semplicissime, il Bordeaux giocherà in trasferta a Digione, mentre la squadra di Rachel Saïdi andrà a giocarsela a Lione.

Il Saint-Étienne arriva allo stadio Gaston-Gérard con la voglia di riconfermare il successo contro il Lille (1-2) ottenuto la scorsa settimana.

Grazie ad un colpo di genio Kess Elmore, da oltre 30 metri, sorprende il portiere del Digione al 30’.

Al ritorno dagli spogliatoi, il Saint Étienne riscontra un inizio di secondo tempo più complicato. Maria Diaz permette infatti al Digione di pareggiare dopo soli due minuti di ripresa del gioco (47’). Poco dopo, un fallo in area di rigore regala un’altra occasione d’oro che il Digione sfrutta con determinazione; dal dischetto Léa Declercq regala il vantaggio del 2-1 (51’). Le giocatrici del Digione non si accontentano e ampliano rapidamente il divario con il gol di Klaudia Jedlinska (58’). Nonostante tutto le Stéphanoises, guidate dal loro capitano Solène Champagnac, riavvicinano il punteggio grazie a un gol firmato da Cindy Caputo (Digione, 65’).
Nuova delusione”, dichiara Laurent Mortel alla fine dell’incontro. “Abbiamo affrontato un primo periodo in maniera coerente, nonostante le occasioni create facciamo delle scelte sbagliate.  Come ho detto alle mie giocatrici, siamo padroni del nostro destino e non dobbiamo aspettarci niente da nessuno. Torneremo al lavoro lunedì per iniziare la preparazione della partita contro il Guingamp che sarà molto fondamentale per il nostro percorso in campionato“.

Nonostante la loro determinazione negli ultimi minuti, le Verdi non sono riuscite a recuperare il punteggio, la sconfitta le riporta nella zona di retrocessione dopo il successo di Bordeaux contro Lille.

Tre giorni dopo la sua sconfitta a Chelsea in Champions League, il Paris FC, secondo in campionato, ha ottenuto solo un pareggio (1-1) questa domenica pomeriggio.

A Reims, questa quinta partita in 15 giorni si è rivelata complicata per il Paris FC.

È la prima volta, eccetto la sconfitta contro il Lione (1-6), che la squadra parigina perde punti in questa stagione. Sempre seconde in campionato (7 vittorie, 1 pareggio, 1 sconfitta), il PFC vede il PSG avvicinarsi in classifica (considerando le due partite da recuperare). Nonostante un dominio totale, come dimostrano le statistiche della partita (70% di possesso per il PFC, 20 tiri di cui 5 inquadrati contro 2 a Reims), la squadra di Sandrine Soubeyrand non è riuscita a concretizzare. Rachel Corboz segna la prima rete per la squadra di casa all’8’  minuto (1-0, 8) e il Paris FC riesce a salvare la partita e ottenere un punto sul gol di Margaux Le Mouël verso la fine del secondo tempo (76’).

Viste le tante occasioni che abbiamo avuto, avremmo dovuto ottenere una vittoria”, ritiene Sandrine Soubeyrand. “Dobbiamo accontentarci di un punto perché non abbiamo trovato soluzioni. Era la nostra quinta partita in 15 giorni e veniamo da una partita di Champions League. Si sa che contro una squadra che gioca a basso livello ci vuole lucidità. È un po’ frustrante ma bisogna continuare a lavorare per continuare ad emergere di fronte a qualunque avversaria”.

Anche il PSG, dopo la sconfitta in Europa, riprende la rotta del campionato e affronta il Montpellier. Le parigine sentono un forte desiderio di riscatto dopo l’ultima gara e apre rapidamente il punteggio con Katoto dopo 120 secondi. Il Montpellier pareggia su rigore battuto da Robert al 27’ regalato dal PSG su un fallo di mano. Il PSG non perde di vista l’obbiettivo e riparte con il gol di Geyoro al 42’ prima della fine del primo tempo. Nonostante qualche ripartenza del Montpellier, il PSG si mette al riparo nel secondo tempo con due nuovi gol firmati da Vangsgaard  65’ e Chawinga al 93’ contando anche su una ottima prestazione del portiere parigino Kierdzynek. Il Paris si è dimostrato coerente, efficace e si è rimesso in carreggiata dopo due performance negative in Champions League.

l Lione si impone a Guingamp con un’ulteriore vittoria ricca di gol, 5 gol segnati e un gol subìto. È notevole la gara di Ada Hegerberg che non si accontenta mai e firma 2 gol in questa partita. Lindsey Horan sblocca il punteggio per il Lione al quarto minuto. Con questo gol, Lindsey Horan firma il suo quinto gol della stagione. Il secondo gol della partita è un’autorete sfortunata da parte di Emmy Jézéquel al 15’ che tocca il pallone con la coscia sinistra. Daniëlle Van de Donk segna la terza al 29’ del primo tempo e porta il Lione in vantaggio di 3-0. Sarah Cambot accorcia il risultato  alla fine della prima metà di gioco.

Ada Hederberg è la protagonista assoluta degli ultimi 45 minuti del match, realizza infatti una doppietta segnando rispettivamente al 71’ e al 95’ minuto. In aggiunta alla vittoria, il Lione ragiunge ufficialmente il suo record di tiri nella sua stagione, con 31 tiri mentre il Guingamp raggiunge la peggiore percentuale di possesso palla della stagione con il 33%. Con questo risultato la squadra di Lione occupa il primo posto della classifica a 27 punti, mentre la squadra di Guingamp si trova a 7 punti in ottava posizione.

Nata a Roma il 14/10/2002 e iscritta al corso di laurea triennale in Scienze Politiche Relazioni Internazionali, sono italo-francese e conosco anche l’inglese. Sono una giocatrice e appassionata di calcio attualmente in Erasmus che segue con assiduità il calcio sia maschile che femminile. Ho sempre seguito la massima categoria italiana femminile con molto interesse ma vivendo a Parigi attualmente cresce sempre di più il desiderio di seguire dei campionati esteri e in particolar modo la Division 1 femminile francese.