Justine Lerond, il portiere francese è tesserato al Club au Scapulaire, fino al 2024 e indosserà il numero 16 per il Bordeaux.

Nata il 29 febbraio 2000 a Metz, Justine Lerond ha mosso i primi passi con MJC Volmerange-lès-Boulay nel 2007. Si è poi trasferita a CA Boulay e poi APM Metz. Già molto vincente a soli 15 anni, il giovane portiere conosce la sua prima selezione internazionale con la Francia U16, l’8 aprile 2015.

Durante la stagione 2015-2016, Justine è passata all’FC Metz. È entrata a far parte dell’INSEP nel 2015 e si è evoluta durante il suo primo anno in Nazionale U19. Portiere molto promettente, è entrata rapidamente (nel 2017) nella prima squadra del club della Mosella, in D1 Arkema.Justine difende i colori di Messines per 7 stagioni. In totale, ha giocato più di 80 partite con la maglia granata. Contribuisce all’ascesa in P1 di Messines essendo stata incoronata campionessa francese di P2, nel 2018.

Anche co il Moselane ha indossato più volte la maglia tricolore. Ha 46 presenze tra i giovani nella squadra della Francia. Dopo aver superato le categorie U16, U17, U19, U20 e U23, è stata incoronata campionessa europea con l’U19 nel 2019. Nello stesso anno ha ricevuto la sua prima convocazione nella squadra della Francia A. des Bleues e partecipa a Euro 2022 in Inghilterra, come 3° portiere della Francia.

Sul sito del Bordeaux è già festa per l’ingaggio della giovane promessa che presto sarà la numero uno tra i pali francesi.

Credit Photo: Bordeaux

Paolo Comba, giornalista pubblicista iscritto all’Ordine dei Giornalisti di Torino, dopo il conseguimento del Tesserino ha collaborato per varie testate giornalistiche seguendo il Giro d’Italia (per cinque edizioni), i Campionati del Mondo di SKI a Cortina, gli ATP FINALS di Tennis a Torino, i Campionati Italiani di Nuoto ed ha intrapreso, con passione e professionalità, dal 2019 a Collaborare con Calcio Femminile Italiano. Grazie a questa Testata ho potuto credere ancora di più a questo Movimento, sia nelle gare di Serie A che in Nazionale maggiore, ed a partecipare di persona all’ Argarve Cup ed ai Campionati Europei in Inghilterra. Ad oggi ricoprendo una carica di molta responsabilità, svolgo con onore questa mia posizione, portando ancora di più la consapevolezza di poter dare molto per lo sviluppo e la vibilità del Calcio Femminile in Italia e all’estero poiché lo merita per la sua continua crescita.