I negoziati tra la Liga Profesional de Fútbol Femenino e i sindacati, incaricati a garantire un nuovo contratto collettivo che regoli i diritti delle calciatrici della Liga F, si avvicinano a un esito positivo.

Secondo Mundo Deportivo e il principale portale di notizie sportive spagnolo AS, la crescente intesa tra club e sindacati lascia trapelare che nel corso di questa settimana possa arrivare una fumata bianca. Giovedì, infatti, si svolgerà un nuovo incontro tra le due parti.

Le trattative hanno avuto inizio quasi due anni fa, nel luglio 2022, quando la LPFF, rappresentata dalla presidente della divisione Beatriz Álvarez e dal e il suo vicepresidente Rubén Alcain, inaugurarono la discussione insieme ai cinque sindacati coinvolti, a loro volta rappresentati da AFE, FutPro, Futbolistas ON, Comisiones Obreras e UGT. L’obiettivo comune prefissato consisteva nel gettare le prime basi per procedere verso la firma di un nuovo contratto collettivo volto a raggiungere obiettivi comuni che andassero a vantaggio dei club, delle calciatrici e del calcio femminile.

Ad oggi la situazione è in costante miglioramento, sebbene a inizio stagione il clima fosse teso. Dopo un intero ciclo di riunioni infruttuose, le giocatrici scioperarono proprio all’inizio della stagione corrente a causa di mancanza di garanzie sul salario minimo, impedendo, di fatto, lo svolgimento della prima giornata di campionato.

Quel gesto ha sortito l’effetto sperato: sul fronte del salario minimo sono stati stabilite cifre pari a €21.000 quest’anno, €22.500 l’anno prossimo e € 23.500 nel 2025-26. La situazione appare ancora nebulosa sotto altri aspetti economici inerenti all’anzianità, alla lista retributiva, al bonus partita, all’indennità per la fine del contratto a tempo determinato e, infine, ai trasferimenti a tempo determinato e indeterminato.

Temi come la maternità, i punti sullo sviluppo dell’uguaglianza o i diversi protocolli contro le molestie sessuali o sul posto di lavoro verrebbero lasciati per ultimi, essendo questi i più facili da concordare. L’auspicio è che entro la fine della corrente stagione di Liga F, prevista per il 15/16 giugno, avvenga la firma del tanto acclamato contratto collettivo, per il bene di tutto il calcio femminile spagnolo.

FONTEAS
Niccolò Larocca
Nato il 6 agosto 1995. Laurea triennale in Lingue e letterature straniere presso l’Università degli studi di Milano conseguita nel 2019 e master di giornalismo multimediale presso la 24 Ore Business School completato nel 2024. Da sempre appassionato di calcio e sport, con le sue dinamiche e le sue storie da raccontare. Credo nei valori che accompagnano il calcio femminile e nella sua potenziale crescita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here