Credit Photo: Paolo Comba

La Juventus si appresta ad affrontare la gara contro lo Zurigo, per la quinta gara di Champions, ed il tecnico Joe Montemurro afferma: “ Mentalmente la squadra sta bene e questo è importante. Poi ci sarà qualche giocatrice che ha bisogno di più tempo per recuperare. Ma c’è energia ed entusiasmo. L’unica da valutare è Gunnarsdottir”.

La Juve cercherà allo Stadium i tre preziosi punti, per poi giocarsi il tutto per tutto a Lione contro l’Olympic: Non so se sia un effetto Montemurro, dichiara il mister, è una situazione di gruppo. Bisogna avere la mentalità giusta per giocarsela con le top, dovevamo togliere questa mentalità di inferiorità. Avevamo bisogno del controllo del gioco ma è una cosa che abbiamo fatto tutti. Ma questo è un punto di partenza.

Quindi per la gara di domani sera, vi è un solo obbiettivo:” Lo Zurigo non vuole uscire da questo girone senza fare punti. Noi dobbiamo essere attenti e fare il nostro gioco. Dobbiamo avere la giusta mentalità e non vedo problemi, poi ci sono i momenti. Noi siamo pronti”.

 Dobbiamo essere molto pazienti per capire dove sono gli spazi. Quando rallentare e quando andare in velocità. Non ci sarà spazio tra le linee, loro difendono in tante. Dovremo trovare un po’ di ampiezza. Noi dobbiamo essere in comando della partita”.

Bisogna solo capire le situazioni, che siano di difficoltà o meno, prosegue Montemurro nella conferenza stampa del pre-gara, tutti guardiamo la classifica e i risultati. I dati delle ultime partite sono positivi rispetto all’anno scorso. È stato più un passaggio che tutte le squadre passano, non puoi stare sempre al top. Dobbiamo sempre sforzarci di fare le cose meglio. Siamo stati onesti con noi e da lì ho visto una grande crescita”.

Alla domanda se nel perno d’attacco bianconero manchi un qualcosa, e se questo gap tecnico potrebbe essere riempito da Sofia Cantore, il tecnico chiude: Sofi per noi è molto importante. Lei è abituata a fare il riferimento centrale, la nostra mentalità d’attacco è più fluida. Lei deve trovare coraggio per rischiare ed entrare in partita nei momenti giusti. Io ho grande fiducia e diventerà una calciatrice importante per la Juve e per l’Italia”.

Paolo Comba, giornalista pubblicista iscritto all' ordine di Torino, ho conseguito il tesserino da Giornalista collaborando da prima con quotidiani on line ( settore calcistico giovanile : “11 giovani.it” e “gioca a calcio.it", in Piemonte) per entrare, successivamente, in redazione a Torino del settimanale cartaceo di “ Sprint&Sport" e Terzo Tempo (settore calcistico dilettantistico Regione e Nazionale - Professionistico – Serie D). Collaboro dal 2018 con RCS Sport per il Giro d' Italia (seguendolo in tutte le tappe) e nel Giro 103 ho collaborato come addetto stampa per quotidiani on line di ciclismo ( bikenews ). Appassionato di Sci alpino e nordico segue gare Mondiali e Coppa del Mondo dal 2000. Credo che il CALCIO FEMMINILE ITALIANO sia un movimento in grande crescita e debba avere le stessa visibilità del mondo “ maschile", pertanto, contribuisco a questo grande obbiettivo.