Credit: Mediterranea C5
Nel girone A di Serie B di futsal a lottare per i primi posti ci sono le sarde della Mediterranea, a punteggio pieno dopo le cinque gare disputate sino ad ora. In casa cagliaritana abbiamo raggiunto Jasmin Michela Cossu, al quinto anno in squadra, per qualche battuta sull’inizio di stagione. Queste le parole della laterale classe 1991.

Sulle aspettative
“Le aspettative di inizio stagione erano e sono tutt’ora alte. Speravamo sicuramente in un inizio positivo e, non per presunzione, ma dato l’organico della squadra non potevamo aspettarci niente di diverso. La squadra è stata rinforzata con degli innesti di esperienza, come Gasparini e Titova ma anche con dei giovani prospetti talentuosi”.

L’ultima uscita con la Polisportiva 1980
“É stata sicuramente una gara a senso unico, il risultato parla chiaro. Sin da subito siamo partite col piede giusto, forti anche del rientro di Filipa Mendes che non si è fatta attendere col suo contributo. Abbiamo dimostrato che sappiamo giocare e che abbiamo tante qualità ma, soprattutto, che dalla prima all’ultima giocatrice ci si può aspettare sempre un qualcosa di positivo”.

La settimana di sosta
“Abbiamo sicuramente ricaricato le batterie, sia dal punto di vista fisico che da quello mentale. Ci aspettano cinque partite difficili contro le nostre dirette concorrenti in classifica, il famoso giro di boa. Ci giochiamo tanto dal punto di vista del punteggio, anche in vista della Coppa Italia”.

Sul girone A
“É un girone insidioso nel quale anche l’ultima squadra del girone può metterci in difficoltà e noi, purtroppo, a volte pecchiamo a livello psicologico. Ci sono ottime squadre e varie concorrenti per la vittoria del campionato”.

Sulla Coppa Italia
“É sicuramente un obiettivo della squadra, bisogna prima di tutto ripetere i traguardi degli anni scorsi e cercare di superarli. La squadra può fare tanto e ci crediamo fortemente”.

Prossimo match sfida all’Athena Sassari
“Domenica ci aspetta uno scontro diretto molto importante. É una squadra di esperienza e molto attrezzata. Ci aspettiamo un incontro duro, sotto tutti i punti di vista. Tecnico, tattico, fisico e psicologico. Sarà dura ma siamo consapevoli dei nostri punti di forza“.