photocredit: Chieti Calcio Femminile

Domenica 3 dicembre il Chieti Calcio Femminile, in occasione della prima giornata di Coppa Italia di Serie C, ha giocato in trasferta la partita d’andata contro L’Aquila 1927.
Il match che si è svolto presso lo Stadio Gran Sasso de L’Aquila, ha pienamente premiato le ragazze del mister Lello Di Camillo che si sono imposte sulle padrone di casa con il pieno risultato di 6-1.

Al decimo minuto del primo tempo Ilaria D’Intino con un’ottima diagonale ha messo a segno il primo dei sei gol della vittoria teatina.
Da qui in poi la partita si è svolta a senso unico, con il Chieti che ha dimostrato sul rettangolo verde tutta la propria capacità tecnica e d’azione.
La squadra si è mostrata sin da subito consapevole di dover portare a casa i tre punti di questa prima giornata, sia perché si è trattato di un derby che per la necessità di seguire una sorta di fil Rouge di vittorie utili anche per far acquistare alle atlete sempre più consapevolezza e fiducia in se stesse.

Irene Martella, centrocampista classe 2002 del Chieti, è stata una delle protagoniste della partita anche con l’assist a Maylis Gissy (che ha portato al primo dei quattro gol della giocatrice). Commentando l’andamento del match, dopo aver premesso l’importanza della vittoria per la squadra ha parlato anche della propria prestazione personale otto mesi dopo l’infortunio al ginocchio che l’ha costretta ad uno stop forzato. Si è detta soddisfatta ma ha sottolineato l’intenzione di voler continuare a lavorare per offrire sempre di più.
Nello specifico queste sono state le sue parole:
“Era importante vincere questa partita, essendo comunque un derby ed anche per dare una continuità di vittorie al nostro percorso. Siamo una squadra giovane, che sta lavorando bene e lo sta dimostrando partita dopo partita. A livello personale sono contenta di star riacquisendo fiducia in me stessa, essendo stata ferma 8 mesi a causa dell’infortunio al ginocchio, e voglio continuare a fare sempre meglio. La gara possiamo dire che è stata a senso unico, L’Aquila ha creato solo due azioni da gol per il resto non credo ci sia stata partita. Adesso abbiamo più di un mese per lavorare bene e prepararci per la partita di campionato di nuovo contro L’Aquila e sono sicura che faremo bene”

L’Aquila ha, al contrario delle neroverdi, faticato a concretizzare anche quelle azioni (due soltanto) che le sono state a favore. Solo al 70′ Jlenia Perilli, con un moto d’orgoglio, ha messo a segno il gol della bandiera.

La gara di ritorno verrà giocata a Lettomanoppello domenica 17 dicembre con fischio d’inizio alle ore 18:00.

 

Sono nata in provincia di Cagliari il 29/08/1992. Frequento l'università a Cagliari ad indirizzo pedagogico. La mia passione per il calcio è nata quando ho iniziato a seguire questo sport perchè mio fratello è un grande tifoso del Milan e io cercavo un punto d'incontro con lui. Ho iniziato a guardare le partite, e a comprenderne i meccanismi poi è arrivato quello femminile che mi ha conquistata al punto da sentire un po' mie anche le loro imprese.