Photo Credit: Instagram Crema 1908

Termina anzitempo l’avventura del Crema 1908 nella fase lombarda di Coppa Italia Eccellenza. Infatti, le nerobianche sono state sconfitte nel primo turno del Girone C dalla Doverese col punteggio di 3-2, nonostante le cremine abbiano avuto la grande occasione di portarsi a casa la vittoria.

Il motivo è presto spiegato. Il Crema passa in vantaggio nel primo tempo, grazie ad un’azione che libera Chiara Massussi sulla fascia che salta una giallonera e, di sinistro, calcia una traiettoria imparabile per Villa. La Doverese prova a reagire, ma le cremine hanno in canna il colpo del raddoppio, quando Jenny Dossi, sugli sviluppi di un angolo, svetta sopra a tutte e insacca il 2-0 casalingo.

Sembra fatta, ma il Crema non ha fatto i conti con la voglia della Doverese di rimettere in piedi la partita. E nella ripresa la gara si riapre: al 68′ la giallonera Arianna Amatulli viene persa su un angolo dalle nerobianche e accorciano le distanze, due minuti più tardi le ospiti trovano il rigore, ritenuto dalle cremine generoso, ma Elisa Buttò dal dischetto calcia alto. Il Crema ci riprova con Dossi da fuori ma la conclusione è centrale. Buttò però vuole farsi perdonare del penalty sbagliato, inventandosi un tiro dal vertice dell’area, trovando l’incrocio per il pari delle giallonere che poi si trasforma in vittoria dato che a tre minuti dalla fine il difensore Miriam Tiziani, su una mischia in area su angolo, regala alla Doverese i tre punti. Nel finale il Crema cerca il pari, ma non lo trova.

Le ragazze allenate da Elena Calderola, in virtù anche del successo della Doverese sulla Riozzese per 9-0, salutano così la competizione che si concluderà domenica, quando incroceranno proprio la Riozzese. Obiettivo sarà quello di ottenere un risultato che darebbe morale in vista della ripartenza del campionato lombardo di Eccellenza fissato per il 22 gennaio.

Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha tre esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio, ManerbioWeek e BresciaOggi, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.