Le giallorosse della Roma continuano la striscia vincente di partite andando a conquistarsi anche il pass per l’accesso ai quarti di finale in quel di Pomigliano, in una gara tutt’altro che semplice. Ad aprire le marcature è la lupacchiotta Cincotti, il vantaggio romanista dura fino al 58’ quando un Pomigliano, che nella ripresa era entrato in campo con un altro piglio, è già pericoloso. Il divario in campo, però, si vede e si fa sentire in particolare modo a centro campo e sulle fasce, la Roma con una Glionna sopra gli scudi confeziona palle goal che, prima Bernauer e poi Pirone, infilano in fondo al sacco mettendo sotto formalina definitivamente il passaggio di turno ai quarti di finale di una gara che solo per una frazione di tempo è passata al volo tra le mani delle padrone di casa di Pomigliano.

Pomigliano che, però, perde tutti gli scontri inviduali, con le giallorosse che si possono permettere di fare riposare anche alcune giocatrici importanti e che, sicuramente, concludono bene questo anno solare targato 2021, che ha consegnato alla squadra il titolo di regina di questa manifestazione quando nella scorsa edizione ha battuto ai calci di rigore il Milan e che ha concluso da poco il campionato raggiungendo il secondo posto e qualificandosi per il proseguo di questa Coppa Italia che le ragazze di Spugna hanno tutta l’intenzione di difendere e onorare fino alla fine.

Una Roma che, anche in questa gara, ha messo in luce il suo gioco corale dove, ovviamente, spicca come punta di diamante Pirone, ma che fa del collettivo la sua arma di forza di una squadra che corre tanto, ma allo stesso tempo produce anche tantissimi pericoli nell’area avversaria, una formazione sempre capace di reagire alle difficoltà, come il pari del Pomigliano, e che riesce proprio da questo tipo di situazioni a trovare sempre la grinta e la voglia di spingersi in attacco per cercare quel goal in più che è sempre nelle sue corde per svoltare le sorti di ogni gara.  

Sarà interessante vedere, al rientro dopo le feste, le ragazze di Spugna subito impegnate prima dell’inizio di campionato in Supercoppa, perché se la squadra continuasse a riproporsi sotto il profilo atletico e caratteriale come quella che abbiamo ammirato negli ultimi mesi, potrebbe arrivare fino in fondo anche in questo nuovo torneo, mentre in campionato potrebbe davvero aspirare nel corso delle giornate a rimanere nei piani alti della classifica e conquistarsi un posto in Europa. Ma ne riparleremo sicuramente a Gennaio, perché per esempio la Roma di inizio stagione aveva lasciato l’amaro in bocca ai suoi tanti tifosi per i punti persi per strada e per il sua alternanza nelle prestazioni. Spugna dal canto suo ha trovato la strada e gli stimoli giusti per fare avvenire questa metamorfosi, ma ora spetta alla squadra confermare anche nel 2022 tutto quello che di bello ci ha fatto vedere in questo anno solare.

Credit Photo: Andrea Cippitelli

Danilo Billi è un giornalista pubblicista da circa 20 anni. Nativo di Bologna, ha mosso i primi passi lavorativi nella città natale nell’ambito sportivo, seguendo dapprima la Fortitudo Baseball e poi la Pallavolo femminile di San Lazzaro di Savena in serie A1. Per gli anni a seguire ha collaborato con la Lega Volley Femminile, prima di approdare a Pesaro, dove è stato capo fotografo per oltre 10 anni dell’ex Scavolini Volley di A1 e redattore a Pesaro, dove attualmente vive, per il Messaggero, il Corriere Adriatico e Pesaro Notizie (web). Si è occupato del Bologna Football Club per diverse stazioni radio emiliane, come Radio Logica e Radio Digitale, dopo di che ha iniziato a scrivere per la fanzine Cronache Bolognesi e ha collaborato con altri siti e app che si occupano, tra l’altro, di calcio femminile, che negli ultimi anni ha rappresentato la maggior parte della suo impegno giornalistico. Ha scritto due libri di narrativa attinenti al calcio Bolognese e al suo tifo e uno lo scorso anno relativo alla stagione del Bologna calcio femminile edito dalla collezione Luca e Lamberto Bertozzi.