La scia di successi dell’Accademia Spal nel Campionato di Eccellenza Regionale continua ad entusiasmare i tifosi ferraresi.
Le ragazze del mister Panico hanno battuto in casa l’Imolese per 3 a 1 confermando la sua prima posizione in classifica.

Il primo tempo ha visto la squadra di casa dimostrare immediatamente il proprio valore in campo alla ricerca del goal che avrebbe sbloccato il match.
Tinelli ha segnato il goal su calcio di rigore al 21′. Hassanaine ha tirato verso la porta ma la sua stilettata è stata intercettata da un’avversaria che ha così compiuto fallo di mano.
IL risultato di 1 a 0 è rimasto stabile fino alla ripresa.

Il secondo tempo si è aperto con il pareggio dell’Imolese. Il direttore di gara ha assegnato alla squadra ospite un calcio di rigore in seguito ad un fallo di Grecu su Zanini.
A tirare il goal del pareggio è Finottello che porta così la sua squadra sull’ 1 a 1 sorprendendo Italiano.
In questa situazione di parità l’Accademia Spal ha cercato il raddoppio per distaccare le avversarie. Al minuto 86 è arrivato il secondo goal della Spal che mette a segno con profitto e precisione dal limite dell’area. Solo tre minuti dopo (89′) la partita è stata chiusa definitivamente da Fratini che su assist di Tinelli ha concluso in questo modo una bella azione personale.

Questa la formazione delle due squadre in campo:

ACCADEMIA SPAL: Italiano, Williams, Grecu, Zannini, Loberti, Grassi, Lorenzon (58′ Filippini), Ligi, Hassanaine (58′ Fratini), Kalaja (76′ Barison), Tinelli. disposizione: Nicola, Orlandi, Ferrera, Magaraggia, Boccanfuso, Bruni.
IMOLESE: Ganzerli, Quadrelli, Savini, Iraci, Russo, Finottello, Durante, Bertozzi, Polidori, Torboli, Zerbini. A disposizione: Zitolo, Tomasello, Falcone

Sono nata in provincia di Cagliari il 29/08/1992. Frequento l'università a Cagliari ad indirizzo pedagogico. La mia passione per il calcio è nata quando ho iniziato a seguire questo sport perchè mio fratello è un grande tifoso del Milan e io cercavo un punto d'incontro con lui. Ho iniziato a guardare le partite, e a comprenderne i meccanismi poi è arrivato quello femminile che mi ha conquistata al punto da sentire un po' mie anche le loro imprese.