Milena Bertolini, nata a Correggio (Reggio Emilia) il 24 giugno 1966, siede sulla panchina della Nazionale Femminile dall’estate 2017, quando la FIGC, per l’avvicendamento con Antonio Cabrini dopo l’Europeo nei Paesi Bassi, decise di puntare sul suo brillantissimo curriculum prima da calciatrice e poi da allenatrice di club, con i quali ha collezionato numerosi trofei.
Fa il suo esordio sulla panchina della Nazionale a La Spezia, con la Moldavia, il 15 settembre (vittoria 5-0) e da allora ha collezionato 56 panchine, con un bilancio di 42 vittorie, 7 pareggi e 7 sconfitte.
Tra i tecnici federali che hanno guidato la Femminile è attualmente al quinto posto per numero di gare, dietro Guenza (97), Ghedin (94), Cabrini (61), Recagni (57) e
davanti alla Morace (53).
Con le Azzurre scrive la pagina più importante del calcio femminile italiano: guida la Nazionale alla qualificazione al Mondiale dopo 20 anni e nella Coppa del Mondo FIFA Francia 2019 trascina l’Italia in rosa fino ai Quarti di finale, appassionando milioni di tifosi per quello che diventa il fenomeno sportivo dell’anno.
A Febbraio 2021 raggiunge con la squadra un altro traguardo: la qualificazione ad Euro 2022 che si svolgerà in Inghilterra la prossima estate.
A Maggio 2021 Milena rinnova il suo legame con la FIGC fino al Mondiale FIFA 2023 in Australia e Nuova Zelanda: le Azzurre sono al comando del girone G con 2 punti di vantaggio sulla Svizzera a 2 turni dalla fine (prossimi impegni con Moldavia e Romania).

CREDIT PHOTO: FIGC