È terminato a Coverciano il seminario UEFA sul calcio nelle scuole. ‘Grassroots-Football in schools’ – questo il titolo del convegno – ha coinvolto da lunedì, al Centro Tecnico Federale, cinque federazioni: oltre alla FIGC, che ha organizzato l’evento, erano infatti presenti delegazioni provenienti da Finlandia, Germania, Scozia e Spagna.

Tre giorni di interventi e dibattiti per analizzare la diffusione dell’attività calcistica nelle scuole, visionando anche sul campo le metodologie e le tecniche di allenamento che vengono utilizzate in una scuola primaria.

Questa mattina gli ultimi interventi che hanno chiuso le attività nell’Aula Magna di Coverciano: Elisabetta Lauri ha illustrato i ‘Campionati Studenteschi’ e i progetti di alternanza scuola-lavoro negli istituti scolastici di secondo grado, mentre Raffaella Libanora ha parlato di ‘Attività scolastica e tecnologie: strumenti, dati e innovazione’; Massimo Tell ha spiegato in cosa consista il progetto ‘Ragazze in gioco’ e il programma sullo sviluppo del calcio femminile; infine, prima della chiusura dell’evento con il consueto debriefing e l’immancabile visita degli ospiti stranieri al Museo del Calcio di Coverciano, è stato Claudio Ferri a parlare del caso di una best practice, quella del Liceo Scientifico ‘Primo Levi’.

Credit Photo: http://www.figc.it/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here