Alice Tortelli, difensore centrale della Fiorentina e della Nazionale Under 19. Nonostante la sua giovane età ha in bacheca importanti trofeo come lo scudetto Primavera e la medaglia di Bronzo conquistata in Costa Rica con la Nazionale Under 17. Alice è una ragazza umile, con la testa ben sulle spalle. Nel futuro non sa ancora, ma per il momento pensa a far bene con i colori viola ed imparare da una giocatrice come Elisabetta Tona.

Alice partiamo dal presente. Cosa si prova ad indossare finalmente la maglia della Fiorentina?
È un sogno che si realizza ed è un orgoglio indossare la maglia della mia città.

I Della Valle hanno dato al via ad una nuova era, anche se altre formazioni maschili hanno iniziato solo alcune perseguiranno in questa rotta?
I Della Valle hanno dato l’input alle altre società e credo che con il tempo anche queste arriveranno dove sono arrivati loro.

Quanto pesa l’eliminazione dalla Coppa Italia?
Pesa molto. Era uno degli obiettivi che ci eravamo prefissati ad inizio stagione.

In campionato state trovando delle difficoltà. Quando vedremo la vera Fiorentina?
All’inizio abbiamo trovato difficoltà visto i tanti nuovi elementi della squadra, ma già in queste ultime partite stiamo trovando la giusta dimensione.

Cosa si prova ad avere in squadra gente come Tona e Panico?
Sono due elementi di spicco che hanno portato qualità ed esperienza e grazie alle quali possiamo avere una maggiore consapevolezza della squadra che siamo.

Hai chiesto qualche suggerimento a Tona?
Tona per me é un punto di riferimento, una giocatrice che mette la sua esperienza a disposizione degli altri; sempre pronta ad aiutarti e spronarti nei momenti di difficoltà.

Che obiettivo ha Alice Tortelli?
Di migliorarmi e di arrivare sempre più in alto.

Alice facciamo un tuffo nel passato. Se ti dico medaglia di bronzo cosa ti viene in mente?
Un’esperienza che mi ha lasciato tanto e mi porto dentro momenti molto belli che mi hanno fatto cresce anche a livello umano.

Nazionale. Siete state inserite nel girone con Spagna, Danimarca e Irlanda del Nord. Cosa pensi di queste squadre e chi ti spaventa di più?
La Spagna, Irlanda del Nord e Danimarca sono delle belle squadre. Sicuramente la squadra più ostica del girone sarà la Spagna.

L’Italia potrà qualificarsi per l’Europeo?
Abbiamo tutte le carte in regola per andare all’Europeo.

Chi è Alice fuori dal campo?
Sono una persona semplice ed introversa ed il riflesso di quello che sono in campo.

Come concili studio e calcio?
Sicuramente quest’anno é più dura perché gli impegni sono maggiori, ma riesco comunque a conciliare le due cose.

Concludendo. Dove si vede in futuro Alice Tortelli?
Adesso voglio vivermi questa esperienza con la Fiorentina e pensare a fare bene qui.

La redazione di Calcio Femminile Italiano ringrazia Alice per averci concesso tale intervista e auguriamo a lei e alla Fiorentina i migliori successi per la stagione in corsa.

Foto: Cristiano Marini

CONDIVIDI
Articolo precedenteAfghanistan, calcio femminile: in campo per i diritti delle donne
Articolo successivoTarenzi: “Il San Zaccaria ci ha fatto crescere”
Isabella Lamberti

Ho iniziato tre anni fa con il portale calcioinrosa.it. In passato grazie a Mario Cacciatore, scomparso lo scorso anno, su Tele A ho curato uno rubrica dedicata al calcio femminile con collegamenti telefonici. Scrivo per quotidicani locali cartacei tra cui: Corriere del Pallone (regionale) e Cronache del Salernitano. Sul web scrivo per Calcioinrosa, Zerottonove e Dailynews24. Esperienza anche come addetto stampa.