Credit Photo: Cosenza

Annunciata Cinque, classe 2006, è una centrocampista centrale originaria di Celico, ormai da due anni giocatrice del Cosenza. La giovane rosso blu ha contribuito alla promozione della sua squadra in serie C, la quale è stata ritenuta dalla stessa società un’impresa storica, essendo in attività da soli quattro anni.
Annunciata ci ha concesso un’intervista in cui le abbiamo chiesto come sia nata la sua passione per questo sport, qualche parola sulla stagione conclusa, quali saranno gli obiettivi per la prossima stagione, ed infine il suo pensiero sul passaggio al professionismo del calcio femminile in Italia.

Ciao Annunciata, ti ringraziamo per averci concesso questa intervista. Come e quando hai iniziato a muovere i primi passi nel mondo del calcio?
“Ho iniziato ad entrare nel mondo del calcio all’età di cinque anni giocando con i miei fratelli ed i miei amici nel mio paese, per poi appassionarmi a questo sport ed iniziare a frequentare la scuola calcio.”

Quali erano i tuoi obiettivi e quali quelli del club ad inizio stagione? 
L’obiettivo della società, dello staff e di noi ragazze era molto chiaro: conquistare la promozione in serie C e prenderci tutto ciò che ci spettava. Come obiettivo personale avevo quello di giocare in eccellenza con la prima squadra e dimostrare di potere competere a quei livelli.”

Che annata è stata per voi? Com’è andato il campionato?
Quest’annata è stata sicuramente la più bella perché siamo riuscite ad esprimere il nostro calcio al meglio, vincendo tutte le partite di campionato e anche la coppa Calabria.”

Come definiresti la tua stagione in rosso blu? E quanto ha inciso la promozione in serie C su questa tua esperienza?
“Io sono al Cosenza da due anni, e aver raggiunto la promozione in serie C alla mia seconda stagione in rosso blu è stata una grande soddisfazione.

Con la promozione in serie C avete scritto una piccola parte di storia del Cosenza Calcio Femminile, questo come pensi possa influenzare la prossima stagione? Che campionato ti aspetti?  
Raggiungere la serie C è stata per noi la realizzazione di un sogno, ma sappiamo di dover rimanere con i piedi per terra e continuare a lavorare tanto. Alcune squadre avendo già affrontato questo campionato probabilmente saranno più preparate di noi, ma sono sicura che, giocando di squadra e senza alcuna paura, come abbiamo sempre fatto fino ad oggi, con la grinta e la determinazione che ci contraddistingue dalle altre squadre riusciremo a dimostrare chi e cosa siamo noi Cosenza Calcio Femminile.”

Dal 1° luglio 2022 il calcio è la prima disciplina sportiva in Italia a prevedere il professionismo per le donne, anche se al momento a questo aderirà solo la serie A, cosa ne pensi? E cosa ti auguri per il futuro?
Sono felice che finalmente anche in Italia sia arrivato il professionismo, perché è un traguardo molto importante che, noi donne meritavamo di raggiungere. Per il futuro spero che, il calcio femminile possa crescere maggiormente e che il professionismo coinvolga anche le altre categorie come nel calcio maschile.”

Ringraziamo Annunciata per il tempo concessoci e le auguriamo in bocca al lupo per questa nuova esperienza.

Appassionata sin da piccola di calcio, grazie ad un profondo amore che mi lega all’AS Roma. Nell’arco degli anni ho cominciato ad amare anche la scrittura, e ad oggi il mio obiettivo è quello di far combaciare queste due passioni, quella per il calcio e quella per la scrittura, diventando giornalista sportiva. Ho conseguito di recente un master per addetto stampa sportivo presso la Sport Business Academy.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here