Continua il nostro percorso di conoscenza nella Ludos Palermo. Questa settimana è il turno di Clara Bagnasco, difensore classe 1996, che da cinque stagioni onora la maglia della sua Palermo. Per la giocatrice che ha iniziato, come tutte, a giocare per strada è tempo do dedicarsi alla maturità, ma nel suo futuro si vede nel mondo del calcio.

Ciao Clara ci racconti brevemente la tua carriera calcistica?
Ho iniziato a giocare in strada all’età di 7 anni e nelle scuole. Intorno ai 17 anni sono entrata a  far parte della Ludos, dove milito da quasi cinque anni disputando tre campionati si serie B e uno di Serie C. 

Di recente avete festeggiato il ritorno in Serie B. Ci racconti i momenti belli e quelli brutti, ovviamente se ci sono stati, di questa stagione?
Come in tutte le cose ci sono momenti belli e brutti. Il momento brutto, sicuramente, quando abbiamo pareggiato con il Misilmeri, tra quelli belli sicuramente il ritorno in Serie B.

Per te cosa rappresenta giocare in serie B e portare in giro per il sud la maglia della Ludos?
Portare la maglie della Ludos in giro e farla conoscere è una cosa molto importante per me. Significa rappresentare Palermo.

Che voto dai alla tua stagione?
Alla mia stagione darei un bel 7.

Ora che il campionato è terminato a cosa si dedicherà Clara?
Mi dedico a studiare. Quest’anno sono di maturità, ma tra qualche giorno inizieremo un piccolo torneo alla Panormus.

Il tuo sogno nel cassetto?
Il mio sogno nel cassetto è di continuare a giocare a calcio. È l’unica cosa che mi da forza.

La redazione di Calcio Femminile Italiano ringrazia Clara Bagnasco per averci concesso tale intervista e auguriamo a lui e alla Ludos i migliori successi.