Dopo l’interessante intervista a Sara Ventura, la rubrica dedicata agli astri nascenti del calcio francese sbocciati nel vivaio dell’Olympique Lyonnais è pronta a scovare nuovi talenti. La protagonista di questo nuovo articolo è Florine Belin, difensore centrale classe 2003 dell’Under20 lionese che si è fatta le ossa nelle diverse categorie del prestigioso settore giovanile francese. Schierata spesso come terzino destro, il gioiellino dell’OL si è sempre contraddistinto per la sua grande duttilità e solidità in fase difensiva e per un’ottima visione di gioco.

La giocatrice, rappresentata dall’agente Paolo Foggi della Mapa Sports Agency, potrebbe in futuro attirare anche l’attenzione dei principali club italiani in virtù delle sue interessanti caratteristiche tecniche e atletiche. La nostra redazione, dopo averne seguito la stagione, ha avuto l’opportunità di intervistarla, compiendo, seppur virtualmente, un incredibile viaggio in uno dei vivai più importanti e meglio strutturati d’Europa. Prima di iniziare, però, è doveroso rivolgere un ringraziamento speciale ad Alessio Colonna per il suo importante lavoro di intermediazione.

Inoltre, per rendere l’articolo fruibile anche al pubblico transalpino, sarà presente la relativa traduzione in francese accanto a ciascuna risposta.

Com’è nata la passione per questo sport e quando hai iniziato a giocare a calcio?
Ho dato i primi calci ad un pallone nel giardino di casa insieme a mio padre. Successivamente, mi sono iscritta ad una piccola squadra della mia città. Questa prima avventura mi ha trasmesso l’amore per il calcio e per i suoi valori. Dopo un anno, infine, sono entrata a far parte del settore giovanile dell’OL e, grazie a loro, la mia passione è cresciuta ancor di più.

J’ai commencé à jouer au football dans mon jardin avec mon père. Je me suis donc inscrit dans un petit club près de chez moi et j’ai tout de suite aimé ce sport et ses valeurs. Un an après, je suis rentré à l’OL et ma passion a pris encore plus d’ampleur.

All’inizio della tua carriera, chi ha supportato maggiormente questa tua scelta?
Mio padre è stata la persona che mi ha sostenuto di più fin dall’inizio, incoraggiandomi a giocare nell’Olympique Lyonnais.

Mon père m’a énormément soutenue au début et m’a incité à rejoindre l’OL.

Hai giocato nelle diverse categorie delle giovanili dell’Olympique Lyonnais. Come giudichi il percorso fatto finora?
Quando iniziai a giocare nell’Under11 dell’OL avevo dieci anni e il livello non era ancora competitivo come adesso. In parole povere, quasi si fosse trattato di una specie di hobby. Crescendo e salendo di categoria, invece, gli allenamenti diventavano sempre più intensi e notai una maggiore competitività in tutto l’ambiente. Ciascuna di noi era inoltre seguita individualmente con grande attenzione. Nel corso degli anni sono così riuscita a compiere enormi progressi a livello tecnico, tattico e mentale.

A mes débuts à l’OL, j’étais en U11, (j’avais 10 ans) il n’y avait pas autant de concurrence que maintenant, c’était une sorte de loisir. En grandissant et en montant de catégorie, il y avait de plus en plus d’entraînements et de concurrence mais il y avait un meilleur suivi individuel. Au fur et à mesure des années j’ai énormément progressé dans le football et dans mon mental.

Qual è, secondo te, il livello delle strutture dell’OL e com’è organizzata la tua routine di allenamento?

Abbiamo a disposizione un buon centro di allenamento dedicato alle giovanili, dotato di ben sei campi da calcio, spogliatoi separati per giocatrici e giocatori, numerose palestre, ambienti in cui pratichiamo yoga e pilates, fisioterapisti disponibili tutti i giorni, una sala in cui possiamo guardare e studiare i video delle partite, un dormitorio per chi abita lontano da Lione e una mensa per gli atleti. La routine di allenamento della mia squadra inizia intorno alle 10:00 con un attento riscaldamento per evitare infortuni. Successivamente, ci alleniamo per circa due ore sul campo da calcio. Al termine della sessione mattutina andiamo tutti in mensa alle 12:40. Nel pomeriggio, invece, ci dedichiamo al lavoro in palestra, seguito da una seconda seduta di allenamento in campo concludendo, infine, con una sessione di video o di riposo. Ovviamente, la programmazione cambia a seconda della settimana e dei giorni.

Nous avons un bon centre d’entraînement pour les jeunes de l’académie avec notamment six terrains de football, des vestiaires pour les joueuses et les joueurs, de nombreuses salle de musculation, des salles de yoga et de pilate, des kinés mis à disposition tous les jours, un centre de visionnage vidéo, un internat pour les jeunes habitant loin de Lyon ainsi qu’un self pour la restauration des joueurs. Me concernant moi et mon équipe, nous commençons notre routine d’entraînement vers 10h du matin par de la prévention pour éviter les blessures puis généralement nous avons deux heures d’entraînement sur les terrains de football. Après l’entraînement du matin nous devons tous aller manger ensemble à 12h40. En fonction de la semaine et des jours, l’après midi nous avons soit de la musculation, soit un deuxième entraînement de football, une séance vidéo ou soit repos.

Dal tuo punto di vista, cosa rende l’Olympique Lyonnais una delle squadre più forti e meglio organizzate d’Europa?
Penso che l’OL sia una delle squadre più forti e meglio organizzate in Europa sotto molteplici punti di vista, dall’esperienza e dai numerosi trofei conquistati ad uno staff incredibilmente competente. Le infrastrutture, il budget e l’investimento fatto dal club nel settore femminile stanno certamente aiutando noi calciatrici a migliorare in maniera costante.

Selon moi, l’OL est l’une des équipes les plus fortes et mieux structurées d’Europe de part leur expérience et leurs multiples trophées ainsi qu’un effectif de qualité. Les infrastructures, le budget et l’investissement mis par le club pour les féminines les aident à progresser constamment.

C’è una giocatrice della prima squadra a cui ti ispiri? Se si, hai già avuto l’occasione di poterti allenare con lei?
Sicuramente, Wendie Renard è la mia più grande fonte d’ispirazione. Ammiro molto la sua carriera e il suo stile di gioco e ho avuto la fortuna di allenarmi con la prima squadra in molte occasioni. Sono state delle esperienze molto interessanti!

Wendie Renard est la joueuse qui m’inspire le plus de par sa carrière et son style de jeu. J’ai eu la chance de m’entraîner avec l’équipe première de multiples fois et ce fût des expériences intéressantes.

Parlando invece della nazionale francese, hai già avuto qualche esperienza nelle diverse categorie giovanili?
No, non ho avuto ancora la fortuna di essere convocata nelle giovanili della Francia. Detto ciò, riuscire a vestire la maglia della nazionale resta un mio obiettivo!

Non je n’ai pas eu la chance d’être appelé en équipe de France chez les jeunes mais cela reste un objectif pour moi!

Senza ombra di dubbio, il tuo punto di forza è la determinazione. Quali sono i tuoi pregi principali e in cosa ti senti particolarmente abile?

Sono abituata a lavorare sodo e sono molto attenta ai dettagli. Ascolto i consigli che mi vengono dati e sono pronta a tutto per raggiungere i miei obiettivi. Parlando invece delle mie abilità tecniche, ho tutte le qualità necessarie per essere brava nei lanci lunghi. Penso inoltre di avere una buona padronanza del mio piede debole e una notevole visione di gioco, per non parlare della mia capacità di ricoprire ciascuno dei diversi ruoli in difesa.

Je suis très travailleur, j’ai le souci du détail. Je suis à l’écoute des conseils que l’on me donne et je suis prête à tout donner pour atteindre mes objectifs. Concernant mes compétences footballistiques, j’ai toutes les qualités pour varier mon jeu avec un bon jeu long, un bon pied faible et une bonne vision du jeu. Je peux également jouer à tous les postes en défense.

Quali sono, invece, i tuoi punti deboli e cosa ti piacerebbe migliorare in futuro?
Il mio principale difetto è la gestione delle emozioni. M’innervosisco velocemente in campo quando gioco male. Vorrei quindi migliorare questo aspetto della mia personalità, riuscendo così a controllare le mie emozioni dopo una sconfitta o una brutta prestazione, continuando contemporaneamente a migliorare sotto tutti gli altri punti di vista nel corso della mia carriera. Per questo, sto affrontando un percorso di crescita con un mental coach dell’OL.

Mon principal défaut est ma gestion des émotions, je m’énerve vite sur le terrain quand je joue mal. J’aimerais donc améliorer cet aspect de ma personnalité pour pouvoir contrôler mes émotions après un échec et également progresser tout au long de ma carrière. Actuellement je vois via le biais de l’OL un préparateur mental.

Secondo te, quali sono le caratteristiche fondamentali che non potrebbero mai mancare ad un difensore centrale?
Per me, un difensore centrale dev’essere sempre attento, bravo negli anticipi, tecnicamente calmo e capace di analizzare e studiare tutto ciò che gli accade attorno. Deve inoltre saper fare le giuste scelte di gioco ed essere il leader della squadra.

Pour moi, un défenseur central se doit d’être toujours vigilant, dans l’anticipation, serein techniquement, prendre toutes les informations autour de lui, prendre de bonnes décisions et avoir du leadership.

Quali tra queste pensi di avere e su cosa dovrai invece lavorare ancora?
Penso di possedere già una piccola parte di queste qualità. Tuttavia, voglio lavorare sodo per padroneggiarle tutte perfettamente, diventando così un ottimo difensore.

Je pense avoir un minimum de ces qualités mais je compte bien toutes les améliorer afin de les maîtriser parfaitement et être une très bonne défenseur.

Sei una calciatrice molto duttile, capace di giocare anche come terzino destro. In quale ruolo preferisci essere schierata e perché?

Sin da giovanissima mi sono allenata nel ruolo di terzino destro e devo dire che si tratta di una posizione che mi piace particolarmente. Da due anni, però, gioco come difensore centrale, posizione in cui mi sento più completa ed efficiente. Nonostante ciò, la posizione che preferisco è sempre quella di terzino destro.

J’ai été formée depuis toute petite au poste de latéral droit, c’est un poste que j’affectionne tout particulièrement. Depuis deux ans, je joue au poste de défenseur central où l’on me trouve plus complète et plus performante. Le poste que je préfère reste quand même celui de latéral droit.

Quali sono i tuoi obbiettivi futuri e cosa farai per realizzare i tuoi sogni professionali?
Sogno di firmare un contratto da professionista in uno dei club più grandi d’Europa, diventando poi un punto di riferimento nella mia posizione. Mi piacerebbe anche essere convocata in nazionale e riuscire ad ottenere il mio posto nella rosa. Sono pronta a dare il massimo e a sacrificarmi per realizzare i miei sogni e raggiungere i miei obiettivi.

Mes ambitions sont de signer un contrat professionnel dans l’un des plus gros clubs d’Europe et de devenir une référence à mon poste. J’aimerais également être sélectionnée un jour en équipe de France et m’y faire ma place. Je suis prête à tout donner et à faire énormément de sacrifices pour réaliser mes rêves et atteindre mes objectifs.

Se dovessi convincere un osservatore sportivo o l’allenatore della prima squadra a puntare su di te, come faresti e cosa diresti?
Se mi offrissero la possibilità di allenarmi con la prima squadra, darei il massimo in campo per cercare di fare la differenza, distinguendomi dagli altri per farmi notare dall’allenatore e dagli osservatori. A tutti parlerei delle mie qualità e di come potrei aiutare la squadra a migliorare e a vincere le partite.

Si on me donne l’occasion de m’entraîner avec l’équipe première, je me donnerais à fond sur le terrain pour essayer de sortir du lot et me démarquer des autres afin de me faire remarquer par les coachs ou les recruteurs. Je dirais au recruteurs ou au responsable de l’équipe mes qualités et comment je pourrais aider l’équipe à progresser et à gagner des matchs.

Ad oggi, qual è stato il momento più complicato della tua carriera e come sei riuscita a superarlo?
L’anno più difficile della mia carriera è stato il primo all’Olympique Lyonnais perché ero appena entrata in una realtà decisamente più professionale e molto meno tranquilla della precedente. Nonostante ciò, sono riuscita ad adattarmi rapidamente e da allora non ho mai smesso di migliorare.

Mon année la plus dure de ma carrière a été ma première année à l’OL car je suis rentré dans un monde plus professionnel et beaucoup moins loisir mais j’ai rapidement su m’adapter et depuis je fais que progresser dans ma carrière.

Segui anche altri campionati femminili europei oppure no?
Seguo solo il campionato francese perché penso che sia la migliore competizione europea e, naturalmente, perché vi gioca la squadra in cui sto crescendo. Nonostante ciò, guardo anche le partite di Champions League, specialmente quelle dell’OL.

Non je suis que le championnat Français car pour moi il s’agit du meilleur championnat d’Europe et il y a aussi mon club formateur qui évolue dedans. Cependant je suis la Ligue des Champions et notamment les matchs de l’OL.

Secondo te, a che punto è lo sviluppo e la diffusione del calcio femminile nel tuo paese?
Secondo me, negli ultimi quattro o cinque anni il calcio femminile sta vivendo una fase di massima espansione nel paese. Nonostante ciò, questo movimento è ancora minoritario rispetto al corrispettivo maschile.

Selon moi, depuis quatre, cinq ans la culture du football féminin est en pleine expansion mais elle reste quand même assez minoritaire comparé au football masculin.

Cosa consiglieresti ad una ragazzina che sogna di diventare una calciatrice professionista in Francia?
Le suggerirei di iniziare a giocare quanto prima con i ragazzi per riuscire poi ad accedere ad un settore giovanile come quello dell’Olympique Lyonnais. Tutto ciò dovrebbe essere naturalmente finalizzato alla firma di un contratto professionale che le permetta di continuare a crescere e migliorare.

Je lui conseillerais de commencer tôt sa formation avec des garçons pour l’aider à intégrer un centre de formation comme celui de l’OL dans l’objectif de signer un contrat professionnel grandissant.

Al di là del calcio, quali sono i tuoi principali interessi e, soprattutto, cosa ti piacerebbe fare in futuro?
Un’altra mia grande passione è la moda e, al termine della carriera, vorrei creare il mio marchio. In ambito calcistico, invece, mi piacerebbe poter allenare le nuove leve in un centro di formazione giovanile.

Au-delà du football, j’aime bien la mode. Après ma carrière j’ai l’objectif de créer ma marque et de coacher des jeunes dans un centre de formation.

Anacaprese atipico, ho lasciato l’isola alla volta di Udine per seguire i corsi di laurea triennale in Mediazione Culturale. Durante gli anni in Friuli ho avuto modo di conoscere ed amare la cultura slovena inizando a seguire la Prva Liga. Iscritto attualmente al primo anno di Informazione ed Editoria presso l'Università di Genova, coltivo la passione per il giornalismo sportivo ed il calcio, sia femminile sia maschile. Responsabile della rubrica sportiva preso LiguriaToday, ho la fortuna di assistere dal vivo e raccontare gli incontri di alcune squadre della provincia di Genova. Nutro un forte interesse anche per gli eSports ed ho avuto modo di seguirne i match più importanti, intervistando alcuni dei suoi principali protagonisti.