La AS Roma prosegue il suo cammino a punteggio pieno, in Campionato, e dopo la Finale di Super Coppa sembra essere ancora più concentrata sul suo obbiettivo scudetto e qualificazione Champions.
Alessandro Spugna ha parlato al termine del match tra Roma e Pomigliano, dodicesima giornata di Serie A, ecco le parole del tecnico giallorosso.

“Sì, serviva vincere, ma anche offrire una buona prestazione. Avevamo bisogno di fare le cose che sappiamo fare. E oggi credo che lo abbiamo fatto. Abbiamo gestito questa palla. Forse all’inizio eravamo un po’ contratte, ma ci poteva stare. Poi, quando ci siamo sciolte, abbiamo gestito bene, abbiamo calciato diverse volte nella porta del Pomigliano, non abbiamo praticamente mai rischiato, abbiamo fatto quello che dovevamo fare”.

Questa Roma in Serie A ha numeri da record, 41 reti fatte, su dodici vittorie consecutive, una stagione fantastica:Sono dati che ci piacciono, dati importanti, non c’è possibilità di errore, la Juventus continua a vincere. Restiamo a più sei, è un buon margine, ma non è sufficiente. Dobbiamo cercare di continuare su questa strada. Oggi sono contento”.

Una Roma, sempre a più sei dalla Juventus, guarda con positività il calendario anche se con qualche acciacco in rosa ed utilizza molto bene la panchina per non mollare il vantaggio.

Spugna, conferma che le sue ragazze sono molto unite: “Lo avevamo chiesto alle ragazze. Da qui al quattro febbraio avremo sei partite, sono tante. Giocheremo a Napoli, ci sarà l’Inter. Dobbiamo gestire al meglio tutte le forze, abbiamo bisogno tutte le calciatrici. Oggi lo abbiamo fatto in campo e con i cambi”.

Paolo Comba, giornalista pubblicista iscritto all’Ordine dei Giornalisti di Torino, dopo il conseguimento del Tesserino ha collaborato per varie testate giornalistiche seguendo il Giro d’Italia (per cinque edizioni), i Campionati del Mondo di SKI a Cortina, gli ATP FINALS di Tennis a Torino, i Campionati Italiani di Nuoto ed ha intrapreso, con passione e professionalità, dal 2019 a Collaborare con Calcio Femminile Italiano. Grazie a questa Testata ho potuto credere ancora di più a questo Movimento, sia nelle gare di Serie A che in Nazionale maggiore, ed a partecipare di persona all’ Argarve Cup ed ai Campionati Europei in Inghilterra. Ad oggi ricoprendo una carica di molta responsabilità, svolgo con onore questa mia posizione, portando ancora di più la consapevolezza di poter dare molto per lo sviluppo e la vibilità del Calcio Femminile in Italia e all’estero poiché lo merita per la sua continua crescita.