Il Milan di Davide Corti, porta a casa un risultato utile contro la Fiorentina di De la Fuente, ed al termine del match, sui canali istituzionali del Club, afferma: “Sicuramente un risultato utile, noi siamo contente mi dispiace solo di come abbiamo concesso sia il primo che il secondo gol. Sono delle nostre disattenzioni che in una posizione di classifica, come la nostra, non dovrebbero esserci. La mia richiesta alle ragazze è stata quella di mantenere sempre una mentalità concentrata al cento per cento, credo che sul piano del gioco si sia visto un qualcosa di più, però rimane molto rammarico perchè il fare tre punti quest’oggi sarebbe stato un segnale importante piuttosto che accontentarci di un 2 a 2”.

Questo concentrarsi di non perdere la partita, credo, che sia già in mente da diverse gare ed ho notato meno confusione nella preparazione ad andare a fare gol, meno fretta anche se nel secondo tempo la Fiorentina ci ha concesso qualche spazio in più, il riuscire ad esprimere un gioco sia contro la Juventus che contro la Fiorentina, che sono squadre in alta classifica, ci fa capire quanto l’aspetto mentale sia più determinante più di ogni altra cosa. A noi manca, che quando si è in vantaggio non si deve concedere un pareggio, il risultato che si stava conseguendo deve risultato il risultato che si vuole ottenere al termine della partita”.

Purtroppo ci manca questa capacità, afferma Corti in chiusura, adesso cercheremo di insistere sempre sulle stesse cose, adesso ci sono una serie di gare molto importanti (una dietro l’altra) e cercheremo di portare a casa risultati utili.

 

 

Paolo Comba, giornalista pubblicista iscritto all’Ordine dei Giornalisti di Torino, dopo il conseguimento del Tesserino ha collaborato per varie testate giornalistiche seguendo il Giro d’Italia (per cinque edizioni), i Campionati del Mondo di SKI a Cortina, gli ATP FINALS di Tennis a Torino, i Campionati Italiani di Nuoto ed ha intrapreso, con passione e professionalità, dal 2019 a Collaborare con Calcio Femminile Italiano. Grazie a questa Testata ho potuto credere ancora di più a questo Movimento, sia nelle gare di Serie A che in Nazionale maggiore, ed a partecipare di persona all’ Argarve Cup ed ai Campionati Europei in Inghilterra. Ad oggi ricoprendo una carica di molta responsabilità, svolgo con onore questa mia posizione, portando ancora di più la consapevolezza di poter dare molto per lo sviluppo e la vibilità del Calcio Femminile in Italia e all’estero poiché lo merita per la sua continua crescita.