E’ ufficiale: Martina Rosucci meglio di Dybala e Higuain. Lo hanno deciso i tifosi juventini che, chiamati a scegliere il #GoalOfTheMonth di dicembre, hanno votato proprio la centrocampista della Juventus Women, che ha conquistato il pubblico con il goal del 2-0 contro la Fiorentina: un favoloso tiro di precisione sotto l’incrocio dei pali.

L’annuncio è arrivato poche ore fa sulla pagina ufficiale della Juventus:
Il #GoalOfTheMonth di dicembre 2017? Lo avete scelto voi con i vostri commenti: è questo capolavoro firmato Martina Rosucci, centrocampista della #JuventusWomen, contro la Fiorentina! 

Tra i candidati al #GoalOfTheMonth c’era quello di Gonzalo Higuain contro il Napoli, Marco Oliviero (Juventus Primavera) contro l’Udinese, Blaise Matuidi contro il Bologna e Paulo Dybala contro il Genoa.

“Dybala è straordinario ma la Rosucci ha fatto un gol stupendo. Voto lei”. Si legge tra i commenti al video con i 5 goal. E ancora: “Tutti stupendi, ma ragazzi.. Obiettività: questo mese c’è solo da inchinarsi per Martina Rosucci, semplicemente strepitosa“. E c’è perfino chi la vorrebbe nella Prima Squadra maschile: “La Rosucci! A proposito, non è che stasera (prima della partita di Coppa Italia del 3 gennaio, ndr) è libera per una sgambata contro il Torino?”.

Per chi se lo fosse perso, questo è il link del video con il goal di Martina Rosucci:
https://www.facebook.com/Juventusfcita/videos/1658528747527254/?hc_ref=ARSt2dy58IwpJslG7qRDklloiL6sUPI4L569wuSDmxWexgl8HWaciIbGCtG1VAKzJq8&frefQ=nf

Qui sotto potete invece trovare il link del video con tutti i 5 goal candidati per il mese di dicembre:
https://www.facebook.com/Juventusfcita/videos/1654380031275459/?hc_ref=ARSt2dy58IwpJslG7qRDklloiL6sUPI4L569wuSDmxWexgl8HWaciIbGCtG1VAKzJq8&fref=nf

Credit Photo: Juventus Women

Sono nata a Milano l’11 aprile 1993. Appassionata di calcio fin da quando era bambina, a 11 anni inizia a giocare nell’Atletico Milano e ci rimane a lungo. Abbandonata poi quest’esperienza si dedica alle altre sue passioni, la letteratura e il giornalismo. Dopo la laurea in Lettere e la collaborazione con diverse testate, ha deciso di far ritorno (da una prospettiva diversa) a quel mondo in cui ha lasciato un pezzo di cuore: il calcio femminile.