Nonostante la bruciante sconfitta di domenica 23 gennaio contro il Milan, il gruppo squadra blucerchiato ha dimostrato grandissima maturità assumendosi le proprie responsabilità ed evitando ogni sorta di giustificazione. “Testa bassa e pedalare”, inoltre, è stato sin da subito il mantra di ciascuna giocatrice e di tutto lo staff, soprattutto in previsione del prossimo impegno di Coppa Italia.

Gli avversari di domenica 30 gennaio, infatti, saranno nuovamente le rossonere di mister Ganz che, in occasione della partita di andata dei quarti di finale, saranno ospiti a Bogliasco. Imparare con grande umiltà dalla sfida della scorsa settimana potrà rivelarsi fondamentale per ribaltare i pronostici e permettere alle liguri di prendersi un’immediata rivincita sulle avversarie, cercando di calare già un’ipoteca sul passaggio del turno.

Quando perdi, non perdere la lezione”, ha scritto un paio di giorni fa sul suo profilo Instagram Giulia Bursi, una delle giocatrici simbolo di questa Samp. Coraggiosa e grintosa in campo, il difensore blucerchiato ha mostrato grande maturità anche in questa occasione, sottolineando nel post l’importanza di saper imparare da una sconfitta, senza lasciarsi mai abbattere. “Bisogna capire di avere davanti una grande opportunità per crescere e fare meglio, spingendosi sempre oltre”, ha infatti scritto l’atleta, “e quando hai attorno persone che non mollano mai è tutto più semplice”.

La conclusione del post ha inoltre evidenziato la grande coesione dello spogliatoio blucerchiato, aspetto che abbiamo più volte annoverato tra i punti di forza di questa squadra. La voglia di riscatto della Samp è risultata evidente anche sui social di un’altra giocatrice doriana che, pur essendo una delle ultime arrivate, sembra essersi già ambientata ed inserita egregiamente: Federica Rizza.

Sul suo profilo Instagram, infatti, il difensore lombardo ha caricato le compagne scrivendo: “Ora rialziamoci e prepariamo la prossima partita, sempre insieme, facendo tesoro degli errori commessi e trasformandoli in punti di forza!”. I presupposti per una partita completamente diversa da quella di domenica scorsa, sia sul piano mentale sia su quello di gioco, ci sono tutti e adesso non resta che aspettare con ansia il match di Coppa Italia per rivedere le leonesse di mister Cincotta sfidare le temutissime rossonere.

Anacaprese atipico, ho lasciato l’isola alla volta di Udine per seguire i corsi di laurea triennale in Mediazione Culturale. Durante gli anni in Friuli ho avuto modo di conoscere ed amare la cultura slovena inizando a seguire la Prva Liga. Iscritto attualmente al primo anno di Informazione ed Editoria presso l'Università di Genova, coltivo la passione per il giornalismo sportivo ed il calcio, sia femminile sia maschile. Responsabile della rubrica sportiva preso LiguriaToday, ho la fortuna di assistere dal vivo e raccontare gli incontri di alcune squadre della provincia di Genova. Nutro un forte interesse anche per gli eSports ed ho avuto modo di seguirne i match più importanti, intervistando alcuni dei suoi principali protagonisti.