Patrizia Panico, allenatrice della Fiorentina Femminile e grande ex bomber della Nazionale, ha commentato la deludente eliminazione dell’Italia dagli Europei femminili. Queste le sue parole a Repubblica:
“Sono soltanto venti giorni che il calcio femminile, in Italia, viene considerato professionistico a tutti gli effetti. Secondo me questo ha contribuito a caricare di eccessive aspettative le ragazze. E loro sono le prime a esserne consapevoli. Però hanno fatto un Europeo al di sotto delle loro potenzialità. Ma nel calcio questo può accadere: senza nasconderci dobbiamo correggere ciò che non è andato, affrontarlo e ripartire. Dagli investimenti e dal tanto lavoro che ci attende. La Fiorentina è stato il primo club che ha creduto in questo salto di qualità. Era il 2015, non un’era fa. Le istituzioni, poi, non dovranno abbandonare questo lavoro avviato con sacrificio e gradualità all’interno dei club professionistici”.

Credit Photo: Fabrizio Campagnoli