Credit Photo: Fabrizio Brioschi

Vittoria all’esordio per 1-4 nella Poule Scudetto per la Roma che nella prima giornata della seconda fase batte in trasferta la Fiorentina.
La squadra di mister Spugna si presenta cosi al meglio per il delicato match di Champions di mercoledì, all’Olimpico, contro il Barcellona.
Gara a senso unico contro le viola di coach Panico che in avvio tiene bene il campo concedendo solo due timide occasioni a Serturini e Giugliano.
Al 12′ però le capitoline trovano il vantaggio con Giacinti, servita in verticale da Greggi, che di destro buca Schroffenegger per il momentaneo 0-1.
La stessa azione si rivede due minuti dopo ma l’estremo difensore toscano fa buona guardia sulla girata della punta ex Milan.
Al 21′ le giallorosse trovano anche il raddoppio: Giugliano approfitta di un pasticcio di Schroffenegger, messa in difficoltà da Zamanian, rubandole il pallone che vale lo 0-2.  A metà frazione ci prova anche la Fiorentina con Hammarlund ma Ceasar para senza problemi, sul fronte opposto, invece, al 28′ l’ex Giacinti non sbaglia trovando, su traversone di Wenninger, la personale doppietta con un colpo di testa.
Poco prima del 40′ per le viola Parisi ci prova dal limite ma Ceasar è attenta con Serturini, un minuto dopo, a sfiorare il poker con un tiro che esce davvero di pochissimo.
La ripresa inizia sulla falsa riga del primo tempo con Wenninger, assistita da Cinotti, a timbrare la rete che vale il poker ospite, sulla respinta di Schroffenegger.
L’orgoglio toscano la 7′ porta ad accorciare le distanze, su angolo di Tucceri Cimini, con
Jóhannsdóttir.
La Roma non abbassa la guardia e si rende nuovamente pericolosa con Giaciniti e Haavi prima del 10′. Dal canto suo, però, la Fiorentina manca la rete che potrebbe riaprire la gara con Longo, entrata ad inizio ripresa, sola davanti a Ceasar fallisce una ghiotta occasione.
Dopo il quarto d’ora ancora due opportunità per le ospiti che sfiorano il quinto gol con un tiro velenosissimo di Greggi ed uno di Cinotti ma Schroffenegger è provvidenziale in entrambe le circostanze. La partita poi si abbassa di ritmo sino al 32′ quando alla festa del gol si iscrive anche Glionna che servita da Losada centra la quinta marcatura romanista.
Nelle battute finali la Fiorentina resta in 10 per il secondo giallo inflitto a Zamanian, termina cosi 1-5.

FIORENTINA: Schroffenegger; Tortelli, Agard, Breitner, Tucceri Cimini; Erzen, Parisi, Johansdottir; Zamanian, Boquete, Hammarlund. A disp.: Baldi, Jackmon, Cafferata, Catena, Kajan, Longo, Mijatovic, Severini, Vitale. All. Patrizia Panico
ROMA: Ceasar; Wenninger, Linari, Minami; Serturini, Cinotti, Giugliano, Greggi, Haavi; Andressa; Giacinti. A disp.: Merolla, Ohrstrom, Di Guglielmo, Kollmats, Landstrom, Bergersen, Ciccotti, Kajzba, Losada, Glionna, Selerud. All. Alessandro Spugna.
MARCATRICI:  11′ – 28′ Giaciniti, 21′ Giugliano, 47′ Wenninger, 51′ Johannsdottir. 77′ Glionna

 

1 commento

  1. La Roma quest’anno è la più forte. Il vantaggio sulle inseguitrici aumenterà ancora eprevedo che lo scudetto verrà festeggiato dopo i primi 5 turni dei play-off.
    A questo punto il Barcellona deve stare molto attento perché rischia tanto.

Comments are closed.