Ai microfoni de Le Iene, Sara Gama ha parlato così del professionismo nel calcio femminile.

PROFESSIONISMO – «Sono passati solo sette anni, ma allora era impensabile parlare di professionismo qui in Italia. Non c’erano club blasonati al femminile e non c’era un’altra Nazionale capace di scatenare l’entusiasmo dei tifosi».«Dal primo luglio il calcio femminile diventerà un sport professionistico ed è la prima vittoria per far si che le atlete siano riconosciute come lavoratrici. Voglio ringraziare Nadia Toffa e tutti quelli che hanno lavorato duro e ci hanno creduto anche quando i riflettori erano puntati altrove. Lei aveva deciso di raccontare una storia mai narrata in Italia, quella di chi vedeva nel femminile qualcosa di grande. A lei e a tutti gli altri voglio dire grazie, sono le persone che vorrei sempre dalla mia parte, nella mia squadra».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here