Nella domenica pomeriggio del Vismara, la Sampdoria di mister Cincotta combatte coraggiosamente contro un avversario che, alla fine, cala il poker portando a casa 3 punti pesantissimi. Partita subito in discesa per le rossonere che, nei primi quindici minuti di gioco, mettono ripetutamente in difficoltà la retroguardia blucerchiata. Il goal del vantaggio, però, non si fa attendere troppo e al 22′ Lindsey Thomas svetta di testa su cross di Guagni e batte Tampieri.

Il raddoppio arriva dopo appena dieci minuti, ancora grazie al grande traversone di Alia Guagni. Stavolta, però, l’incornata vincente è di Valentina Bergamaschi, attaccante rossonero classe ’97 che fulmina l’estremo difensore avversario. La Sampdoria è chiusa nella propria metà campo, cercando di resistere ai continui assalti rossoneri. La spinta della squadra di Ganz si rivela proficua e al 36′ Martina Piemonte segna il suo primo goal con la maglia del Milan. Anche in questa occasione, l’assist arriva dai piedi di Guagni, autrice di un altro cross magistrale.

Il primo tempo termina 3 – 0 per le padroni di casa che, in avvio di ripresa, abbassano il ritmo di gioco dedicandosi alla gestione del risultato. Nonostante la partita sembri virtualmente chiusa, le blucerchiate provano a reagire, ma le iniziative di Sabah Seghir, Florin Wagner e capitan Tarenzi non riescono a far male alle rossonere. A sette minuti dal triplice fischio, il Milan cala il poker con Lindsey Thomas, ma l’arbitro annulla tutto per fuorigioco. Il 4 – 0, però, è nell’aria e in zona Cesarini proprio la numero 19 rossonera vince l’1 vs 1 con Tampieri.

La partita termina dunque con la vittoria netta delle milaniste ma, nonostante la sconfitta, la Sampdoria Women resta ancorata al sesto posto in classifica, a + 3 sul Pomigliano. Adesso sarà importante somatizzare il risultato di questa giornata e ritrovare subito la concentrazione per la sfida del prossimo 5 febbraio contro il Sassuolo. Una caduta può sempre capitare e non dovrà di certo minare la fiducia di un gruppo straordinario che sta dimostrando di essere pienamente all’altezza di questo campionato.

Anacaprese atipico, ho lasciato l’isola alla volta di Udine per seguire i corsi di laurea triennale in Mediazione Culturale. Durante gli anni in Friuli ho avuto modo di conoscere ed amare la cultura slovena inizando a seguire la Prva Liga. Iscritto attualmente al primo anno di Informazione ed Editoria presso l'Università di Genova, coltivo la passione per il giornalismo sportivo ed il calcio, sia femminile sia maschile. Responsabile della rubrica sportiva preso LiguriaToday, ho la fortuna di assistere dal vivo e raccontare gli incontri di alcune squadre della provincia di Genova. Nutro un forte interesse anche per gli eSports ed ho avuto modo di seguirne i match più importanti, intervistando alcuni dei suoi principali protagonisti.