Credit Photo: San Marino Academy Pagina Facebook

Le sammarinesi si fermano davanti alle due reti del Cesena: arriva, purtroppo, la prima sconfitta ad Acquaviva dopo due vittorie consecutive.

Nei primi dieci minuti la squadra sfidante è già in vantaggio, grazie all’anticipo di Zanni; reagiscono le biancoazzurre con Montalti che aggancia un pallone e lo mette sotto la traversa, centrando il suo primo goal stagionale. Quella del Cesena è una guerra dichiarata: al 18′ taglia la difesa delle titane bloccando il passaggio di Oliveri e si aggiudica la seconda rete della partita. Le occasioni non mancano: Ladu, a fine del primo tempo, calcia stringendo il campo da sinistra, ma Bertolotti manca il bersaglio alla fine.

Nella ripresa Domenichetti decide di cambiare tattica: entra Tamburini per Accornero. Meravigliosa la rovesciata di Menin, peccato, infatti, la non riuscita del tiro. Ma non finisce qui: un altro cambio che vede dentro Micciarelli e Bolognini per Marengoni e Bertolotti. Ladu si alza sulla linea delle centrocampiste per aumentare la spinta biancoazzurra, anche Bolognini spaventa Frigotto con un mancino vicino al palo. Il Cesena cerca di reagire allungando il tempo e facendo ancora più suo il vantaggio. Il match si chiude con la possibilità delle padrone di casa di pareggiare: Barbieri arriva a tirare in porta e i tifosi esultano; è solo un finto brivido finale: la beffa è quella di un pallone che sembra dentro invece tocca la parte esterna della rete. Le ragazze di Domenichetti chiudono sotto un Cesena che resiste e non si fa spaventare.

Nata a Cagliari, del '97. Perito industriale capotecnico, insegnante tecnico pratica di chimica con il calcio e la pallavolo nel cuore fin da quando ero bambina. Difficilmente mi perdo una partita (di genere maschile o femminile che sia): con le ragazze della nazionale femminile ho imparato ad apprezzare ancora di più questo sport. Quella per la musica è un'altra mia forte passione.