Photo Credit: Pagina Facebook Acf Brescia Calcio Femminile

Continua il periodo negativo del Brescia Calcio Femminile, con le biancazzurre che, nella nona giornata di Serie B, incappano nella quarta sconfitta consecutiva, cadendo in casa contro il Chievo Verona Women FM per 3-1.

Ashraf Seleman ha analizzato, davanti ai microfoni del club bresciano, la partita disputata dalle sue ragazze: “Facciamo buone gare poi ogni volta, come domenica scorsa che sbagliamo il 3-3 e prendiamo il quarto, oggi stavamo dentro nella loro area fino alla fine, abbiamo subìto una ripartenza e perso definitivamente la gara. È un momento così. Alla fine cosa vuoi dire alle ragazze, hanno fatto sicuramente una bella prestazione. Non è un buon momento: lo dobbiamo accettare, dobbiamo continuare a lavorare e uscire insieme da questa situazione. Noi abbiamo fatto gol a tutte le squadre. Noi facciamo sempre gol. È un periodo, è un momento no: dobbiamo superare questo periodo stando tutti insieme, stando attenti a lavorare ancora di più e ne usciremo insieme. Abbiamo una classifica che non rispecchia i nostri valori, però sono sicuro che usciremo da questa situazione. Probabilmente è la prima volta che mi capita di perdere quattro partite consecutive. È un momento delicato. Ho detto alle ragazze di non mollare. Quello che si vede in campo, a parte il risultato, è una squadra che combatte con squadre che oggi stanno in alto alla classifica con merito. Ma nessuna di loro ci ha messo sotto. Sono tutte partite in cui te la sei giocata palla su palla poi un dettaglio ti ha portato a perdere la partita. Quindi vuol dire che la squadra è importante. È un momento non felice su tante cose, sbagliamo dei dettagli che poi paghiamo alla fine dei 90 minuti. Abbiamo fatto un primo tempo importante, dove se fossimo stati in vantaggio non avremmo rubato niente a nessuno. Il portiere del Chievo ha fatto un miracolo su Hjohlman. Su una punizione ci siamo trovati sotto, poi siamo stati bravi a pareggiare. Penso che se fossimo stati in vantaggio al primo tempo sarebbe stato più che meritato. Fino al 2-1 loro è stata una partita piuttosto equilibrata. Noi ci siamo sbilanciati un po’. Abbiamo provato a fare qualcosa in più, potevamo avere un po’ di fortuna per pareggiarla, poi avevamo una difesa a due ed era prevedibile prendere il rischio, siamo andati con Ripamonti in avanti per cercare a tutti i costi il 2-2. Non ci siamo riusciti. Riprendiamo in modo forte a lavorare su quello che non è andato domenica“.

Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha tre esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio, ManerbioWeek e BresciaOggi, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.