Vincere per confermarsi. Vincere perché sarà la prima partita casalinga. Vincere per dimostrare che i 6 gol realizzati a Capo D’Orlando non sono stati un caso, ma il frutto del lavoro e della preparazione. Dopo la roboante vittoria contro la Nebrodi Femminile, il Catania di Peppe Scuto torna in campo per la seconda giornata del campionato di Serie B. Al San Gaetano, domenica 8 ottobre alle 15.00, arriva il Trani: formazione temibile e tenace. Catania non deve montarsi la testa dopo la vittoria nella prima giornata, ma deve continuare a giocare con umiltà, con la consapevolezza di essere un’ottima squadra che non deve temere nessuno, ma nello stesso tempo deve rispettare tutti gli avversari.

La vittoria di Capo d’Orlando deve essere il punto di partenza per diversi aspetti, come spiega Dunja Stokan: “Dopo l’eliminazione dalla coppa abbiamo parlato molto, abbiamo aumentato il ritmo degli allenamenti perché non volevamo cominciare male il campionato. Poi sono arrivate, anzi sono arrivati i documenti delle nuove ragazze e queste ci hanno dato una grossa mano”.

“Credo – continua la Stokan – che questa squadra possa arrivare molto lontano, ma dobbiamo giocare partita per partita, dare sempre il 100 per 100. Il nostro sogno è arrivare tra le prime 3-4 squadre del campionato. Vedremo”.

Non manca, poi, un accenno sulla prossima partita: “Non ho mai affrontato il Trani – conclude Dunja Stokan – ma noi dobbiamo guardare solo a noi stessi. Affronteremo l’avversario con la massima serietà, anche perché non credo che vinceremo tutte le partite segnando 6 gol”. 

Credit Photo: Comunicato Stampa (Catania Calcio Femminile)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here