Con la decima giornata di Serie B andata in archivio andiamo a scoprire la Top 11 di questo turno.

MODULO: 4-3-3

PORTIERE

Aurora Gilardi (Brescia)
Se il Brescia ha avuto la forza e il coraggio di giocare a viso aperto con il Como il merito va al giovane portiere che ha solo sedici anni. I primi segnali li ha dati contro il Perugia, ma contro le lariane Aurora le ha sfidate senza paura, e punita solo da una palla vagante e da una punizione non irresistibile. Il futuro è suo.

DIFENSORI

Danielle Cox (Pomigliano)
Qualcuno dirà che c’è stata una deviazione di mano che ha permesso a Daniela di fare gol, ma nulla può togliere al difensore inglese la gioia di aver segnato in questo pazzo e meraviglioso campionato del Pomigliano, che da rivelazione è sempre più certezza.

Elena Cascarano (Como)
Da quindici anni ormai è un punto di riferimento per la formazione lariana, e la sua presenza si fa sentire. Contro il Brescia ha salvato le sue nel finale, bloccando sulla linea il tiro di Massussi e poi s’immola sulla botta di Luana Merli.

Emanuela Schioppo (Pomigliano)
Emanuela finisce per la terza volta nella nostra Top 11. Il motivo? Il solito: dimostra sempre sicurezza, ed esperienza, alla difesa inviolata delle pantere.

Denise Brevi (Brescia)
Quando il Como cerca di insidiare l’area biancoblù riesce, quasi sempre, a evitare che entri. Purtroppo esce a cinque minuti dalla fine per un colpo allo sterno, ma per fortuna è solo una “scheggia” allo sterno. Riposati e torna in campo Denise.

CENTROCAMPISTE

Karin Previtali (Brescia)
La sua esperienza a centrocampo si fa sentire, dando una mano alle biancoblù di giocarsela alla pari con le comasche. Suo il destro che fulmina Russo sul primo palo, dando al Brescia il momentaneo vantaggio sul Como.

Silvia Vivirito (Como)
Quando bisogna colpire Silvia c’è: la sua (dubbiosa?) punizione regala al Como tre punti e la leadership della cadetteria

Maddalena Porcarelli (Cesena)
Morde quando bisogna cominciare a mettere ko l’avversario. Va vicina alla rete del pareggio ma Missiaggia evita, poi una sua bomba messa a filo d’erba sul palo alla sua destra di Bianchi consente al Cesena, sul finire del primo tempo, di raddrizzare la partita e di vincerla.

ATTACCANTI

Giorgia Pellegrinelli (Como)
La ventunenne di Alzano Lombardo piazza la sua quarta marcatura stagionale siglando il gol che ha aperto la strada al successo lariano, insaccando da pochi passi un pallone vagante in area sugli sviluppi di un corner.

Stefania Dallagiacoma (Chievo Verona)
Torna a fare gol la bomber classe ’93, ed è una rete di alto valore, perché permette al Chievo di rimettere la gara sui binari giusti.

Stella Botti (Chievo Verona)
Prima la rete del pareggio, poi l’assist a Dallagiacoma del 2-1 clivense. In poche parole Stella, alla prima da titolare in campionato, ha fatto subito centro.

Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha due esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio e ManerbioWeek, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.