La diciottesima giornata di Serie B ha emesso la Top 11 relativa a questo turno.

MODULO: 3-4-3

PORTIERE

Giulia Meleddu (Cortefranca)
Il Cortefranca tiene per la terza volta di fila la porta inviolata, grazie ad una buona prestazione che Giulia ha ottenuto domenica contro il Tavagancco, sostenendo il reparto difensivo nei momenti giusti, e per un portiere navigato come lei è fondamentale.

DIFENSORI

Francesca Blasoni (Torres)
Francesca ha segnato al minuto 45 un gol pesantissimo nel match con il Cittadella, perché ha dato quella sicurezza che serviva alla Torres per portarsi a casa un successo che vale oro, visto che ora è fuori dalla zona rossa della Serie B.

Simona Zito (Palermo)
Una delle anime storiche del Palermo trascina le sue compagne non solo a arginare l’attacco della Pro Sesto, ma anche a metterla ko: infatti, Simona segna il gol del definitivo raddoppio rosanero sulle sestesi, rimettendo in pista le palermitane nella lotta alla salvezza.

Guya Vavassori (Cortefranca)
Buona prova quella disputata da Guya nella gara col Tavagnacco, sia in difesa, perché aiuta Meleddu a tenere la porta pulita, che in attacco, con due belle azioni che poi non sono andate a buona fine.

CENTROCAMPISTE

Sofieke Jansen (San Marino Academy)
Entro, spacco, esco, ciao. Si riassume così la partita di Sofieke nella gara tra Como e San Marino Academy. Dopo un minuto di gioco fa gol, poi s’infortuna, ed esce dal campo. Speriamo che non sia nulla di grave, ma la sua rete sarà pesante per il prosieguo del match delle titane.

Sonja Kiem (Cortefranca)
Sonja ci sta prendendo gusto. Da due gare è ormai diventata una perfetta cecchina. Prima fa fuori il Ravenna, domenica ha fatto secco il Tavagnacco. E se aggiungiamo il gol al Palermo sono tre reti nelle ultime quattro gare disputate dalla centrocampista rossoblù…

Eleonora Petralia (Cesena)
In un campo difficile come quello della Pink Bari il Cesena ha avuto bisogno dell’estro della sua capitana Eleonora. Il suo gol è pesante per le cavallucce, perché ora, dopo settimane difficili, possono tornare a sorridere.

Denise Licari (Palermo)
La giovane centrocampista classe 2005, alla sua seconda presenza in Serie B, dimostra di che pasta fatta, realizzando, su calcio di punizione, il vantaggio del Palermo sulla Pro Sesto.

ATTACCANTI

Veronique Brayda (Brescia)
Entra ad inizio ripresa, passano 17 minuti, prende la palla guarda dove si trova Olivieri e dai 22 metri segna il gol che vale il match tra Brescia e Chievo. Le biancazzurre sono ancora prime, per Veronique è la sua terza marcatura consecutiva.

Ugné Lazdauskaite (Roma Calcio Femminile)
L’attaccante lituana arrivata alla Roma Calcio Femminile solo un mese fa ha già subito lasciato il segno, segnando contro il Ravenna le prime tre reti nel nostro campionato, ma soprattutto ha permesso alla Lupa di rimanere, con questo punto, ancora in corsa per rimanere in Serie B.

Yesica Menin (San Marino Academy)
Yesica torna a segnare dopo dieci turni di digiuno, l’ultima volta risale a San Marino-Cittadella all’8a di campionato, e lo fa chiudendo il match tra le sanmarinesi e il Como con un tiro incredibile da metà campo.

Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha tre esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio, ManerbioWeek e BresciaOggi, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.