Credit Photo: Venezia Calcio 1985

QUARTO D’ALTINO – Il Venezia 1985 ospita allo stadio Radames ed Enrico Ceschel di Quarto d’Altino la formazione del Riccione nella seconda giornata del Campionato di Serie C femminile.

Le nero-oro scendono in campo con tanta voglia di riscattarsi dopo il primo passo falso di Lumezzane, mentre le biancazzurre sono reduci dalla vittoria fuori casa contro il Portogruaro.

Prima del fischio d’inizio, entrambe le squadre osservano un minuto di raccoglimento in onore delle vittime dell’alluvione nelle Marche.

In campo le leonesse si procurano la prima occasione pericolosa: un gran tiro dai venticinque metri di Tasso, che colpisce in pieno il montante.

Al quarto minuto le padrone di casa cercano l’affondo: una bella palla è lavorata sulla sinistra da Vivian, cross al centro, tiro a giro di Longato verso il palo più lontano, ma la palla esce a fil di palo.

Le emiliane riescono a sbloccare il punteggio al 20′, Uzqueda inganna l’estremo difensore nero-oro e insacca. Venezia 0, Riccione 1.

Dopo un minuto, il Riccione raddoppia: la palla lanciata lunga per Filippi supera Malvestio e colpisce Paccagnella in uscita. Venezia 0, Riccione 2.

Le leonesse reagiscono al 29′ con un calcio dalla sinistra di Malvestio che lo mette al centro, lo raccoglie di testa Conventi, che colpisce in pieno la traversa, interviene Vivian sempre di testa e centra Boaglio. Venezia 1, Riccione 2.

Al 39′ sono le biancazzurre ad andare nuovamente a segno: errore di Paccagnella che svirgola malamente il rinvio, recupera palla Edoci che deposita in rete a porta vuota. Venezia 1, Riccione 3.

Al 41′ le ospiti vanno nuovamente a segno. Copia decide il poker biancazzurro, da un calcio di punizione, complice un errore del numero uno lagunare. Venezia 1, Riccione 4.

Al 45′ l’arbitro manda le due squadre negli spogliatoi con il punteggio di quattro a uno per il Riccione.

Nella ripresa le nero-oro debbono trovare la concentrazione utile per cercare di raddrizzare il match.

Al 65′ arriva ecco il Riccione: con un lancio lungo della difesa ospite, Edoci scatta sulla linea del fuorigioco e si presenta davanti a Paccagnella, segnando il quinto goal.

Passano 3’ e le leonesse provano a reagire con un lancio preciso di Canciello sulla destra per Scaroni che in corsa lancia e colpisce in pieno il montante.

Al 70′ ecco una cavalcata sulla sinistra di Tasso, questa entra in area sulla linea di fondo, tira in porta, il legno respinge, ma accorre Vivian che riesce ad accorciare le distanze. Venezia 2, Riccione 5. 

All’83’ le nero-oro sono in inferiorità numerica a causa di un infortunio a Vivian.

All’89’ le lagunari spingono in avanti: Scaroni vola sulla sinistra, entra in area, tira, il portiere devia in corner.

Al 90’ il signor Niccolai concede quattro minuti di recupero.

Le padrone di casa al 92′ riescono ad accorciare le distanze con un calcio da centro campo di Malvestio per Tosatto al centro dell’area che riesce a battere il portiere. Venezia 3, Riccione 5.

Con il triplice fischio del direttore di gara, al 94′ termina l’incontro.

Nel primo tempo le padrone di casa non sono riuscite a contenere il gioco delle biancazzurre, ma nel secondo tempo c’è stata la reazione di carattere delle leonesse che hanno attaccato con determinazione riducendo lo svantaggio del primo tempo.

E’ la seconda sconfitta in due partite di campionato, si attende però una prestazione di carattere già dalla prossima partita, mercoledì 29 Settembre, in casa della Sambenedettese.

Il Riccione, con la seconda vittoria, si assesta a punteggio pieno in testa alla classifica. Nel prossimo match di campionato, il 28 settembre, le emiliane ospiteranno in casa lo Jesina Femminile.

TABELLINO

Le formazioni:

VENEZIA CALCIO 1985: 1 Paccagnella, 2 Gastaldin (20 Baldan 46′) , 4 Amidei, 5 Malvestio, 6 Bortolato (23 Scaroni 62′), 9 Longato (7 Tosatto 58′), 14 Baldassin, 16 Tasso, 27 Vivian, 45 Conventi (22 Canciello 46′), 90 Centasso (13 Roncato 70′). Allenatore: Murru

ASD FEMMINILE RICCIONE: 1 Boaglio, 2 Ciavatta, 3 Moscia, 4 Neddar, 5 Greppi, 6 Copia (13 Albani 88′), 7 Uzquelda, 8 Pederzani, 9 Schipa(19 Mastel 65′), 10 Filippi (18 Calli 62′), 11 Edoci. Allenatore: Geonvesio

Marcatori: Uzqueda 20′ (RIC), Filippi 21′ (RIC), Vivian 29′, 70′ (VEN), Edoci 39′,65′ (RIC), Copia 41′ (RIC), Tosatto 90’+2 (VEN).

Ammonizioni: Bortolato (VEN) 29′, Baldassin (VEN) 60′, Pederzani (RIC) 78′.

Corner: 2 Venezia 1985, 4 Riccione.

Arbitro: A. Niccolai di Pistoia Assistenti: M.Bellinato e M.G. Tolusso di Mestre

Danilo Billi è un giornalista pubblicista da circa 20 anni. Nativo di Bologna, ha mosso i primi passi lavorativi nella città natale nell’ambito sportivo, seguendo dapprima la Fortitudo Baseball e poi la Pallavolo femminile di San Lazzaro di Savena in serie A1. Per gli anni a seguire ha collaborato con la Lega Volley Femminile, prima di approdare a Pesaro, dove è stato capo fotografo per oltre 10 anni dell’ex Scavolini Volley di A1 e redattore a Pesaro, dove attualmente vive, per il Messaggero, il Corriere Adriatico e Pesaro Notizie (web). Si è occupato del Bologna Football Club per diverse stazioni radio emiliane, come Radio Logica e Radio Digitale, dopo di che ha iniziato a scrivere per la fanzine Cronache Bolognesi e ha collaborato con altri siti e app che si occupano, tra l’altro, di calcio femminile, che negli ultimi anni ha rappresentato la maggior parte della suo impegno giornalistico. Ha scritto due libri di narrativa attinenti al calcio Bolognese e al suo tifo e uno lo scorso anno relativo alla stagione del Bologna calcio femminile edito dalla collezione Luca e Lamberto Bertozzi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here