In questo fine settimana la Serie C si ferma, tranne per il Girone B che vive la sua ventunesima giornata di campionato.

Vi diciamo subito di prendere bibite e panini, perché sarà un pomeriggio davvero scoppiettante.

Domenica vedranno scontrarsi le prime quattro del girone, e che potrebbe iniziare a delineare le sorti su questa stagione.
La capolista Cortefranca vuole dare un nuova spallata al campionato andando in casa del Brixen Obi, attualmente terzo, una delle due formazioni, insieme alla Triestina, ad aver fermato le franciacortine, perciò aspettiamoci scintille.
Sarà sicuramente di livello il match tra il Trento che è secondo e il Venezia quarto in classifica: in caso di successo delle arancioneroverdi si potrebbe riaprire la corsa per il podio, per le trentine invece i tre punti varrebbe l’aggancio alle cortefranchesi. Un pareggio servirebbe a nulla.
Parlando della lotta alla salvezza il Portogruaro cercherà di battere l’Atletico Oristano per riaprire il discorso, l’Isera che riceverà il Padova ormai fuori da ogni discorso di alta classifica, e poi ci sarà lo scontro diretto tra il fanalino di coda Le Torri che sfiderà una Spal che, se riuscisse a fare il colpo esterno, sarebbe già salvo.
Termina questo turno la gara tra il Permac Vittorio Veneto e l’Unterland Damen.

PROGRAMMA 21ª GIORNATA GIRONE B: Atletico Oristano-Portogruaro, Brixen Obi-Cortefranca, Isera-Padova, Le Torri-Spal, Permac Vittorio Veneto-Unterland Damen, Venezia-Trento. Riposa: Triestina.

CLASSIFICA GIRONE B: Cortefranca 48*, Trento 45, Brixen Obi 43, Venezia* 38, Padova 32*, Triestina 31, Unterland Damen 30, Permac Vittorio Veneto* 26, Atletico Oristano 16*, Spal e Isera 11, Portogruaro* 7, Le Torri 4*. (* una partita in meno)

Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha due esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio e ManerbioWeek, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.