Evelyn Viens ha letteralmente spaccato la Serie A femminile eBay quest’anno. L’attaccante canadese della AS Roma femminile, arrivata a settembre dalla Damallsvenskan, la massima divisione femminile svedese, si è posizionata al primo posto della classifica marcatrici con 13 gol.

Quando la società capitolina annunciò l’ingaggio di Viens, il bigliettino da visita della canadese era proprio la medaglia d’oro conquistata con la Nazionale al Torneo olimpico di calcio femminile di Tokyo 2020. Un prestigio e un peso allo stesso tempo poichè al valore della giocatrice si univa la responsabilità di quest’ultima di non deludere le aspettative.

I suoi numeri stabiliscono un’inamovibile verdetto: lei sposta gli equilibri e l’ha dimostrato fino all’ultimo, con il clamoroso gol del pareggio al 90′ in finale di Coppa Italia contro la Fiorentina.  Ma oltre alle fredde statistiche, Viens è risultata fondamentale per la capacità di adattarsi rapidamente al gioco di mister Alessandro Spugna, fino a raggiungere una continuità di rendimento facendo fare il salto di qualità la squadra.

Nonostante il suo DNA da punta centrale, Spugna l’ha affiancata fin quasi da subito a Valentina Giacinti sulla fascia, facendola svariare però spesso anche alle spalle della punta, in quella posizione lasciata libera da Andressa Alves, dalla quale ha ereditato la maglia numero 7. La fisicità della canadese ha fatto la differenza e le ha consentito di imporsi tra le retroguardie avversarie in entrambi i ruoli offensivi. Da titolare o da subentrata, poco importava: Viens ha sempre rappresentato la speranza delle romaniste grazie a un mix esplosivo di tecnica, controllo, precisione e potenza.

La Juventus Women è diventata la sua vittima preferita: almeno un gol per Viens in ogni singolo scontro di campionato, sua la rete nella sfida d’andata della Poule Scudetto che ha nuovamente avvicinato la Roma femminile al secondo titolo italiano. Il suo eccezionale controllo del corpo e il senso del gol nelle condizioni più estreme ne hanno infine consacrato la grandezza nella finale di Coppa Italia. Al 90′, Viens portava la Roma femminile ai tempi supplementari, regalando così la svolta decisiva. Adesso, di ritorno in Nazionale, Viens è pronta ad agguantare il posto che le spetta nella rosa canadese, oltre a quello che già detiene nella Roma femminile.

Niccolò Larocca
Nato il 6 agosto 1995. Laurea triennale in Lingue e letterature straniere presso l’Università degli studi di Milano conseguita nel 2019 e master di giornalismo multimediale presso la 24 Ore Business School completato nel 2024. Da sempre appassionato di calcio e sport, con le sue dinamiche e le sue storie da raccontare. Credo nei valori che accompagnano il calcio femminile e nella sua potenziale crescita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here