Raggiungere le Olimpiadi è sempre stato un sogno per Cortnee Vine, attuale numero 5 della Nazionale Australiana. L’attaccante gialloverde (da sempre amante dello sport ed ex atleta di salto in lungo) può ora dire di avercela fatta. Perché? È tra le 18 matildas che sono state recentemente selezionate e che disputeranno le varie gare olimpiche a Parigi 2024: “Ho sempre desiderato farne parteha ammesso la stessaper me è sempre stato un sogno poter giocare per questo tipo di competizione, anche più dei Mondiali! Già anni fa guardavo Cathy Freeman e le Olimpiadi del 2000 che si svolgevano qui a Sidney, non facevo altro che pensare con convinzione che avrei voluto arrivarci un giorno; quando mi è stato riferito che sarei stata tra le convocate ammetto che una lacrima mi è scesa, è stata un’emozione unica“.

Un traguardo importantissimo per la calciatrice offensiva che ad ottobre 2023 rimediò un infortunio al tendine del ginocchio e dovette fermarsi del tutto, saltando i successivi duelli previsti ed interrompendo bruscamente la stagione in maglia Sidney FC (club nel quale milita).
Vine (celebre per aver trascinato, con un rigore decisivo, l’Australia ai quarti di finale dei Mondiali d’Australia e Nuova Zelanda 2023), per altri motivi personali, dopo undici duri mesi, decise, inoltre, di ritirarsi dalla doppia gara di qualificazione olimpica prevista a febbraio di quest’anno contro l’Uzbekistan, mettendo, così, a repentaglio, la sua partecipazione al torneo francese; a tal proposito ha affermato:In quel momento avevo bisogno di mettere me stessa al primo posto, viste le emozioni contrastanti vissute. Sapevo sarebbe stato un vero rischio allontanarmi dalla squadra per un po’ ma dovevo farlo; a volte bisogna mettere sé stessi prima del calcio e questo credo poi aiuti anche in campo. Ora sono tornata e so bene cosa voglio, essere la miglior versione di me, calcisticamente parlando“.

L’originaria di Shepparton sembra aver trovato serenità e schiarito le idee: il lunedì appena archiviato, infatti, è stata testimone di una vittoria davanti all’avversaria Cina, trionfo che è stato reso possibile anche grazie al suo formidabile assist agganciato in modo impeccabile da Haley Raso. Ecco ciò che ha riferito in merito al cambio di ruolo attuato in questa fase (da solita centravanti ad ala):Sono entusiasta. Haley è stata molto veloce, per quanto mi riguarda la palla l’ho semplicemente giocata e, per fortuna, è andata bene“.

Non resta che attendere luglio per poter ammirare le sue incredibili giocate.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here