Pernille Harder si aggiudica il premio di miglior calciatrice danese dell’anno: la stella del Chelsea ha avuto la meglio su una rosa di candidate di tutto rispetto. Rikke Sevecke, che milita nell’Everton, Sanne Troelsgaard, in forza al Rosengard e infine Sofie Junge Pedersen, nelle fila della Juventus Women.

Harder si è trasferita ad inizio campionato nel Chelsea, adattandosi velocemente al campionato inglese: si è trattato dell’acquisto più costoso mai registrato per una calciatrice. Fino ad ora si tratta di un’ottima stagione: 11 gol e 4 assist, con tutte le carte in regola per imporsi in Champions League e rompere l’egemonia dell’Olympique Lione. La stagione precedente indossava invece la maglia del Wolfsburg, squadra tedesca con cui ha conquistato il titolo nazionale e la finale di Champions League, poi persa contro la corazzata Lione.

Queste le dichiarazioni della calciatrice, rilasciate attraverso i suoi canali social:
Sono onorata ed orgogliosa di ricevere il premio di calciatrice danese dell’anno. Sapere che questo premio è dato dai nostri fantastici tifosi significa molto più di quello che possa dire. Il calcio è per i tifosi e non sarà mai lo stesso senza di voi. Non vedo l’ora di rivedervi presto e celebrare i nostri obiettivi assieme come un’unica nazione.

Credit Photo: Andrea Amato

Avatar
Nasce a Fiorenzuola d’Arda il 1 marzo del 1995. Appassionata del mondo Juve dalla nascita, solo recentemente si è avvicinata all’universo del calcio femminile ma ne è rimasta folgorata. Crede fermamente che sia una realtà ancora poco conosciuta in Italia, ma in rapidissima espansione, ed è entusiasta di far parte del progetto che sta permettendo questa crescita. È laureata in Storia ed è ora impegnata in una magistrale in Scienze Storiche.