Nella quindicesima giornata della D1 francese non ci sono grossi stravolgimenti di classifica. Le prime tre squadre, Lione, PSG e Bordeaux, centrano la vittoria e le distanze restano così invariate.

DijionParis FC: 0 – 4
ReimsMontpellier: 1-7
FC Fleury 91Bordeaux: 0 – 2
FC MetzGuingamp: 0-0
Olymique de MarseilleOlympique Lione: 0 – 8
SoyauxParis Saint Germain: 0 – 3

Il Paris FC centra la sua terza vittoria consecutiva con un 4 a 0 che lascia spazio a pochi dubbi, il Dijion nonostante giocasse in casa non ha mai dato l’impressione di poter cambiare le sorti della sfida.

L’OL letteralmente demolisce il Marsiglia, un 8 a 0 che mette in luce tutte le carenze difensive del Marsiglia. In questo inizio di 2020 la squadra ha incassato 31 gol, una cifra enorme che lascia intravedere quanto lavoro ci sia ancora da fare per tentare di salvare il salvabile.

Goleada anche per il Montpellier, questa volta a spese del Reims, che raggiunge il gol della bandiera all’80esimo. Il Montpellier parte fortissimo e riesce a chiudere la sfida già nel primo tempo, le squadre infatti vanno a riposo sul punteggio di 5 a 0. Pareggio a reti inviolate tra Metz e Guingamp, con quest’ultima che prosegue la lista dei risultati utili consecutivi mentre il Metz non riesce ad uscire dal periodo nero in cui è sprofondato.

Continua l’ottimo momento del Bordeaux che ottiene una nuova vittoria contro il Fleury. Decisiva la doppietta di Viviane Asseyi che arriva così in doppia cifra per quanto riguarda le reti segnate. Il Bordeaux conserva dunque saldamente il terzo posto, dietro le corazzate OL e PSG.

PSG che vince e resta in scia con il Lione. 3 a 0 contro il Soyaux, reti tutte nel primo tempo: Nadia Nadim, Grace Geyoro e l’ormai solita Marie – Antoinette Katoto, che sale a quota 16 marcature in stagione.

Credit Photo: Pagina Facebook Olympique Lyonnais Féminin

Avatar
Nasce a Fiorenzuola d’Arda il 1 marzo del 1995. Appassionata del mondo Juve dalla nascita, solo recentemente si è avvicinata all’universo del calcio femminile ma ne è rimasta folgorata. Crede fermamente che sia una realtà ancora poco conosciuta in Italia, ma in rapidissima espansione, ed è entusiasta di far parte del progetto che sta permettendo questa crescita. È laureata in Storia ed è ora impegnata in una magistrale in Scienze Storiche.