credit Photo: PSG

La 22enne Sandy Baltimore la giocatrice parigina, secondo il prestigioso quotidiano “Le Monde” è oggetto della denuncia di un ex amico per una presunta aggressione avvenuta a maggio, a Bois-Colombes (Hauts-de-Seine).

La sezione femminile del Paris-Saint-Germain (PSG) sta attraversando una zona di turbolenza. Dopo l’accusa per “violenza aggravata da tre circostanze e associazione a delinquere” della sua ex centrocampista Aminata Diallo, principale sospettata nel caso dell’aggressione nel novembre 2021 della sua compagna di squadra Kheira Hamraoui, occupa la cronaca legale un altro calciatore del PSG.

Secondo le informazioni del quotidiano Sunday ( JDD ), confermate da Le Monde , l’internazionale francese Sandy Baltimore, è oggetto di un’indagine della procura di Nanterre (Hauts-de-Seine) per “violenza”. Queste indagini nascono da una denuncia presentata contro Sandy Baltimora per “violenza con conseguente inabilità al lavoro non superiore a otto giorni”, presentata da un ex amico del giocatore, nella notte tra il 2 e il 3 maggio, alla stazione di polizia. -sur-Seine.

Nella sua denuncia, la presunta vittima, Karine *, 21 anni, afferma di aver ricevuto quattro pugni la sera del 2 maggio in fondo alla sua casa, a Bois-Colombes (Hauts-de-Seine). Secondo la denunciante, è stato a seguito di una ”  controversia  ” personale che Sandy Baltimore si è recata a casa sua dopo averle inviato un messaggio, all’inizio della giornata, “a numero sconosciuto”  : ”  Salve, dobbiamo parlare, quando sono Ehi, tu? Non c’è bisogno di parlare per messaggio”. Accompagnata da un parente, la giocatrice sarebbe stata “molta aggressiva” nei confronti del denunciante. ”  Stava facendo grandi gesti nella mia direzione, quindi le ho chiesto perché stesse facendo gesti così grandi come quello, se lo stava facendo per colpirmi “, ha detto Karine alla polizia, mentre consegnava loro gli screenshot dei suoi scambi di testo con il giocatore e video girati dalla sua famiglia dopo l’attacco.

Adesso i fatti e le circostante sono al vaglio degli inquirenti che dovranno valutare ed accertare le verità. Resta il fatto che dopo gli scandali sexisti che stanno emergendo negli USA, sembra che ha ruota stiano uscendo fatti e misfatti che nel mondo del pallone non volevamo sentire, o credere che non erano presenti, staremo a vedere nella speranza che tali eventi siano sempre e solo casi isolati.

Paolo Comba, giornalista pubblicista iscritto all' ordine di Torino, ho conseguito il tesserino da Giornalista collaborando da prima con quotidiani on line ( settore calcistico giovanile : “11 giovani.it” e “gioca a calcio.it", in Piemonte) per entrare, successivamente, in redazione a Torino del settimanale cartaceo di “ Sprint&Sport" e Terzo Tempo (settore calcistico dilettantistico Regione e Nazionale - Professionistico – Serie D). Collaboro dal 2018 con RCS Sport per il Giro d' Italia (seguendolo in tutte le tappe) e nel Giro 103 ho collaborato come addetto stampa per quotidiani on line di ciclismo ( bikenews ). Appassionato di Sci alpino e nordico segue gare Mondiali e Coppa del Mondo dal 2000. Credo che il CALCIO FEMMINILE ITALIANO sia un movimento in grande crescita e debba avere le stessa visibilità del mondo “ maschile", pertanto, contribuisco a questo grande obbiettivo.