Dopo la strepitosa vittoria per 4-2 sul Birmingham la scorso week-end, con il Chelsea al secondo posto con ancora due gare da recuperare e sei punti di vantaggio, la capolista supera per 3-0 anche il Brigthon in trasferta, grazie alla sua rosa sempre più dinamica nella realizzazione di reti e con un grande senso di “squadra da battere”, l’ Arsenal è sempre più vicino al titolo della FA Super League femminile.

Con i gol di Rafaelle Souza, Vivianne Miedema, Beth Mead e Caitlin Foord, “abbiamo esteso il nostro vantaggio in cima alla classifica con un’altra ottima vittoria”, ha dichiarato sul sito istituzionale del Club Jonas Eidevall, “Penso che a Vivi piaccia il ruolo, a lei piace sentirsi parte della squadra e sentirsi connessa al campo, sempre, e questo è l’ importante per il nostro calcio, lei come le sue compagne ci fa sentire il valore di tutto il gruppo. Quando fanno questo gioco tutte insieme è una bella sensazione: il modo in cui giochiamo, in questo momento, la fa sentire coinvolta e connessa in un progetto unico.

Molti elogi sono poi rivolti a Rafaelle Souza, altra pedina di mister Jonas, “Abbiamo esaminato molte qualità diverse, quando cercavamo un difensore centrale, il suo sinistro e la sua capacità di giocare fuori dalla pressione ci erano parsi da subito d’avvero importanti. Con Rafaela possiamo mettere in campo dei valori importanti e con lei altre molte brave calciatrici”.

Vivianne Miedema che è diventata la prima giocatrice a registrare 100 gol segnati in WSL (con 70 gol, ed oltre 30 assist) e questo record per il suo allenatore ed il Club è un orgoglio che il tecnico vuole affermare: “Sì, quanta storia oggi! Ho dimenticato tutto durante la partita, ma dopo ho controllato e Beth Mead ha segnato il suo 50esimo gol con l’Arsenal e Jordan Nobbs facendo la sua 250esima presenza, che è un risultato enorme e siamo così orgogliosi di lei e di ciò che ha contribuito alla storia di questo club. Poi c’è Viv, non credo che le importerà personalmente del record, si preoccupa solo della prossima partita e di come aiutare la squadra. Ma ovviamente è il risultato di tutte le grandi cose che ha fatto e siamo felici e orgogliosi di averla qui con noi”.

E adesso che il vantaggio sul Chelsea è sempre più concreto che cosa pensa Eidevall per le future gare ancora da disputare?
Ogni partita è diversa, ma giocando sempre con pazienza e capacità di cambiare marcia al momento giusto per abbattere tutto si cresce e si vince insieme. Abbiamo dimostrato non solo contro il Brighton, ma con molte altre squadre, quale è il nostro potenziale in campo e dobbiamo continuare a fare bene di gara in gara. Dobbiamo continuare a difendere i contropiedi e difendere il gioco diretto e le seconde palle. Ci sono cose che dobbiamo continuare a fare per avere successo, pur sapendo che ci saranno anche cose che saranno completamente diverse di domenica in domenica. Dobbiamo essere umili e giocare partita dopo partita e resettare, ma anche avere fiducia nelle cose che abbiamo fatto bene: e porteremo a casa il frutto del nostro lavoro”.

Aspettiamo che il Chelsea di Emma svolga le due gare di recupero, sempre che il problema societario legato al suo magnate Russo Abramovich non influisca sul finale di campionato, questo impatto alla FA Super League, per il prestigioso calcio Inglese, non merita questi problemi ed il pubblico non vuole assistere a gara “perse” a tavolino proprio sul finale.

Paolo Comba, giornalista pubblicista iscritto all' ordine di Torino, ho conseguito il tesserino da Giornalista collaborando da prima con quotidiani on line ( settore calcistico giovanile : “11 giovani.it” e “gioca a calcio.it", in Piemonte) per entrare, successivamente, in redazione a Torino del settimanale cartaceo di “ Sprint&Sport" e Terzo Tempo (settore calcistico dilettantistico Regione e Nazionale - Professionistico – Serie D). Collaboro dal 2018 con RCS Sport per il Giro d' Italia (seguendolo in tutte le tappe) e nel Giro 103 ho collaborato come addetto stampa per quotidiani on line di ciclismo ( bikenews ). Appassionato di Sci alpino e nordico segue gare Mondiali e Coppa del Mondo dal 2000. Credo che il CALCIO FEMMINILE ITALIANO sia un movimento in grande crescita e debba avere le stessa visibilità del mondo “ maschile", pertanto, contribuisco a questo grande obbiettivo.