L’Everton Women ha ufficializzato la firma di Jean-Luc Vasseur quale nuovo allenatore del Club, con un contratto di due anni e mezzo, fino a giugno 2024.

Un “boss vincitore della Champions League” con l’Olympique Lyonnais Féminin e il destinatario 2020 del premio FIFA World Women’s Coach of the Year, il francese Vasseur si unisce all’Everton con un curriculum scintillante.

Ha guidato la squadra vincente del Lione 2019/20 che, oltre ad essere incoronata campionessa d’Europa, ha vinto il campionato francese, la Coupe de France, il Trophée des Championnes e la Women’s International Champions Cup.

Vasseur ha già visitato il campo di allenamento dell’Everton USM Finch Farm, lo stadio femminile Walton Hall Park e la sede del Club al Royal Liver Building con Alan McTavish, amministratore delegato di Everton Women.

Jean ha spiegato come l’ambizione dell’Everton di sfidare ai vertici del gioco nazionale e di competere regolarmente in Champions League sia stata fondamentale nella sua decisione di unirsi al club, ed ha dichiarato: “È un onore essere qui all’Everton, che è un club così famoso in Inghilterra”, ha detto a evertontv. Ho parlato con Sarvar Ismailov (direttore sportivo e commerciale dell’Everton Women) e mi ha detto che questo è un grande club con una grande storia e un futuro straordinario. Sono venuto qui per scrivere una nuova storia con l’Everton e per vincere titoli. Abbiamo molti talenti e risorse quindi penso che ci sia una buona capacità di migliorare. Ho l’ambizione di costruire una squadra che possa raggiungere la qualificazione alla Champions League. Dobbiamo essere pazienti e lottare per vincere”.

Il francese ai microfoni di “Evertontv”, dopo la firma del contratto, è euforico.

Un calciatore professionista di successo che si è rivelato per artisti del calibro di Paris Saint-Germain, Rennes e St Etienne, Vasseur ha iniziato ad allenare alla conclusione della sua carriera da giocatore nel 2001, lavorando per un decennio con le giovanili del PSG.

Vasseur ha ricoperto posizioni manageriali con le squadre maschili senior di Creteil, Reims, Paris FC e Châteauroux, prima di passare al calcio femminile quando è stato nominato allenatore del Lione nel 2019.

Ha continuato a guidare i giganti francesi a cinque trofei nella sua prima stagione in carica. Vasseur ha lasciato il club nell’aprile 2021 dopo essere stato battuto per i gol in trasferta nei quarti di finale di Champions League. Il Lione era secondo nella classifica della Division 1 Féminine quando se ne andò, avendo vinto 16 delle 17 partite di campionato.

Il direttore sportivo e commerciale di Everton Women, Ismailov, crede che l’esperienza di Vasseur nella gestione di un livello d’élite possa guidare l’Everton Women in avanti. “È un candidato perfetto per noi”, ha detto Ismailov. “Ha lavorato nel calcio femminile e maschile e ha avuto successo in entrambi. Ha una grande conoscenza del gioco e una vasta esperienza in diversi tipi di ambienti. Volevamo un vincitore provato e ha vinto numerosi titoli. Volevamo anche qualcuno con un DNA che corrispondesse a quello del nostro club, qualcuno con una visione offensiva, che lotta fino alla fine. È determinato a migliorare tutti ed è ambizioso. Queste sono le caratteristiche principali che stavamo cercando e Jean-Luc ha soddisfatto tutte le aspettative”.

Paolo Comba, giornalista pubblicista iscritto all' ordine di Torino, ho conseguito il tesserino da Giornalista collaborando da prima con quotidiani on line ( settore calcistico giovanile : “11 giovani.it” e “gioca a calcio.it", in Piemonte) per entrare, successivamente, in redazione a Torino del settimanale cartaceo di “ Sprint&Sport" e Terzo Tempo (settore calcistico dilettantistico Regione e Nazionale - Professionistico – Serie D). Collaboro dal 2018 con RCS Sport per il Giro d' Italia (seguendolo in tutte le tappe) e nel Giro 103 ho collaborato come addetto stampa per quotidiani on line di ciclismo ( bikenews ). Appassionato di Sci alpino e nordico segue gare Mondiali e Coppa del Mondo dal 2000. Credo che il CALCIO FEMMINILE ITALIANO sia un movimento in grande crescita e debba avere le stessa visibilità del mondo “ maschile", pertanto, contribuisco a questo grande obbiettivo.