Il capitano Magdalena Eriksson afferma che la squadra “umile” ma “sorprendente” del Chelsea, ed è in grado di migliorare ancora, con un sogno nel cassetto: “ inseguire il primo titolo di Champions League”.

La vittoria sulla Juventus a Kingsmeadow nella nostra penultima partita del girone di mercoledì (questa sera ore 21) ci garantirebbe un posto nei quarti di finale di Champions League e ci manterrebbe sulla buona strada per il primo titolo europeo.

Ma mentre il difensore svedese afferma che la fiducia è alle stelle dopo la formidabile prestazione nella vittoria per 3-0 della finale di FA Cup contro l’Arsenal di domenica, insiste sul fatto che non c’è pericolo di insinuarsi nell’autocompiacimento.

La vittoria di Wembley, che ha sancito il triplete nazionale per il 2021, ha esteso la nostra striscia di imbattibilità a 14 partite in tutte le competizioni.

“La nostra grande cosa è come trattiamo ogni singola partita e non diamo mai una vittoria per scontata”, ha dichiarato, cerchiamo sempre di rimanere umili, cercando di vedere quanto dobbiamo fare e quanto sia importante la preparazione per ogni singola partita che giochiamo. Continuiamo a capire che non siamo mai troppo brave per perdere. Evitare la sconfitta  contro una Juventus, in continua crescita, non ci garantirebbe comunque un posto nei quarti di finale. Siamo in testa al Gruppo A con 10 punti dopo tre vittorie e un pareggio, ma la Juventus, a sette punti, e il Wolfsburg, che ne hanno cinque, potrebbero ancora finire davanti a noi.

“ Siamo stati davvero, davvero, felici “, ha detto Eriksson. Abbiamo festeggiato negli spogliatoi la vittoria contro l’ Arsenal abbiamo ballato e ci siamo divertiti, ma ovviamente conosciamo l’importanza di questo gioco e abbastanza rapidamente la mentalità ha iniziato a cambiare. Vuoi sempre andare dietro alle cose che non hai vinto. Questo è un po’ ciò che mi motiva – l’extra sono le cose che non ho, e la Champions League è una di quelle cose che è stato un sogno d’infanzia per molti di noi giocatori. ‘Sappiamo che la Champions League è una cosa speciale. Il triplete nazionale è un risultato straordinario, ma anche ottenere quella vittoria europea sarebbe fantastico e in fondo alle nostre menti: questo è l’obiettivo”.

Il primo ostacolo al passaggio agli ottavi è la Juventus, che sotto la guida dell’ex allenatore dell’Arsenal Joe Montemurro, ha vinto tutte e dieci le partite di Serie A Women di questa stagione.

Il capitano dei Blues a concluso: “Sanno tatticamente quello che stanno facendo e sono ben allenate. Hanno sicuramente creato il loro stile di gioco. Sono una buona squadra. Quando eravamo lì l’ultima volta era difficile per noi creare occasioni e si sentiva che tatticamente erano davvero addestrati in fase difensiva. Dobbiamo essere molto acuti nel nostro gioco offensivo. La Juve è un avversario che non giochi così spesso da non sapere davvero come giocano e come gestiranno questa gara. Devi essere adattabile. Per noi si tratta di rimanere flessibili, di mentalità aperta e di sfruttare ciò che otteniamo. A parte la sfida di affrontare la Juve, anche la fatica, sia fisica che mentale, potrebbe essere un fattore. Con le circostanze, sarà la partita più dura dopo una sosta per le nazionali e due giorni dopo la finale di FA Cup”, ha aggiunto Magda.

Penso che sia una cosa individuale. Tutti noi gestiamo queste montagne russe emotive in modo diverso e devi accettarlo. E anche fisicamente ognuno è gestito in modo diverso. Questo è uno dei nostri punti di forza qui al Chelsea, che gestiamo le persone in modo un po’ diverso e che tu impari individualmente ciò di cui hai bisogno e ciò che è meglio per te. Sappiamo cosa devi fare per trasformare quell’emozione in carburante per la prossima partita. I Gunners rimangono l’unica squadra ad averci battuto finora in questa stagione, ottenendo una vittoria per 3-2 nella gara di apertura della Super League femminile della stagione. Non siamo praticamente mai contenti di nessuna prestazione, ha spiegato. Vogliamo sempre migliorare”. Direi che questa è la squadra del Chelsea più forte di cui abbia fatto parte. Questa squadra è migliorata a piccoli passi ogni anno da quando sono entrato nel club quattro anni fa. Abbiamo dei giocatori straordinari. Alcuni sono ancora qui da quando mi sono unito, ma tutti sono migliorati e le nuove aggiunte aggiungono solo qualità in più alla squadra. Siamo capaci al 100% di vincere la Champions League. Ne siamo stati capaci l’anno scorso e lo siamo ancora di più quest’anno. Stiamo crescendo.

“Siamo a buon punto. Sarà interessante vedere fino a che punto potremo spingerci.”.

Paolo Comba, giornalista pubblicista iscritto all' ordine di Torino, ho conseguito il tesserino da Giornalista collaborando da prima con quotidiani on line ( settore calcistico giovanile : “11 giovani.it” e “gioca a calcio.it", in Piemonte) per entrare, successivamente, in redazione a Torino del settimanale cartaceo di “ Sprint&Sport" e Terzo Tempo (settore calcistico dilettantistico Regione e Nazionale - Professionistico – Serie D). Collaboro dal 2018 con RCS Sport per il Giro d' Italia (seguendolo in tutte le tappe) e nel Giro 103 ho collaborato come addetto stampa per quotidiani on line di ciclismo ( bikenews ). Appassionato di Sci alpino e nordico segue gare Mondiali e Coppa del Mondo dal 2000. Credo che il CALCIO FEMMINILE ITALIANO sia un movimento in grande crescita e debba avere le stessa visibilità del mondo “ maschile", pertanto, contribuisco a questo grande obbiettivo.