Photo Credit: ŽNK Nona Pomurje Beltinci

Un altro mese è ormai finito e la Slovenska Ženska Nogometna Liga ha regalato ai suoi spettatori nuovi emozionanti partite al termine delle quali lo ŽNK Nona Pomurje Beltinci si é confermato testa di serie con 27 punti in 9 partite. Le campionesse in carica hanno inoltre già staccato di 8 punti le storiche rivali dell’Olimpija Ljubljana, attualmente seconde in classifica. Le dragonesse verdi sono, a loro volta, tallonate dalle concittadine dello ŽNK Ljubljana, squadra tenace e ben organizzata che sta migliorando e maturando di partita in partita.

Il quarto posto è invece occupato dallo ŽNK Radomlje, una delle formazioni con l’etá media piú bassa che ogni anno sforna nuove interessanti giocatrici con talento e personalitá. Le giallonere sono infatti “ferme” a 16 punti, 2 in meno rispetto allo ŽNK Ljubljana con una partita ancora da disputare. Ultima squadra in corsa per il podio, con 4 vittoria e 5 sconfitte in queste 9 giornate di Slovenska Ženska Nogometna Liga é lo ŽNK Cerklje, club in forte crescita nell’ultimo mese dopo un inizio un po’ a rilento.

La terzultima e penultima posizione in classifica sono invece occupato rispettivsmente dallo ŽNK Primorje Ajdovščina e dallo ŽNK Ptuj, entrambi fermi ad appena 1 vittoria in 7 gare e con 2 incontri da recuperare. Le due formazioni non sono ancora riuscire a cambiare marcia, perdendo ulteriore terreno rispetto alle avversarie e cadendo sul fondo del tabellone. Fanalino di coda é infine lo ŽNK Krim, club ancora a secco reduce da una disperata stagione chiusa all’ultimo posto con una sola vittoria in venti gare ufficiali.

Anche la classifica marcatrici ha subito alcune trasformazioni nell’ultimo mese, con il giovane e formidabile bomber della capolista Pomurje Beltinci, Anja Eferl, sorpassata clamorosamente dall’attesissimo ritorno di Ana Milović. La punta di diamante dell’Olimpija Ljubljana e della nazionale, nonché miglior marcatrice della scorsa stagione, è infatti tornata a segnare valanghe di goal dopo un inizio di campionato stranamente sottotono. Attualmente, infatti, l’attaccante biancoverde guida la classifica con 28 reti (di cui 2 rigori), seguita dalla Eferl a 26 e da Špela Kolbl, superlativa classe ‘98 che si sta confermando colonna e anima dello ŽNK Pomurje Beltinci.

La talentuosa giocatrice, dopo aver chiuso la passata annata con 45 marcature in 20 presenze, punta dunque quantomeno a riconquistare il terzo posto in questa speciale graduatoria. Inseguono infine il podio Nina McQuarrie, giovane dimanate grezzo dello ŽNK Radomlje, con 14 reti e Kaja Korošec, altra enfant prodige della formazione capolista autrice di 13 goal (di cui 3 dagli undici metri).

Al di là delle “sole” reti segnate, le tre giocatrici che si sono maggiormente distinte durante il mese di ottobre sono state: Anja Eferl, grande trascinatrice del Pomurje Beltinci nonostante la giovane età, bomber Ana Milović e Nika Pintarić, calciatrice dalle notevoli capacità tecniche che incarna appieno lo spirito dello ŽNK Ljubljana, contribuendo in maniera significativa alla crescita della sua squadra e dando sempre l’anima sul campo.

A questa particolare top 3 va aggiunta di diritto anche Špela Kolbl, calciatrice completa ed esperta che ha segnato almeno un goal in ciascuna delle gare disputate nel corso del mese appena conclusosi. Tra le giovani promesse che stanno iniziando a brillare merita invece una menzione speciale Lea Dolinar, classe 2006 dello ŽNK Radomlje che ha già totalizzato 5 reti in 8 presenze, la maggior parte delle quali da titolare senza essere mai sostituita.

Il nostro report mensile del massimo campionato femminile sloveno si conclude infine parlando dei 3 big match principali che hanno segnato questo spettacolare ottobre di grande calcio. Il primo è stato quello tra ŽNK Pomurje Beltinci e ŽNK Radomlje Medex, andato in scena il 2 ottobre e vinto con un netto 6-0 dalle padroni di casa, già avviate a inzio ottobre verso la vetta. Il secondo è stato il combattuto incontro del 16 ottobre tra il Radomlje e l’Olimpija Ljubljana, al termine del quale le dragonesse verdi hanno dovuto accontentarsi di un solo punto, perdendo così terreno rispetto al Pomurje, dopo essere addirittura passate in svantaggio a causa del gran goal di Lea Dolinar.

Dulcis in fundo, la sfida al vertice tra le capoliste e l’Olimpija ha confermato l’ottimo stato di forma delle gialloblù, vittoriose in casa contro l’ex di turno, mister Zlatko Gabor, per 2-1 nel pomeriggio dello scorso 21 ottobre. Anja Eferl e Špela Kolbl, rispettivamente autrici del primo e del secondo goal di vantaggio, hanno infatti vanificato la rete del momentaneo pareggio di Sara Makovec, allungando di 3 punti proprio sulle dirette concorrenti al titolo.

Anacaprese atipico, ho lasciato l’isola alla volta di Udine per seguire i corsi di laurea triennale in Mediazione Culturale. Durante gli anni in Friuli ho avuto modo di conoscere ed amare la cultura slovena inizando a seguire la Prva Liga. Iscritto attualmente al primo anno di Informazione ed Editoria presso l'Università di Genova, coltivo la passione per il giornalismo sportivo ed il calcio, sia femminile sia maschile. Essendo stato, in passato, responsabile della rubrica sportiva presso LiguriaToday, ho avuto la fortuna di assistere dal vivo e raccontare gli incontri di alcune squadre della provincia di Genova. Nutro un forte interesse anche per gli eSports ed ho avuto modo di seguirne i match più importanti, intervistando alcuni dei suoi principali protagonisti.