Presenti al terzo FIFA Compliance Summit ben 150 associazioni membri per trattare del costante impegno della FIFA a promuovere il buon governo nel calcio.

All’evento tenutesi dal 12 al 16 ottobre, presenti come esperti in materia di governance e conformità l’ex procuratrice generale degli Stati Uniti Loretta E. Lynch, il direttore dell’Ufficio per l’etica delle Nazioni Unite Elia Yi Armstrong, il presidente della FIFA Gianni Infantino, la segretaria generale della FIFA Fatma Samoura e il presidente del comitato di audit e conformità della FIFA Tomaz Vesel.

Il Summit mira a fornire alle associazioni membri e alle confederazioni una guida pratica e elementi costitutivi scalabili che possono essere utilizzati per sviluppare un programma di conformità su misura all’interno del loro organizzazione. Inoltre, Infantino ha sottolineato i significativi progressi compiuti dalla FIFA nell’area dal 2016. Il procuratore generale, Loretta E. Lynch, ha sottolineato il rinnovato impegno della FIFA per la trasparenza, il comportamento etico e il suo desiderio di migliorare l’ambiente di conformità in tutta la comunità calcistica, con l’importante obiettivo di salvaguardare lo sport e lo sviluppo di una forte cultura della conformità al fine di ridurre al minimo i rischi interni ed esterni.

Parlando dell’evento, la segretaria generale della FIFA, Fatma Samoura, ha dichiarato
“Lo sviluppo sostenibile e solido del calcio richiede robusti meccanismi di conformità e questa settimana la FIFA ha presentato un manuale sulla conformità alle sue 211 federazioni affiliate, per fornire indicazioni su come agire in modo etico e con integrità. Non vediamo l’ora di lavorare con loro per raggiungere il nostro obiettivo comune di salvaguardare il calcio”.

Credit Photo: Ben Moreau / FIFA

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here