Il sollievo dopo la grande paura: la Nazionale femminile Under 19 rimette in piedi una partita che si era improvvisamente complicata e centra la seconda vittoria su due sfide in questo Qualifying Round (3-1 il risultato finale contro la Slovenia). Un successo che significa qualificazione matematica alla Fase Élite e l’opportunità di centrare il primo posto nel raggruppamento nell’ultima gara del girone contro la Russia, in programma nuovamente a Siena martedì 8 ottobre (calcio d’inizio ore 15).

“Paradossalmente – commenta il tecnico delle Azzurrine, Enrico Sbardella – la sfida contro le russe potrebbe essere meno complicata di questa, perché avremo di fronte un avversario che avrà voglia di disputare la propria partita e che non si schiererà con undici giocatrici dietro la linea della palla”.

Già, perché il 4-2-3-1 disegnato dall’allenatrice della Slovenia Petra Mikeln aveva un atteggiamento offensivo solo sulla carta, che nella pratica si tramutava in un vero ‘fortino’ a difesa della propria porta: Klicic e Jursnik – che sarebbero dovuti essere i due esterni dietro la punta Milovic – ricoprivano invece, di fatto, un anomalo ruolo da terzino in una difesa a sei.

Così, dopo 28’ di attacchi azzurri senza grandi effetti, Bragonzi lotta come al suo solito in mezzo ai difensori avversari e, su un cross pennellato da Bellucci, viene affossata da Sok in piena area: rigore inequivocabile e Silvioni freddissima dagli undici metri nello sbloccare la gara.

Giordano imperversa e si fa vedere con continuità sulla destra, ma l’Italia non riesce a costruire il colpo del ko. E proprio nel momento di maggiore controllo della gara da parte delle ragazze di Sbardella, un errore in fase di disimpegno spiana la strada a Milovic, abile a non fallire a tu per tu con Forcinella l’unica occasione da rete avuta dalla Slovenia in tutto l’arco dell’incontro (20’ st).

Ma la forza dell’Italia è proprio qua: dopo aver dominato il match e dopo aver subito un immeritato pareggio, le Azzurrine reagiscono da grande squadra, mettendo nuovamente alle corde la Slovenia e creando occasioni da gol a ripetizione. Sbardella manda nella mischia Landa e proprio da uno spunto della numero venti sulla sinistra – appena 3’ minuti dopo il suo ingresso in campo – Anghileri sbuca in mezzo all’area e di prima intenzione fa 2-1 (31’ st). Landa completa il suo pomeriggio di gloria al 33’ della ripresa, finalizzando un serie di rimpalli per il 3-1 finale.

Gli ultimi minuti sono un assalto continuo delle Azzurrine: la sonora vittoria della Russia (6-0) contro l’Estonia, infatti, imporrebbe all’Italia – per arrivare prima nel girone – di vincere con 6 gol di scarto contro la Slovenia per avere poi a disposizione due risultati su tre nell’ultima e decisiva sfida di martedì. Ma l’assalto italiano si stampa, negli ultimi minuti, per due volte sui legni della porta difesa da Bozic.

“Il calcio – sintetizza Enrico Sbardella – è anche questo: subire un gol per un incidente dopo aver dominato tutto l’incontro. Dopo il pareggio, però, ho visto una grande voglia nelle ragazze per riagguantare il successo,

L’importante adesso è guardare il bicchiere mezzo pieno: siamo passati alla Fase Élite con due vittorie su due partite e ci giocheremo il primo posto nell’ultima sfida contro la Russia”.

Italia-Slovenia 3-1

ITALIA: Forcinella; Boglioni, Corrado (45’ st Ripamonti), Brscic; Fracaros (35’ st Zanoli), Colombo (28’ st Landa), Silvioni, Giordano; Distefano (1’ st Corazzi), Bellucci (1’ st Anghileri), Bragonzi. A disp.: Beretta, Novelli, Zanni, Quazzico. All.: Sbardella

SLOVENIA: Bozic; Potcnik, Klopcic, Sok, Smid; Zajimi, Igerc (37’ st Cizmazija); Klicic, Kastelec (46’ t Lavrencic), Jursnik; Milovic. A disp.: Oblak, Kos, Rucman, Pernek, Horvat, Tusek, Kovacic. All.: Mikeln

ARBITRO: Shukrula (OLA). Assistenti: Overtoom (OLA) e Nur Yilmaz (TUA). Quarto Ufficiale: Muratdagi

RETI: 29’ pt Silvioni, 20’ st Milovic, 31’ st Anghileri, 33’ st Landa
NOTE: ammonite Milovic e Sok. Spettatori 500 circa

L’elenco delle convocate

Portieri: Beatrice Beretta (Juventus), Camilla Forcinella (Hellas Verona Women);
Difensori: Paola Boglioni (Empoli Ladies), Margherita Brscic (Juventus), Heden Corrado (AS Roma), Michela Giordano (Juventus), Sara Novelli (Sassuolo), Francesca Quazzico (Inter), Chiara Ripamonti (Fiorentina Women’s), Martina Zanoli (Orobica Bergamo);
Centrocampiste:  Sofia Colombo (FC Inter), Azzurra Corazzi (Fiorentina Women’s), Caterina Fracaros (FC Inter), Ludovica Silvioni (Juventus), Silvia Zanni (Sassuolo);
Attaccanti: Federica Anghilleri (Empoli Ladies), Melissa Bellucci (Juventus), Asia Bragonzi (Juventus), Gaia Di Stefano (Juventus), Serena Landa (Roma Calcio Femminile).

Staff – Allenatore: Enrico Maria Sbardella; Capo delegazione: Patrizia Recandio; Segretario: Maurizia De Micheli; Vice allenatore: Elena Proserpio Marchetti; Preparatore atletico: Adalberto Zamuner; Preparatore dei portieri: Davide Quironi; Match analyst: Simone Contran; Medico: Federico Fantoni; Nutrizionista: Alessio Colli; Fisioterapisti: Camillo Piastra e Alessandro Lastoria; Tutor: Monica Tamburri e Alessandro Milani; Magazziniere: Filippo Nicolamme.

*Calendario, risultati e classifica del Gruppo 8

Prima giornata (2 ottobre)
ITALIA-Estonia 5-0
Slovenia-Russia 0-5

Seconda giornata (5 ottobre)
ITALIA-Slovenia 3-1
Russia-Estonia 6-0

Terza giornata (8 ottobre)

ITALIA-Russia (Ore 15 – Stadio ‘Artemio Franchi’ di Siena)
Slovenia-Estonia (Ore 15 – Stadio Comunale ‘Santi Tiezzi’ di Cortona)

Classifica: Russia (differenza reti +11) e ITALIA (+7) 6 punti, Estonia e Slovenia 0

* si qualificano alla Fase Élite le prime due classificate di ogni girone e le quattro migliori terze.
Successivamente, saranno le vincitrici di questi nuovi sette gironi a partecipare (insieme alle padrone di casa della Georgia) alla fase finale in luglio

Credit Photo: FIGC

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here