Le due ‘Ragazze Mondiali’ sono tra le stelle del campionato con le maglie di Fiorentina e Juventus. Sul razzismo: “Nel calcio femminile nessun tipo di discriminazione”.

Prosegue a Coverciano il raduno della Nazionale Femminile in vista dei prossimi due impegni con Georgia e Malta in programma venerdì 8 novembre (ore 17.30 – diretta su Rai 2) allo Stadio ‘Ciro Vigorito’ di Benevento e martedì 12 novembre (ore 14.15 – diretta su Rai 2) allo Stadio ‘Teofilo Patini’ di Castel di Sangro.

Per conquistare la quinta vittoria consecutiva nel girone e fare un altro passo importante verso la qualificazione a EURO 2021, la Ct Milena Bertolini potrà contare su due ‘Ragazze Mondiali’ come Alia Guagni e Cristiana Girelli: entrambe in gol sabato nell’ultimo turno di campionato, sono le due giocatrici più rappresentative di Fiorentina e Juventus, avversarie con i club e compagne in Nazionale. Dopo un Mondiale da protagonista, reso indimenticabile dalla tripletta messa a segno con la Giamaica, Cristiana Girelli sta vivendo un avvio di stagione esaltante: con la maglia della Nazionale ha segnato in tutte e quattro le gare delle qualificazioni ed è capocannoniera della Serie A con 7 gol nelle prime cinque giornate (un’altra rete l’ha realizzata nella Supercoppa vinta proprio contro la Fiorentina di Guagni).

“Sono due squadre che si chiudono molto – avverte Girelli ribadendo il concetto espresso ieri in conferenza stampa da Milena Bertolini – dovremo avere pazienza, far girare la palla e imporre il nostro gioco come ci è riuscito bene con la Bosnia. Sono punti fondamentali che non dobbiamo perdere per strada”. Respingendo in estate la corte del Real Madrid per restare nella sua Firenze, Alia Guagni ha confermato di essere una delle calciatrici italiane più apprezzate a livello internazionale. Merito anche di un Mondiale vissuto sempre con il piede sull’acceleratore: “Ci aspettano due partite fondamentali nel nostro percorso – aggiunge il capitano viola – non dobbiamo assolutamente sottovalutare le avversarie anche se stanno a zero punti. Bisogna entrare in campo con la concentrazione giusta, dimostrare qual è il nostro calcio e metterlo in pratica”.

Negli ultimi anni la sfida tra Juventus e Fiorentina è diventata una grande classica del calcio femminile, ma se bianconere e viola sono senza dubbio tra le ‘big’, è il livello medio della Serie A che si è innalzato in questa stagione: “Il nostro è un campionato più competitivo e allenante – sottolinea Guagni – non ci sono partite facili e questo è un vantaggio perché ci permette di essere più preparate a livello fisico”. Sulla stessa lunghezza d’onda Girelli: “La Serie A è cresciuta tanto, adesso si fa fatica anche contro le squadre meno importanti”.

Dopo l’entusiasmo del Mondiale, in questo avvio di stagione la Nazionale ha fatto un po’ fatica a recuperare quella brillantezza mostrata in Francia: “Adesso tutti si aspettano tante cose da noi – spiega il bomber della Juventus – ma questa responsabilità ce la prendiamo volentieri. È stato importante rigiocare in casa, a Palermo abbiamo trovato un calore di cui ci nutriamo e che ci ha aiutato a giocare una grande gara. Forse abbiamo affrontato le prime partite di qualificazione in maniera un po’ superficiale, ma poi è venuto fuori il carattere del gruppo”. Anche Guagni ammette che il Mondiale ha lasciato qualche scoria: “Eravamo un po’ stanche a livello fisico e mentale, poi ci siamo guardate in faccia e ci siamo dette che vogliamo raggiungere la qualificazione tutte insieme. Le ragazze nuove ci stanno portando tanta energia”. Le due Azzurre hanno poi commentato quanto accaduto domenica allo stadio ‘Bentegodi’ di Verona: “Il razzismo è sicuramente un grande problema – dice Guagni – che va affrontato e su cui bisogna prendere provvedimenti che siano decisi. È inconcepibile che si parli ancora oggi di razzismo”.  “È stato un episodio veramente brutto da vedere – aggiunge Girelli – fortunatamente nel calcio femminile cose del genere non esistono: questo va sottolineato e dobbiamo assolutamente vantarcene. La nostra è una piccola parte del mondo del calcio. Siamo piccole, ma siamo in questo caso grandi perché da noi non c’è alcun tipo di pregiudizio e discriminazione”.

Nota per le redazioni – Sul sistema on line della FIGC (www.accreditations.figc.it) è possibile richiedere l’accredito per le gare con Georgia e Malta.

L’elenco delle convocate

Portieri: Laura Giuliani (Juventus), Roberta Aprile (FC Inter), Alessia Piazza (Milan);
Difensori: Elisa Bartoli (AS Roma), Lisa Boattin (Juventus), Laura Fusetti (AC Milan), Sara Gama (Juventus), Alia Guagni (Fiorentina Women), Elena Linari (Atletico Madrid), Linda Tucceri Cimini (AC Milan);
Centrocampiste: Valentina Bergamaschi (AC Milan), Arianna Caruso (Juventus), Valentina Cernoia (Juventus), Aurora Galli (Juventus), Manuela Giugliano (AS Roma), Benedetta Glionna (Hellas Verona), Giada Greggi (AS Roma), Gloria Marinelli (FC Inter), Martina Rosucci (Juventus);
Attaccanti: Cristiana Girelli (Juventus), Deborah Salvatori Rinaldi (AC Milan), Daniela Sabatino (Sassuolo), Stefania Tarenzi (FC Inter).

Staff – Commissario Tecnico: Milena Bertolini; Assistente allenatore: Nicola Matteucci; Coordinatore Nazionale Femminile: Annarita Stallone; Segretario: Alessandra Savini Nicci; Preparatore atletico: Francesco Perondi; Preparatore dei portieri: Cristiano Viotti; Match analyst: Marco Mannucci; Medici: Luca Gatteschi e Antonio Ponzo; Fisioterapisti: Daniele Frosoni e Matteo Cossa; Nutrizionista: Natale Gentile.

Il programma

Martedì 5 novembre
Ore 9.30 – Allenamento (chiuso)
Ore 13.30 – Conferenza stampa calciatrici
Ore 15.30 – Allenamento (aperto alla stampa i primi ’15)

Mercoledì 6 novembre
Ore 9.30 – Allenamento (chiuso)
Ore 16 – Trasferimento a Benevento

Giovedì 7 novembre
Ore 15.45 – Conferenza Stampa allo stadio “Ciro Vigorito”
Ore 16.15 – Allenamento (aperto alla stampa i primi ’15)

Venerdì 8 novembre
Ore 17.30 – Gara Italia-Georgia

Sabato 9 novembre
Ore 10 – Allenamento (chiuso)
Ore 16 – Trasferimento a Castel di Sangro

Domenica 10 novembre
Ore 9.30 – Allenamento (chiuso)
Ore 15.30 – Allenamento

Lunedì 11 novembre
Ore 10.30 – Conferenza Stampa allo stadio “Teofilo Patini”
Ore 11 – Allenamento (aperto alla stampa i primi ’15)

Martedì 12 novembre
Ore 14.15 – Gara Italia-Malta

Credit Photo: FIGC

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here