Montemurro dopo la buona vittoria della Juventus, nella gara dell’esordio, delle sue ragazze ha dichiarato: “Ci sono stati alcuni errori e i ritmi erano delle volte un po’ fuori tempo. Abbiamo provato però delle cose nuove e per me è stato importante che l’abbiamo fatto in una gara in cui meritavamo di andare avanti”.

Siamo a diversi livelli. Qualcuna è rientrata in ritardo, altre invece sono rientrate prima. Ci servono un paio di settimane per trovare i giusti equilibri. Abbiamo visto però un ritmo abbastanza alti per essere la prima gara di quest’anno, quindi abbiamo provato due/tre cose nuove e ci siamo riusciti”.

Alla domanda, chi ha visto meglio questa sera in campo, il tecnico non si sbilancia: “Puntare su due o tre giocatrici non merita perché tutta la squadra ha fatto il suo. Diciamo che a centrocampo abbiamo provato due cose, abbiamo fatto delle rotazioni. Abbiamo visto bene Grosso che si è inserita bene, anche Cernoia, con Caruso, poi, stiamo provando cose nuove e abbiamo visto cose molto positive”.

Durante il primo tempo il tecnico bianco-nero ha dovuto effettuare dei cambi di fascia, tra Lisa Boattin e Pedersen.L’abbiamo vista anche l’anno Lisa: rientrare a centrocampo dall’esterno e abbiamo pensato di disegnare alcune cose per farle ricevere la palla in una zona di campo in cui può fare male. Ripeto sono delle cose che stiamo provando”.

La migliore in campo: Agnese Bonfantini. “L’anno scorso l’abbiamo introdotta in qualche partita e l’abbiamo vista anche iniziare parecchie volte. Agnese l’anno scorso è stato l’anno della sua crescita, quest’anno la vedremo che partirà di più dall’inizio. Può essere molto importante per noi”.

In conclusione il mister ha ringraziato Lina Hurtig, dopo la conferma della sua partenza per l’ Arsenal, dicendo: “A questo punto io auguro a Lina tante cose importanti, lo merita. Per noi è stata importante e speriamo abbia fatto una buona esperienza alla Juve. Se sarà sostituita? Per adesso abbiamo delle armi veramente importanti in attacco, sono contento della rosa”.

Paolo Comba, giornalista pubblicista iscritto all' ordine di Torino, ho conseguito il tesserino da Giornalista collaborando da prima con quotidiani on line ( settore calcistico giovanile : “11 giovani.it” e “gioca a calcio.it", in Piemonte) per entrare, successivamente, in redazione a Torino del settimanale cartaceo di “ Sprint&Sport" e Terzo Tempo (settore calcistico dilettantistico Regione e Nazionale - Professionistico – Serie D). Collaboro dal 2018 con RCS Sport per il Giro d' Italia (seguendolo in tutte le tappe) e nel Giro 103 ho collaborato come addetto stampa per quotidiani on line di ciclismo ( bikenews ). Appassionato di Sci alpino e nordico segue gare Mondiali e Coppa del Mondo dal 2000. Credo che il CALCIO FEMMINILE ITALIANO sia un movimento in grande crescita e debba avere le stessa visibilità del mondo “ maschile", pertanto, contribuisco a questo grande obbiettivo.

1 commento

  1. Sarei molto contento se la Juve vincesse anche la finale, l’avversario non è fortissimo, ma con poca preparazione (partite, solo una prima della UWCL) non ho ancora piena fiducia nelle bianconere. Forse sono ingeneroso.

    Il passaggio di questo turno è però d’obbligo.

Comments are closed.