Dopo aver guidato la folta linea difensiva della squadra di Fattori, Elena Linari si è presentata in sala stampa per commentare la partita di UEFA Women’s Champions League appena conclusa tra Fiorentina e Fortuna Hjorring. Ecco le sue parole.

“Venivamo da un periodo dove le prestazioni non erano molto positivi, per noi era importante dare un segnale importante a noi stesse, per renderci conto che siamo forti. Peccato per quel gol che ci ha un po’ rovinato la festa, però comunque era importante vincere quindi va bene così. Io al Franchi? Ho pianto quando stavamo scendendo con il pullman, è stata un’esperienza bellissima per me sonche o fiorentina giocare nello stadio che ho sempre visto da bambina.

Sicuramente potevamo fare almeno un gol in più, per essere un po’ più sicure. So quanto è importante per la squadra avversaria fare gol fuori casa, però comunque la nostra è stata una prestazione importante. Dovevamo ritrovare questo gioco, questa grinta, questa ambizione e questo attaccamento alla maglia. Dovevamo farlo davanti a questo bellissimo pubblico.

Il ritorno? Contro di loro ho già giocato con il Brescia, vincemmo 1-0 in casa e andammo là con un solo gol di scarto quindi so cosa significa. Adesso però dobbiamo pensare al campionato, dobbiamo dimostrare di essere la squadra vista stasera e non quella vista contro il Verona. Dobbiamo fare un passo alla volta.

Energie spese? Dobbiamo assolutamente crescere da questo punto di vista, quindi dovremo essere brave a ricaricare le batterie nei due giorni che ci separano dal campionato. Se penso che il Fortuna ci abbia sottovalutato? Secondo me no, penso che siamo state noi ad aver fatto una grande prestazione. Preferisco fare un elogio alla mia squadra per questo”.

Credit Photo: Pagina Facebook Fiorentina Women’s FC